Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
19 Giugno 2011 | GIAPPONE

Una delegazione della Comunità di Sant'Egidio in Giappone, nei luoghi colpiti tre mesi fa dallo tsunami

 
versione stampabile

A tre mesi dal drammatico terremoto in Giappone, una delegazione della Comunità di Sant’Egidio si è recata nelle zone colpite dallo tsunami, nel nord del Paese. La violenza delle acque ha provocato la scomparsa di interi villaggi. Si tratta di molti tra gli insediamenti lungo circa 400 chilometri della costa che si affaccia sull’oceano Pacifico. Un calcolo approssimativo conta circa 23.000 persone scomparse, ma le ricerche sono ancora in atto

La delegazione si è fermata in particolare in uno dei due villaggi quasi completamente rasi al suolo, Rikuzentakata, a nord di Sendai. Su 26.000 abitanti del villaggio il numero delle vittime si aggira sulle 4000 persone e 15.000 sono rimasti senza casa. La maggioranza sono anziani – circa il 35% dei sopravvissuti ha più  di 65 anni – molti dei quali rimasti assolutamente soli.

Anche il sindaco, Futoshi Toba di 46 anni, ha perso la moglie nello tsunami. Sono bastati 20 minuti dopo il terremoto - ha raccontato  -  quel venerdì 11 marzo, perché le onde del mare, alte oltre trenta metri, arrivassero ad invadere il paese, fino a 13 chilometri all'interno.

La delegazione ha visitato i luoghi di accoglienza e gli alloggi provvisori dove vive la gente e incontrato mons. Hiraga, il vescovo di Sendai, la diocesi che comprende tutte le zone colpite, esprimendogli la vicinanza e la solidarietà della Comunità di Sant'Egidio, legata da tanti anni di amicizia con il Giappone.

 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
20 Settembre 2017
MYANMAR (BIRMANIA)

Aiutiamo i profughi rohingya rifugiati in Bangladesh

IT | DE
15 Settembre 2017
LIVORNO, ITALIA

Alluvione a Livorno: la Comunità, insieme ai nuovi europei, in aiuto delle persone colpite

3 Agosto 2017
BANGUI, REPUBBLICA CENTRAFRICANA

Missione umanitaria di Sant'Egidio a Bangui in Centrafrica. Un passo per l'implementazione dell'accordo di pace

IT | ES | FR
8 Luglio 2016
MALAWI

Nel campo profughi di Luwani, dove sono migliaia di mozambicani, arrivano gli aiuti di Sant'Egidio Malawi

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | RU
4 Luglio 2016
LIBIA

Aiuti umanitari in Libia dopo l'accordo firmato a Sant'Egidio: consegnato il primo container di medicinali

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | HU
26 Novembre 2013

Sant'Egidio prosegue gli aiuti nelle Filippine: l'emergenza non è finita

IT | ES | DE | FR | PT
tutte le news
• STAMPA
28 Giugno 2012
UCAnews

North Korea makes rare overture for food aid from the Vatican

29 Gennaio 2012
UCAnews

Italian ship tragedy involves foreign workers

26 Gennaio 2012
La Nazione

Numerosi dipendenti della nave accolti a Sant’Egidio

29 Settembre 2010
L'Osservatore Romano

In Pakistan non solo conflitti

25 Settembre 2010
Agenzia Fides

ASIA/PAKISTAN - La Comunità di Sant’Egidio: “Profughi anonimi, accampati perfino nel cimitero”

20 Settembre 2010
AICA

Islamabad (Pakistán) - Llegan las ayudas enviadas por la Comunidad de San Egidio

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
3 Luglio 2014
FILIPPINE

Filippine. I vescovi: no al ripristino della pena di morte

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Appeal "No justice without life" Manila 2014

Il Giappone proporrà l'abolizione della pena di morte

No justice without life 2014,Tokyo - Intervento di Alberto Quattrucci

No justice without life 2014,Tokyo - Intervento di Mario Marazziti

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

tutti i documenti

FOTO

430 visite

451 visite

422 visite

431 visite

636 visite
tutta i media correlati