Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
12 Marzo 2010

Haiti: Il primo convegno delle Comunità di Sant'Egidio haitiane, a due mesi dal terremoto, mentre proseguono le distribuzioni di aiuti e le iniziative di solidarietà

 
versione stampabile

Sono passati due mesi dal 12 gennaio 2010, il giorno in cui un fortissimo terremoto ha sconvolto Haiti. Il Paese, già poverissimo, è distrutto e le vittime si contano a centinaia di migliaia.

Per la Comunità di Sant'Egidio questi due mesi  sono stati un tempo di rinnovato impegno nella vicinanza, la solidarietà, il sostegno.

Le immagini che pubblichiamo mostrano il primo convegno delle Comunità di Sant'Egidio haitiane dopo il terremoto, a cui hanno partecipato una delegazione dall'Italia, guidata dal presidente della Comunità, Marco Impagliazzo, e altre delegazioni dal Salvador e da Cuba.

L'incontro e la liturgia celebrata insieme costituiscono una sorgente di forza per proseguire nella lotta contro il terribile male che si è abbattuto sul Paese.

In questi mesi infatti l'impegno delle Comunità haitiane per aiutare le vittime del terremoto è stato particolarmente intenso  e sostenuto con affetto dalle Comunità di ogni parte del mondo.

Alla liturgia hanno partecipato anche alcuni anziani le cui case sono state distrutte dal terremoto.

 

 

Moltissime sono le chiese distrutte dal terremoto.

 

La delegazione della Comunità con mons. Pierre Dumas,
presidente della Caritas haitiana


APPROFONDIMENTI
CONTINUIAMO AD ESPRIMERE LA NOSTRA SOLIDARIETA’ CON LE VITTIME DEL TERREMOTO DI HAITI:

DONAZIONE ONLINE”
causale “Haiti-  Emergenza terremoto"


oppure

c/c bancario e postale
807040
Comunità di S.Egidio-ACAP Onlus
IBAN: IT67D0760103200000000807040

SWIFT:
BPPIITRRXXX
 LEGGI ANCHE
• NEWS
14 Novembre 2016
BRUXELLES, BELGIO

Prosegue l'impegno di Sant'Egidio per l'Iraq: oggi a Bruxelles una Giornata di Studio con il Comitato per la Riconciliazione

IT | ES | DE | FR | PT
31 Ottobre 2016
BAGHDAD, IRAQ

Sant'Egidio in Iraq: aiuti umanitari e dialogo nazionale e interreligioso per superare la crisi

IT | EN | ES | DE | FR | PT | RU
29 Agosto 2016
ABIDJAN, COSTA D'AVORIO

Con gli occhiali nuovi alla Scuola della Pace di Abidjan

IT | ES | DE | FR | PT | CA
8 Luglio 2016
MALAWI

Nel campo profughi di Luwani, dove sono migliaia di mozambicani, arrivano gli aiuti di Sant'Egidio Malawi

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | RU
4 Luglio 2016
LIBIA

Aiuti umanitari in Libia dopo l'accordo firmato a Sant'Egidio: consegnato il primo container di medicinali

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | HU
10 Giugno 2016
ECUADOR

Sant'Egidio invia aiuti umanitari alla popolazione sfollata dal terremoto in Ecuador

IT | ES | FR
tutte le news
• STAMPA
16 Novembre 2016
Münstersche Zeitung

"Grazie mille, Papa Francesco"

2 Novembre 2016
Il Sole 24 ore - Sanità

Connessi al Centrafrica

31 Ottobre 2016
Vatican Insider

Iraq, Sant’Egidio: servono aiuti umanitari e dialogo per superare la crisi

2 Agosto 2016
kath.ch

«Wer willkommen geheissen wird, radikalisiert sich kaum»

21 Giugno 2016
Huffington Post

La riunificazione della Libia passa (anche) dal Fezzan

7 Aprile 2016
Domradio.de

"Mauer und Stacheldraht nicht die Lösung"

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

Matteo Zuppi

Dieci anni della Comunità di Sant’Egidio con l’Albania: Intervento di Don Matteo Zuppi

Piero Bestaggini

Progetto AIDS in Mozambico: un programma per il rafforzamento generale della sanità e per la lotta all'AIDS. Relazione di Piero Bestaggini

Hinao Nagao

- “Il Giappone dopo il sisma - lavorare affinché germogli vigorosi nascano da questi grandi nodi” di Hinao Nagao

tutti i documenti

FOTO

543 visite

151 visite

464 visite

186 visite

529 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri