Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
26 Settembre 2011 | BARI, ITALIA

Testimonianze dall'Afghanistan e dalla Libia alla veglia di preghiera "Morire di speranza" a Bari (Italia)

 
versione stampabile

Vent’anni fa la nave Vlora approdava a Bari. Per migliaia di albanesi fu la liberazione da un paese prigione e l’inizio di una nuova vita. Bari fu chiamata ad uno sforzo di accoglienza senza precedenti.

Oggi la città vive una sfida analoga, senza i tratti dell’emergenza e dei grandi numeri, ma sembra rispondere con indifferenza e freddezza.

La presenza di un grande centro di accoglienza per richiedenti asilo ha fatto del capoluogo pugliese uno degli approdi – temporaneo, ma per alcuni stabile - di quanti hanno attraversato il deserto e il mare per raggiungere l’Europa.

 

Un viaggio terribile, che costa la vita ad almeno una persona su dieci che lo intraprendono. Lo sanno bene Rahimi e Kone, che hanno portato la loro testimonianza alla preghiera “morire di speranza”, mercoledì 21 settembre nella chiesa di San Marcello a Bari.

Originario dell’Afghanistan, Rahimi è stato espulso per motivi politici dall’Iran dove risiedeva con la moglie e i tre figli. A tutti loro è  stata revocata la cittadinanza, e da apolidi hanno avuto una settimana di tempo per vendere tutto e fuggire. Il viaggio in mare verso l’Italia è durato cinque giorni, senza cibo né acqua. Nelle stesse condizioni ha viaggiato per tre giorni il giovane ivoriano Koné, che in Libia ha lavorato regolarmente fino allo scoppio della rivoluzione, quando i migranti africani sono stati presi di mira dai gruppi ribelli. Minacciato di morte, percosso, Koné ha perso tutto e appena ha potuto si è imbarcato insieme ad altre duecento persone.

Due storie che fanno comprendere lo spessore e la drammaticità delle vicende umane dei migranti  Rahimi e Koné, insieme a tanti italiani e stranieri presenti alla preghiera, hanno ascoltato con grande commozione la lunga teoria di nomi delle vittime dei viaggi verso l’Europa, per invocare dal Signore pietà e protezione. Sono ormai quasi diciottomila i morti accertati nel Mediterraneo dail 1991 a oggi, molti dei quali sconosciuti, ma i cui  nomi sono noti al Signore”.

La veglia, presieduta da don Gianni De Robertis, direttore di “Migrantes”, nel fare memoria di questo massacro contemporaneo ignorato, che ha assunto le dimensioni di una guerra, ha richiamato tutti i baresi un atteggiamento nuovo, di accoglienza e apertura.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
11 Febbraio 2017

Decreto immigrazione, l'appello di Impagliazzo al Parlamento: ''Si ispiri a princìpi di umanità e integrazione''

9 Febbraio 2017

Sant'Egidio fa festa per i 49 anni con il popolo della Comunità

IT | ES | DE | FR | PT | CA
6 Febbraio 2017
ROMA, ITALIA

Capodanno cinese all'Esquilino, l'integrazione comincia dai bambini

1 Febbraio 2017
ADDIS ABEBA, ETIOPIA

30° Summit dell’Unione Africana, una delegazione di Sant’Egidio incontra il nuovo presidente Moussa Faki

IT | ES | DE | PT
19 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Senza dimora morto a Roma: non restiamo indifferenti. Domani veglia di preghiera

13 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Roma, a San Basilio si prega per la pace e la riconciliazione: ecco il volto umano e accogliente del quartiere

tutte le news
• STAMPA
23 Febbraio 2017
Main-Post

Abschiebung in die Ungewissheit

21 Febbraio 2017
Famiglia Cristiana

Se sei disabile non puoi diventare italiana: la storia di Cristina

13 Febbraio 2017
Roma sette

Migrantes e Sant’Egidio: delusione per interventi su migranti

3 Febbraio 2017
Huffington Post

Marco Impagliazzo: Il ponte di Francesco, il muro di Donald

24 Gennaio 2017
Huffington Post

Dopo diciotto anni e nove tentativi Cristina è riuscita finalmente a diventare italiana

22 Gennaio 2017
Avvenire - Ed. Lazio Sette

«L'integrazione, interesse di tutti»

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Preghiera per Elard Alumando

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Predicazione di Mons. Vincenzo Paglia alla veglia di preghiera per la pace e in memoria delle vittime degli attacchi terroristici a Parigi

Omelia di S.E. Paul R. Gallagher per la commemorazione dei martiri contemporanei

Omelia della liturgia in memoria di coloro che sono morti per gravi malattie, 1 novembe 2014, Roma

tutti i documenti
• LIBRI

La parola di Dio ogni giorno 2017





San Paolo

Das Wort Gottes jeden Tag 2016/2017





Echter Verlag
tutti i libri

FOTO

1213 visite

1173 visite

1147 visite

1119 visite
tutta i media correlati