Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
8 Maggio 2000

Roma - Primo Congresso Internazionale del movimento "Viva gli anziani"

 
versione stampabile

Si è svolto a Roma dal 7 al 9 maggio il primo congresso internazionale del movimento "Viva gli anziani" a cui hanno preso parte oltre tremila anziani provenienti da ogni parte del mondo. Gli anziani hanno avuto la celebrazione giubilare nella basilica di San Paolo Fuori le Mura. La domenica, in Piazza San Pietro, il papa ha rivolto loro un saluto.

9 maggio 2000

Santa Messa celebrata dal Cardinale Francis Arinze alla presenza della Comunità di Sant'Egidio
La forza travolgente degli anziani: in tremila nella basilica di San Paolo

 

Piegata sotto il peso degli anni e della vita, Anna si trascina sotto la Porta Santa, sorretta da una giovane ragazza che l'assiste e aiutata da un esile bastone. Bacia con profonda devozione l'immagine raffigurante il mosaico dell'abside di Santa Maria in Trastevere che Cristina le dona in ricordo di questo giorno, e cammina lentamente verso il suo posto, lungo la navata centrale della basilica di san Paolo. Inizia così il Giubileo di Anna e dei tantissimi amici della Comunità di Sant'Egidio, arrivati a Roma in occasione del Congresso Internazionale del Movimento "Viva gli anziani": il bacio all'Evangelario nell'atrio della basilica ostiense, il passaggio della Porta Santa e, oltre quella soglia, l'abbraccio affettuoso di Cristina Marazzi e Marco Impagliazzo, che salutano ad uno ad uno gli anziani pellegrini al loro arrivo in basilica.

"Oggi, a san Paolo, siamo circa tremilaseicento persone: e quasi tremila sono anziani - spiega Silvia Marangoni, coordinatrice del servizio anziani della comunità di Sant'Egidio e rappresentante del Movimento Internazionale "Viva gli anziani" -. Siamo qui all'insegna del ringraziamento, della lode a Dio per i lunghi anni che sono stati donati.. .è tra l'altro, un'occasione per preparare il Grande Giubileo degli Anziani, che sarà celebrato dal Santo Padre, a San Pietro, il diciassette settembre".

Sui cartelli che aprono la strada ai vari gruppi di cui si compone questo movimento, si leggono i nomi di città italiane, europee, sudamericane. "Sono presenti delegazioni sia dall'Europa, sia dall'America Latina: El Salvador, Guatemala, Argentina.., paesi nei quali la crescita della popolazione anziana è un fenomeno recente, e che nei prossimi decenni, rappresenterà un problema piuttosto vivo, in ambienti già molto provati dalla povertà e dal degrado", continua la rappresentante del Movimento. "E poi rappresentanze europee, sia dai paesi dell'Est, come l'Ungheria, la Repubblica Ceca, l'Ucraina, Mosca, sia dall'Europa occidentale, dalla Francia, dalla Germania, dall'Irlanda e, soprattutto, dall'Italia". Tra tutti, una grande solidarietà: "Per gli anziani provenienti dai paesi più poveri, questa è davvero l'unica possibilità di celebrare il Giubileo a Roma: chiaramente sono state fatte delle sottoscrizioni per consentire la partecipazione di questi anziani più poveri. Ed è stato molto bello, perché gli anziani europei si sono fatti carico di coprire le spese dei loro coetanei che provengono da paesi bisognosi", commenta Silvia Marangoni, sottolineando i frutti di questa iniziativa. "E occuparci dei movimenti più poveri, non ha significato dimenticare i paesi poveri: come segno concreto di questo pellegrinaggio che si sta compiendo, sono state raccolte delle offerte per il Mozambico, recentemente colpito da una tremenda alluvione, che ha causato danni le cui conseguenze si ripercuoteranno per tanto tempo".

La generosità, la gioia, l'importanza dell'anziano nella società e nella Chiesa, sono stati i temi affrontati nell'omelia dal Cardinale Francis Arinze, Presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Inter-Religioso, che ha presieduto la celebrazione: "Gesù Cristo: ieri, oggi, sempre. È nel suo nome che siamo raccolti per questo Giubileo del Movimento "Viva gli anziani": gli anziani varcano la Porta Santa. Giubileo vuol dire anche la gioia caratteristica di questa celebrazione: è la nostra gioia perché il Signore ci dà la possibilità di partecipare in modo tutto speciale, ai frutti della redenzione, che Cristo ha guadagnato per noi", esordisce il Cardinale, rivolgendosi ai fedeli che affollano la basilica.

