Le attività di solidarietà della Comunità di Sant'Egidio sono realizzate grazie al lavoro di volontari e sono finanziate tramite sottoscrizioni, contributi, donazioni, sia pubbliche che private.

Aiutaci ad aiutare

 

il tuo contributo può fare la differenza per tanti

scopri come, scegli tra

                  


change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
1 Gennaio 2013 | ROMA, ITALIA

Pace in tutte le terre

In migliaia in marcia per la pace con la Comunità di Sant'Egidio si uniscono al messaggio di papa Benedetto, per essere costruttori di pace ogni giorno.

 
versione stampabile

Oltre diecimila persone sono confluite in piazza San Pietro per l'Angelus del Papa con la marcia della pace organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio,  un «segno di rinnovata responsabilità di impegno nel cantiere della pace».

La manifestazione, che prende il nome di "Pace in tutte le terre", si svolge in oltre 650 città in diversi paesi, per segnare l'ingresso nel nuovo anno con un passo ed un impegno per la pace. Quest'anno cade a 50 anni dalla apertura del Concilio Vaticano II e dell'enciclica di papa Giovanni XXIII, «Pacem in terris» e vuole anche manifestare la «profonda adesione al significativo Messaggio di pace del Papa Benedetto XVI `Beati i costruttori di pace´

E' occasione di memoria dei conflitti aperti nel mondo: la guerra in Siria, e l'instabilità in Medio Oriente, le stragi in Nigeria, le vittime infinite in Iraq e Afghanistan, i nuovi conflitti in Africa Subsahariana, conflitti che testimoniano che la pace rimane una necessità nell'agenda del mondo. In questo senso, a Castel Sant'Angelo, prima dell'Angelus del Papa, una serie di interventi, tra cui quello di un giovane siriano, hanno aperto la marcia.

«Si può sognare la pace? La pace è possibile ha detto Benedetto XVI. Per questo siamo qui», ha detto il presidente di Sant'Egidio, Marco Impagliazzo, accogliendo i 10.000 partecipanti. «Vogliamo costruire la pace - ha aggiunto Impagliazzo - ogni giorno, con un pensiero lungo, avendo nel cuore i tanti drammi di questo tempo: dalla Siria e Medio Oriente alla Repubblica Democratica del Congo, pensando a tutte queste persone nel mondo in questo primo gennaio vissuto nel segno della speranza perché il mondo sta cambiando, crediamo che la storia può cambiare lavorando per la pace». 

Alla manifestazione hanno aderito più di 60 organizzazioni, tra cui: Azione Cattolica Italiana, Comunità Papa Giovanni XXIII, ACLI, FUCI, Società San Vincenzo de Paoli, UNITALSI, API-Colf, Retinopera, ICCRS- International Catholic Charismatic Renewal Services, Associazione ONG Italiane, Movimento Giovanile Salesiano, CSI, MASCI, Comunità «Nuovi Orizzonti», Mondo Migliore, Focsiv, MEIC, MCL, Movimento di Rinascita Cristiana, Emmaus, M.A.S.C.I., Movimento `Tra Noi´, AGESCI, FIDAE, Comitato Italiano per la Sovranità Alimentare, COLDIRETTI, Confcooperative, Rinnovamento nello Spirito Santo, Federazione Italiana delle Associazioni Cristiane dei Giovani - YMCA, Equipe Notre Dame, Istituzione Teresiana, CVX Comunità di Vita Cristiana.

Guarda la photogallery

 

 LEGGI ANCHE
• NEWS
2 Marzo 2015

Perché è importante l'appello per la riconciliazione in Centrafrica firmato a Sant'Egidio?


Ne parliamo con Mauro Garofalo, della Comunità di Sant'Egidio, che ha seguito tutte le fasi delle trattative che hanno portato alla firma dell'accordo preelettorale tra le principali personalità del Paese.
28 Febbraio 2015

Svolta per la Repubblica Centrafricana:i leader dei principali partiti firmano un documento per elezioni libere e democratiche


Conferenza Stampa, Sala della Pace, Piazza Sant'Egidio, 3 alle ore 10,30
IT | ES
28 Febbraio 2015
ROMA, ITALIA

FIRMATO A SANT’EGIDIO L’APPELLO PER LA RICONCILIAZIONE NAZIONALE IN CENTRAFRICA


Sottoscritto da nove personalità fra cui 4 ex premier. Il compiacimento del presidente del Congo, mediatore internazionale. Andrea Riccardi: “Un segnale di speranza per tutti”
IT | ES | DE
25 Febbraio 2015
TIRANA, ALBANIA

Marco Impagliazzo incontra le comunità dell'Albania, gli amici delle case famiglia, rappresentanti delle istituzioni


Visita la fotogallery
IT | DE | PT
24 Febbraio 2015
TIRANA, ALBANIA

Albania, Sant'Egidio: "La pace è sempre possibile". Presentato il prossimo Incontro Internazionale tra le religioni


A Tirana dal 6 all’8 settembre 2015 oltre 400 leader religiosi da 60 Paesi
IT | ES | DE | PT
21 Febbraio 2015
ROMA, ITALIA

La Cancelliera Merkel visita Sant'Egidio: "Con la libertà umana e il coraggio per la pace cambiate il mondo"


Al centro dei colloqui il lavoro della Comunità per la pace e l'importanza di un nuovo impegno europeo per arrestare i conflitti. Si è parlato anche di integrazione, povertà e Sud del mondo.
IT | EN | ES | DE | FR | PT | NL | UK
tutte le news
• STAMPA
1 Marzo 2015
28 Febbraio 2015
28 Febbraio 2015
28 Febbraio 2015
28 Febbraio 2015
27 Febbraio 2015
tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI
Comunidad de Sant'Egidio
Un appello al popolo centrafricano e alla comunità internazionale per la riconciliazione nazionale
Le congratulazioni del Presidente del Senato Pietro Grasso a Marco Impagliazzo per la sua rielezione a Presidente della Comunità di Sant'Egidio
Gli aiuti umanitari in Siria e Libano
#savealeppo: salvare aleppo e proteggere i cristiani in medio oriente
#savealeppo: le principali adesioni pervenute
Burkina Faso - La Paix est l'avenir: Rencontre des religions pour la paix
tutti i documenti
• LIBRI

Religioni e violenza





Francesco Mondadori

Trialoog





Lannoo Uitgeverij N.V
tutti i libri