Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
26 Marzo 2012 | NOVAYA MOSKVA, RUSSIA

Sant'Egidio ricorda i senza dimora:

preghiera per Lilia e gli amici uccisi dal freddo in strada

Al Convegno “Una città più umana: uno sguardo ai senza fissa dimora”, una serie di proposte per migliorare la condizione di chi vive in strada  
 
versione stampabile

Immagini della preghiera per Lilia e tutti i senza fissa dimora morti per la durezza della vita in strada, organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio a MoscaDomenica 25 marzo, a Mosca, nella parrocchia ortodossa dei Santi Cosma e Damiano, gli amici della Comunità di Sant'Egidio ha organizzato una preghiera in memoria di tutti i senza fissa dimora che in questi anni sono morti per le strade della città.

Questo ricordo si svolge ogni anno dal 2006, dopo la morte per assideramento di Lilia, una delle prime persone senza fissa dimora conosciuta dagli amici della Comunità di Sant'Egidio. Purtroppo a Mosca le strade sono ancora innevate e la temperatura è tuttora sotto lo zero, pertanto per molti poveri della città questo inverno gelido continua a provocare disagi, malattie e, in alcuni casi, morti per freddo.

Non esistono cifre precise su quante persone siano morte quest'inverno a Mosca, le cifre più ottimistiche parlano di almeno 35 morti. Le organizzazioni che lavorano Immagini della preghiera per Lilia e tutti i senza fissa dimora morti per la durezza della vita in strada, organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio a Moscain questo campo sostengono molto di più.

Ciò che va constatato, tuttavia, è che il numero delle morti è sensibilmente calato, anche grazie alle iniziative volte a sensibilizzare le istituzioni e i cittadini che gli amici della Comunità di Sant'Egidio hanno organizzato negli ultimi anni. Su proposta della Comunità di Sant'Egidio, sostenuta dalle altre organizzazioni ortodosse che si occupano di poveri, quest'inverno nei giorni più freddi si è maggiormente tollerata la presenza dei poveri nelle stazioni della metropolitana, cosa che in passato non avveniva. Inoltre il comune ha allestito dei punti di soccorso in alcune zone della città.

Alla preghiera per i senza fissa dimora morti per strada hanno partecipato molti poveri, ma anche gente comune, parrocchiani, giovani universitari e numerosi giornalisti. Tutti hanno preparato qualcosa da mangiare per il Un momento di ristoro al termine della preghiera per Lilia e tutti i senza fissa dimora morti per la durezza della vita in strada, organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio a Moscarinfresco allestito alla fine della preghiera.

La commozione dei poveri era visibile sui loro volti, ma era evidente anche la speranza di tanti loro amici che non si rassegnano a sognare e a lavorare per una città più umana, in cui i senza fissa dimora siano accolti con maggiore umanità.

Quest'anno, per la prima volta, alla fine della preghiera, c'è stato un momento particolarmente significativo: sono state raccolte delle offerte per i poveri di Mosca ma anche per i poveri lontani, in particolare per i malati di AIDS del programma DREAM della Comunità di Sant'Egidio.

Molto toccante è stato vedere come anche i senza fissa dimora hanno partecipato alla colletta, dando tutto quello che potevano con estrema generosità. Come è stato spiegato nell'introduzione alla colletta, infatti, gli amici Un momento di ristoro al termine della preghiera per Lilia e tutti i senza fissa dimora morti per la durezza della vita in strada, organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio a Moscadella Comunità di Sant'Egidio credono che nessuno sia troppo povero o debole da non poter fare o dare qualcosa, anche pochissimo, per gli altri.

UN VIDEO >

 

 

 

 

 

 

OGGETTI ASSOCIATI
VIDEO
2:38
Ucraina, Sant'Egidio promuove una rete di aiuto tra i senza tetto

 LEGGI ANCHE
• NEWS
23 Gennaio 2017

Riscaldiamo l'inverno delle persone senza dimora: sono nostri amici, continuiamo ad aiutarli

IT | FR
18 Gennaio 2017
KIEV, UCRAINA

A Kiev la cena itinerante di Sant'Egidio a -11°C: pasti caldi e coperte per salvare la vita dei senzatetto

IT | DE | FR
17 Gennaio 2017

A Roma si aprono nuovi spazi per l'accoglienza ai senza dimora. Ma è urgente fare di più

IT | HU
16 Gennaio 2017

In questi giorni di tanto freddo penso e vi invito a pensare a tutte le persone che vivono per la strada

IT | EN | DE | FR | PT
14 Gennaio 2017
ROMA, ITALIA

Una chiesa diventa casa per i più poveri: san Calisto aperta da Sant'Egidio per l'emergenza freddo

IT | ES | DE | RU
12 Gennaio 2017
ROMA, ITALIA

Una notte al seguito di un gruppo di Sant'Egidio tra i senzatetto di Roma

IT | FR
tutte le news
• STAMPA
23 Gennaio 2017
Gazzetta di Parma

Servono coperte e giacche per i senzatetto

19 Gennaio 2017
ANSA

Coperte per senzatetto raccolte a Genova

16 Gennaio 2017
Avvenire

Roma. Emergenza freddo: per i senzatetto chiese aperte, auto e coperte

14 Gennaio 2017
L'Osservatore Romano

Per l'emergenza freddo. Senzatetto a San Calisto

13 Gennaio 2017
Corriere della Sera - Ed. Roma

Roma, il Vaticano apre le porte della chiesa di San Calisto ai clochard

13 Gennaio 2017
Vatican Insider

Una chiesa del Vaticano aperta per far dormire i senzatetto

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

La guida "Dove mangiare, dormire, lavarsi a Napoli e in Campania" 2016

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Le persone senza dimora a Roma

La povertà in Italia

tutti i documenti
• LIBRI

Rapporto sulla povertà a Roma e nel Lazio 2012





Francesco Mondadori

Keerpunt





Lannoo Uitgeverij N.V
tutti i libri

FOTO

160 visite
tutta i media correlati