"Fratelli e sorelle, chiediamoci perché gli anziani devono essere gioiosi. Innanzi tutto perché Gesù Cristo, Figlio di Dio, è il nostro salvatore: Egli ha dato la vita per noi. Morto e risorto il terzo giorno, Gesù ci allieta con il dono di essere Figli di Dio, come dice la Chiesa nella preghiera di apertura di questa messa. Siamo figli di Dio, perciò siamo gioiosi (...)".

"La Chiesa, la società, i giovani, attendono molto dagli anziani. Nella Bibbia, anche solo nel Nuovo Testamento, vediamo alcuni anziani che sono come modelli: Simeone, che attendeva da anni l'arrivo del Salvatore. Quando Maria e Giuseppe portano il bambino Gesù nel tempio, Simeone era contento, ha dato lode a Dio, ha detto al Signore: puoi anche chiamarmi, adesso, sono contento. Anna aveva circa ottant'anni, pregava nel tempio, digiunava, ha dato testimonianza. Zaccaria ed Elisabetta avevano una certa età quando il Signore fa il miracolo di dare loro un bambino, Giovanni Battista, per preparare la via al Signore".

"Poniamoci una seconda domanda", continua il Porporato, "quale contributo si aspettano la società, la Chiesa, i giovani, dagli anziani? La risposta è: molto. Per prima cosa: la preghiera, che è una forza reale, non è qualcosa che noi facciamo quando non possiamo fare nient'altro. Gli anziani forse qualche volta hanno un po' più di tempo dei giovani, per mettersi in contatto con il Signore. I giovani hanno molto da fare, o dicono di aver molto da fare, o pensano di avere molto da fare. Gli anziani, con più equilibrio, possono vedere più chiaramente che bisogna dare più tempo al Signore, alla preghiera".

"E poi gli anziani, a causa della loro esperienza di anni, a causa anche della loro sofferenza di anni, perché la sofferenza è la scuola più grande... gli anziani hanno più saggezza da trasmettere ai giovani", prosegue il Porporato, ricordando l'importanza dell'anziano per la società. "Gli anziani possono ispirare ai giovani come comportarsi, quando le cose non vanno come vogliamo, e le cose non vanno sempre come le vogliamo: a volte ci sono contrattempi, a volte abbiamo qualcosa da soffrire: ma chiunque ha qualcosa da soffrire ha anche qualcosa da offrire".

LUCIANA CORETTO

 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
9 Dicembre 2016
OSTIA, ITALIA

Artisti disabili danno forma e parole alla forza e alla fragilità degli anziani. In mostra a Ostia

7 Dicembre 2016
LONDRA, REGNO UNITO

A Londra c'è una tavola apparecchiata per i poveri, si chiama ''Our Cup of Tea''. Il video della BBC

IT | EN | DE | FR | PT | HU
3 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

3 dicembre, Giornata Mondiale delle Persone con Disabilità: Sant'Egidio inaugura la mostra ''La forza degli anni''

IT | DE | HU
18 Novembre 2016
MANAGUA, NICARAGUA

A Managua anziani e giovani attraversano insieme la Porta Santa

IT | ES | DE | CA
16 Novembre 2016
BEIRA, MOZAMBICO

Il Giubileo della Misericordia nella periferia africana: la preghiera di Sant'Egidio con gli anziani di Nhangau

IT | ES | DE | PT
18 Ottobre 2016
DISTRETTO DI LIMA, PERU

Il Giubileo della Misericordia con gli anziani e i senza dimora di Lima

IT | ES
tutte le news
• STAMPA
5 Dicembre 2016
Corriere della Sera

La chiave sotto una campana di vetro. Misteriose opere di artisti disabili

6 Novembre 2016
Würzburger katholisches Sonntagsblatt

Von Gott berührt

31 Ottobre 2016
La Nazione

Giubileo degli anziani e festa di Sant'Abramo in Santissima Annunziata a Firenze

17 Ottobre 2016
Il Mattino di Padova

Quella "cultura dello scarto" simbolo della nostra crisi

14 Ottobre 2016
Il Mattino di Padova

Sant'Egidio. Giubileo degli anziani al Santo

3 Settembre 2016
La Repubblica - Ed. Genova

In campo anche i liceali volontari a Sant'Egidio

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
17 Novembre 2016 | ROMA, ITALIA

Caregiver: consegna dei diplomi del corso promosso da ASL Roma1 e Sant'Egidio

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Intervento di Irma, anziana romana, durante la visita di papa Francesco a Sant'Egidio

Programma della Campagna della Cortesia verso gli anziani "Vive les Ainés"

Programma "W gli anziani": attività con gli anziani a Roma nel luglio e agosto 2013

Scheda sintetica del programma "W gli anziani"

Giovani e anziani per un estate di solidarietà 2013

tutti i documenti
• LIBRI

La fuerza de los años





Ediciones Sígueme
tutti i libri

FOTO

518 visite

582 visite

530 visite

550 visite

542 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri