Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
18 Marzo 2002

Maputo (Mozambico) - Iniziata la terapia dell'AIDS con i farmaci antiretrovirali a Matola

 
versione stampabile

A Matola, dove da mesi è attivo il servizio di assistenza domiciliare ai malati di AIDS, la Comunità ha introdotto la terapia completa con i farmaci antiretrovirali, grazie all'avvio del primo laboratorio di biologia molecolare.

A Matola, grande città sobborgo di Maputo, la capitale del Mozambico, la Comunità ha cominciato a prendersi cura, nel corso dell’ultimo anno, di molti malati di AIDS attraverso un servizio di assistenza domiciliare appositamente realizzato. Oggi, con grande soddisfazione, abbiamo avviato, per i primi malati, il regime completo di terapia antiretrovirale specificamente diretto contro il virus. 

Questo risultato è stato reso possibile anche dalla realizzazione del primo laboratorio pubblico di biologia molecolare del paese e di tutta l’ Africa Australe, che ha consentito di effettuare tutte le necessarie analisi e che ci permetterà di seguire nel tempo i risultati della terapia. 


Il laboratorio di Maputo

Avevamo molta fretta anche perché purtroppo in questi mesi abbiamo potuto constatare quanto divenga breve la vita di coloro che sono infettati dal virus. Ma da oggi, finalmente, l’AIDS non sarà una condanna senza appello. 


Inaugurazione 
del centro di assistenza domiciliare

Il nostro centro di assistenza domiciliare diviene così un luogo di resurrezione per tante madri e tanti padri, di sopravvivenza per i loro figli, un primo grande segno di vittoria contro la malattia. Speriamo che la cura raggiunga presto tanti altri e che questo primo risultato sostenga e incoraggi la solidarietà di tutti.

Leonardo Emberti


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Dicembre 2016

A Natale aiuta una madre a far nascere un bambino sano: regala un'adozione a distanza!

1 Dicembre 2016

1 dicembre, Giornata Mondiale contro l'AIDS 2016. Per il futuro dell'Africa

IT | DE | FR | HU
16 Novembre 2016
BEIRA, MOZAMBICO

Il Giubileo della Misericordia nella periferia africana: la preghiera di Sant'Egidio con gli anziani di Nhangau

IT | ES | DE | PT
11 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Aids, il Premio Feltrinelli al programma DREAM ''per un'impresa eccezionale di alto valore morale e umanitario''

10 Novembre 2016

Aids, il Premio Antonio Feltrinelli dell’Accademia dei Lincei al programma DREAM

IT | FR | PT
13 Ottobre 2016
BANGUI, REPUBBLICA CENTRAFRICANA

Una delegazione di Sant'Egidio incontra il Presidente della Repubblica Centrafricana Touadéra

IT | EN | ES | DE | FR | PT | RU | HU
tutte le news
• STAMPA
1 Dicembre 2016
Zenit

Africa: 300mila sieropositivi curati da Sant’Egidio

11 Novembre 2016
Radio Vaticana

Aids in Africa: premiato progetto Dream di Sant'Egidio

10 Novembre 2016
Vatican Insider

Aids, il Premio “Antonio Feltrinelli” dell’Accademia dei Lincei al programma DREAM di S.Egidio

4 Ottobre 2016
Notizie Italia News

In Mozambico il popolo ha sete di pace e non vuole tornare indietro - Intervista a don Angelo Romano

8 Settembre 2016
Avvenire

Malawi. Al confine 4mila i profughi dal Mozambico

18 Luglio 2016
OnuItalia

Il centro DREAM di Blantyre (Malawi) dedicato al responsabile Elard. A Durban Ban apre AIDS2016

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

The Goal of a DREAM

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

Marc Spautz

Discorso di Marc Spautz, ministro della Cooperazione del Lussemburgo

Impagliazzo Marco

Marco Impagliazzo: Afrique: terre d’opportunités

Andrea Riccardi

Saluto di Andrea Riccardi in ricordo di Ana Maria Muhai

Rossella Rizzi

Un sogno per l'Africa

tutti i documenti
• LIBRI

Eine Zukunft für meine Kinder





Echter Verlag

Un domani per i miei bambini





PIEMME
tutti i libri

FOTO

146 visite

146 visite

155 visite

156 visite

158 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri