Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
13 Gennaio 2012 | ROMA, ITALIA

Comunicato stampa sulla rimozione delle "Pietre della Memoria" a Roma

 
versione stampabile

La Comunità di Sant’Egidio esprime sdegno e sconcerto per il vile e premeditato atto antisemita compiuto la scorsa notte ai danni della Comunità ebraica di Roma e, in particolare, della famiglia Spizzichino, una delle più colpite dalla tragedia della Shoah.

Lo sradicamento delle pietre della Memoria, con incisi i nomi delle tre sorelle Letizia, Elvira e Graziella, deportate ad Auschwitz e Bergen Belsen in quel tragico ottobre del ’43, è un gesto che  riempie di sgomento e conferma la necessità di vigilare per prevenire fenomeni di razzismo e antisemitismo, purtroppo in crescita nella nostra città e in Italia.

Roma non deve dimenticare l’offesa che gli ebrei patirono con la deportazione e lo sterminio nazisti. Ogni iniziativa che serva a mantenerne vivo il ricordo – e l’idea di collocare le “pietre d’inciampo” davanti ai portoni delle case dove le vittime furono prelevate è particolarmente suggestiva ed efficace – deve essere incoraggiata e sostenuta con forza, perché  non c’è futuro senza memoria. Ci stringiamo con affetto attorno agli amici ebrei di Roma e alla famiglia Spizzichino, ancora una volta offesi da un gesto così insensato.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
5 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Il Rabbino capo di Roma Riccardo di Segni in visita alla casa per persone disabili della Comunità di Sant'Egidio

15 Novembre 2016
BARCELLONA, SPAGNA

A Barcellona Sant'Egidio e la Comunità Ebraica fanno memoria della ''Notte dei Cristalli''

IT | ES | CA
8 Novembre 2016
FIRENZE, ITALIA

La memoria dissipa il maltempo. Marcia silenziosa a Firenze per ricordare la deportazione degli Ebrei

IT | HU
20 Ottobre 2016

Unesco: “Negata la verità storica sul Monte del Tempio di Gerusalemme. La città santa per ebraismo, cristianesimo e islam non sia strumentalizzata a fini politici”.

IT | ES | DE
15 Ottobre 2016
ROMA, ITALIA

Memoria della deportazione degli ebrei romani del 16 ottobre 1943: una radice di umanità contro l'indifferenza

IT | ES | DE | FR | PT | RU
14 Ottobre 2016
ROMA, ITALIA

Marcia in memoria della deportazione degli ebrei romani

IT | PT
tutte le news
• STAMPA
30 Novembre 2016
Main-Post

Dem Vergessen könnte das Morden folgen

29 Novembre 2016
Volksblatt

Erinnerung an Deportation jüdischer Würzburger vor 75 Jahren - Warnungen vor aktuellen Entwicklungen

14 Ottobre 2016
Vatican Insider

Deportazione degli ebrei di Roma, una marcia per ricordare perchè “Non c’è futuro senza memoria”

29 Settembre 2016
Vatican Insider

La percezione dello “Spirito di Assisi” nel mondo ebraico

15 Aprile 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera

La paura della guerra può avvicinare le fedi

12 Febbraio 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Segni dei tempi della Memoria

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
12 Novembre 2016 | BARCELLONA, SPAGNA

Marcia in memoria della deportazione degli ebrei

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Per un mondo senza razzismo – per un mondo senza violenza

Comunità di Sant'Egidio

APPELLO FINALE - Pellegrinaggio ad Auschwitz-Birkenau

Zuccari Alessandro

NON C'È FUTURO SENZA MEMORIA - Intervento di apertura di Alessandro Zuccari, Comunità di Sant'Egidio

Toaff Elio

NON C'È FUTURO SENZA MEMORIA - Intervento di Elio Toaff, Rabbino capo di Roma

Riccardi Andrea

Andrea Riccardi, Comunità di Sant'Egidio NON C'È FUTURO SENZA MEMORIA

Leone Paserman

NON C'È FUTURO SENZA MEMORIA - Intervento di Leone Pasermann, Presidente della Comunità ebraica di Roma

tutti i documenti
• LIBRI

Milano, 30 gennaio 1944





Guerini e Associati

Trialoog





Lannoo Uitgeverij N.V
tutti i libri

VIDEO FOTO
6:36
Giornata della memoria: non dimentichiamo la Shoah

515 visite

522 visite

522 visite

553 visite

554 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri