Le attività di solidarietà della Comunità di Sant'Egidio sono realizzate grazie al lavoro di volontari e sono finanziate tramite sottoscrizioni, contributi, donazioni, sia pubbliche che private.

Tutti possono contribuire
. Ecco come:

Conto Corrente Postale/Bancario


Clicca qui per saperne di più e per donare


 

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
1 Gennaio 2013 | ROMA, ITALIA

Pace in tutte le terre

In migliaia in marcia per la pace con la Comunità di Sant'Egidio si uniscono al messaggio di papa Benedetto, per essere costruttori di pace ogni giorno.

Pace, medio oriente, Marco Impagliazzo, Siria, Pace in tutte le terre 2014
 
versione stampabile

Oltre diecimila persone sono confluite in piazza San Pietro per l'Angelus del Papa con la marcia della pace organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio,  un «segno di rinnovata responsabilità di impegno nel cantiere della pace».

La manifestazione, che prende il nome di "Pace in tutte le terre", si svolge in oltre 650 città in diversi paesi, per segnare l'ingresso nel nuovo anno con un passo ed un impegno per la pace. Quest'anno cade a 50 anni dalla apertura del Concilio Vaticano II e dell'enciclica di papa Giovanni XXIII, «Pacem in terris» e vuole anche manifestare la «profonda adesione al significativo Messaggio di pace del Papa Benedetto XVI `Beati i costruttori di pace´

E' occasione di memoria dei conflitti aperti nel mondo: la guerra in Siria, e l'instabilità in Medio Oriente, le stragi in Nigeria, le vittime infinite in Iraq e Afghanistan, i nuovi conflitti in Africa Subsahariana, conflitti che testimoniano che la pace rimane una necessità nell'agenda del mondo. In questo senso, a Castel Sant'Angelo, prima dell'Angelus del Papa, una serie di interventi, tra cui quello di un giovane siriano, hanno aperto la marcia.

«Si può sognare la pace? La pace è possibile ha detto Benedetto XVI. Per questo siamo qui», ha detto il presidente di Sant'Egidio, Marco Impagliazzo, accogliendo i 10.000 partecipanti. «Vogliamo costruire la pace - ha aggiunto Impagliazzo - ogni giorno, con un pensiero lungo, avendo nel cuore i tanti drammi di questo tempo: dalla Siria e Medio Oriente alla Repubblica Democratica del Congo, pensando a tutte queste persone nel mondo in questo primo gennaio vissuto nel segno della speranza perché il mondo sta cambiando, crediamo che la storia può cambiare lavorando per la pace». 

Alla manifestazione hanno aderito più di 60 organizzazioni, tra cui: Azione Cattolica Italiana, Comunità Papa Giovanni XXIII, ACLI, FUCI, Società San Vincenzo de Paoli, UNITALSI, API-Colf, Retinopera, ICCRS- International Catholic Charismatic Renewal Services, Associazione ONG Italiane, Movimento Giovanile Salesiano, CSI, MASCI, Comunità «Nuovi Orizzonti», Mondo Migliore, Focsiv, MEIC, MCL, Movimento di Rinascita Cristiana, Emmaus, M.A.S.C.I., Movimento `Tra Noi´, AGESCI, FIDAE, Comitato Italiano per la Sovranità Alimentare, COLDIRETTI, Confcooperative, Rinnovamento nello Spirito Santo, Federazione Italiana delle Associazioni Cristiane dei Giovani - YMCA, Equipe Notre Dame, Istituzione Teresiana, CVX Comunità di Vita Cristiana.

Guarda la photogallery

 

NEWS CORRELATE
22 Luglio 2014
LISBONA, PORTOGALLO

Alla Comunità di Sant'Egidio il premio Calouste Gulbenkian. "La pace è frutto del dialogo tra religioni e culture"


Il riconoscimento ritirato a Lisbona dal presidente Marco Impagliazzo
IT | PT
18 Luglio 2014

L'arcivescovo di Aleppo scrive a Sant'Egidio: "Grazie di cuore per gli aiuti ricevuti"


Un sostegno per le famiglie colpite dalla guerra civile. Mons. Marayati: "l'appello Salviamo Aleppo è un grido per la giustizia e la pace che ci commuove e ci incoraggia".
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | UK
18 Luglio 2014
COMUNICATO STAMPA

Pace in Casamance: prosegue la mediazione di Sant'Egidio. Approvato un documento sulle questioni umanitarie

IT | EN | FR | PT
17 Luglio 2014

Attribuito alla Comunità di Sant'Egidio il premio Calouste Gulbenkian


per l'apprezzamento del lavoro per il dialogo interreligioso e per l'aiuto ai più bisognosi. Lunedì 21 luglio la cerimonia di consegna a Lisbona
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
15 Luglio 2014
BUJUMBURA, BURUNDI

Una società più accogliente verso bambini e anziani. Sant'Egidio in Africa orientale per un nuovo umanesimo cristiano


Si è concluso il convegno dei rappresentanti delle comunità di Burundi, Ruanda, Tanzania, Uganda, Kenya, RDC alla presenza di Marco Impagliazzo e di una delegazione di Roma
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
15 Luglio 2014

"Salviamo Aleppo": firma anche tu l'appello


Continua la mobilitazione per salvare la città siriana. Tra le nuove adesioni all'appello lanciato da Andrea Riccardi "Aleppo Città Aperta": David Rosen, Rabbino dell'American Jewish Congress e Adolfo Pérez Esquivel, Premio Nobel per la pace. E' possibile inviare la propria adesione, FIRMA ONLINE
IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | RU | ID
tutte le news correlate


RASSEGNA STAMPA CORRELATA
21 Luglio 2014
Publico

"A paz é um assunto demasiado importante para ser entregue apenas aos políticos"
21 Luglio 2014
WallS treet Italia

A comunità Sant'Egidio premio Gulbenkian per difesa condizione umana
18 Luglio 2014
Die Tagespost

Die Kirche kann viel tun
15 Luglio 2014
Avvenire

Mediazione di S.Egidio «apprezzata» dall`Onu
13 Luglio 2014
Avvenire

Aleppo. «Un piano Ue per corridoi umanitari»
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

145 visite

67 visite

88 visite

212 visite

57 visite
tutta i media correlati
Firma l'appello: Salviamo Aleppo
AIUTIAMO I CRISTIANI IN SIRIA E IRAQ: APERTA UNA SOTTOSCRIZIONE