change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
6 Luglio 2012 | DAMASCO, SIRIA

Sant'Egidio in Siria per aiutare i profughi

Aiuti umanitari: farmaci e supporto nutrizionale per bambini e famiglie nei centri di rifugiati gestiti dai religiosi francescani e gesuiti siriani

 
versione stampabile

La Comunità di Sant’Egidio, da qualche mese, ha iniziato a cercare strade possibili per aiutare a ridurre disagio e sofferenze in Siria, nella terribile crisi attuale.

Recentemente, sono iniziati due programmi di aiuto diretti alla popolazione civile, implementati insieme ai Francescani e ai Gesuiti siriani, a Damasco e nella zona di Homs.

Damasco

La gran parte dei profughi sono ancora all’interno della Siria. In particolare a Damasco si sono riversate, negli ultimi mesi, molte famiglie provenienti da Homs e altre città, che hanno perso tutto.

Per dare un'idea delle dimensioni del fenomeno: a Homs, fino a 17 mesi fa, nella Città Vecchia, vivevano almeno 90 mila cristiani di tutte le denominazioni. Ora ne sono rimasti un centinaio, e un solo prete.

L'impoverimento è generalizzato: anche chi stava economicamente bene ha perso casa e lavoro.

A Damasco c’è una scuola tenuta dalle suore francescane, che è un punto di riferimento e di aiuti per chi non ha niente. Alcuni profughi sono ospitati direttamente, altri vengono aiutati regolarmente. Sant'Egidio sta cercando di rafforzare il dispensario e sono cominciate le distribuzioni di farmaci: medicine per i malati cronici, salvavita per chi è uscito dal circuito sanitario.

Nelle scorse settimane, una delegazione della Comunità si è recata in Siria: oltre a consegnare aiuti, sono stati fatti degli incontri con i rifugiati. C’è paura - comprensibile - a farsi fotografare, ma la partecipazione è stata larga e attenta.

E' iniziata la distribuzione di farmaci. Nei prossimi giorni si cercherà di raggiungere  i profughi e le famiglie in difficoltà al Nord del Paese, nel villaggio di Knajeh e nei dintorni, in modo da raggiungere più persone.

Distribuzione di medicine a Damasco Chiesa distrutta a Homs

Nella zona di Homs

L’Ard Center dista 8 chilometri da Al Quseir e non molti da Homs.

Da lì si va nelle cosiddette Valli cristiane, dove i villaggi si trovano sotto attacco e diventano strategici nello scontro. Ci sono 270 profughi che hanno portato al limite la capacità del Centro dei Gesuiti. Sono soprattutto donne, anziani e bambini provenienti dalle zone accanto dove ci sono scontri. Ci sono alcuni volontari che lavorano all’accoglienza.

Dalla fine di giugno la Comunità di Sant’Egidio provvede al loro sostegno assieme al JRS (Jesuit Refugee Service).

  I bambini nell'Ard Center
 

 

 

 

 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
29 Novembre 2017

In partenza una nuova missione di Sant'Egidio nei campi dei rohingya in Bangladesh

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID | PL
7 Novembre 2017
BANGLADESH

I primi aiuti di Sant'Egidio per i profughi rohingya arrivano nei campi in Bangladesh

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
20 Settembre 2017
MYANMAR (BIRMANIA)

Aiutiamo i profughi rohingya rifugiati in Bangladesh

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
15 Settembre 2017
LIVORNO, ITALIA

Alluvione a Livorno: la Comunità, insieme ai nuovi europei, in aiuto delle persone colpite

3 Agosto 2017
BANGUI, REPUBBLICA CENTRAFRICANA

Missione umanitaria di Sant'Egidio a Bangui in Centrafrica. Un passo per l'implementazione dell'accordo di pace

IT | ES | FR
8 Luglio 2016
MALAWI

Nel campo profughi di Luwani, dove sono migliaia di mozambicani, arrivano gli aiuti di Sant'Egidio Malawi

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | RU
tutte le news
• STAMPA
25 Novembre 2017
La Vanguardia

La Comunidad de San Egidio se vuelca con los rohinyá mientras se espera al Papa

14 Novembre 2017
Radio Vaticana

Viaggio tra i profughi Rohingya, fuggiti dal Myanmar

23 Agosto 2017
Domradio.de

"Franziskus kann für Umdenken sorgen"

16 Novembre 2016
Münstersche Zeitung

"Grazie mille, Papa Francesco"

2 Novembre 2016
Il Sole 24 ore - Sanità

Connessi al Centrafrica

31 Ottobre 2016
Vatican Insider

Iraq, Sant’Egidio: servono aiuti umanitari e dialogo per superare la crisi

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Sant’Egidio: Migranti, Siria, Cristiani in Medio Oriente

Cristiani in Medio Oriente: quale futuro?

Christians in the Middle East: What Future?

Omelia di S.E. Paul R. Gallagher per la commemorazione dei martiri contemporanei

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

tutti i documenti

FOTO

600 visite

638 visite

565 visite

199 visite

589 visite
tutta i media correlati