Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
8 Aprile 2013 | ROMA, ITALIA

Genti di Pace e l'associazione dei rifugiati afgani

celebrano il Nawroz, capodanno afghano

 
versione stampabile

Il 1 aprile, l’associazione dei rifugiati afgani in Italia  (Acafi) e Genti di Pace hanno organizzato la festa del Nawroz, il Capodanno secondo l’antico calendario preislamico di diversi paesi dell’Asia centrale (tra i quali l’Iran, l’Afghanistan, il Tagikistan, ed il Kurdistan). E’ una festa popolare, associata all’inizio della primavera.

L’Afghanistan è da oltre 40 anni teatro di guerre e conflitti, anche in nome dell’appartenenza etnico-religiosa e politica. Oltra alla divisione tra sunniti e sciiti, la popolazione è divisa in numerosi gruppi etnici, tra cui i maggioritari sono i pastun, gli hazara, i tagiki e gli uzbeki.
E' tra i primi paesi al mondo per numero di persone costrette a scappare e a chiedere asilo politico fuori dai suoi confini.

Dagli anni ‘90 in Italia hanno cominciato ad arrivare i primi profughi provenienti dall’Afghanistan, spesso ragazzi giovanissimi che devono fare dei viaggi lunghi e pericolosi per giungere in Europa, nel 2012 in Italia c’erano circa 12.000 afgani.
L’Associazione degli Afgani collabora con Genti di Pace e  si propone di costruire la convivenza pacifica e il dialogo tra gli afgani, aldilà di ogni appartenenza etnica, religiosa e politica. Un impegno che la Comunità di Sant’Egidio sostiene da anni.
Erano presenti l’ambasciatore in Italia e i rappresentanti di alcune associazioni che accolgono i rifugiati tra cui il Centro Astalli (JRS) e oltre 600 afgani con diversi nuclei familiari e bambini nati in Italia, segno della stabilità che questa comunità comincia ad avere nel nostro paese.
Quest’anno per l’occasione era presente un cantautore Hassan Rezai, venuto appositamente da Kabul, che ha suscitato l’entusiasmo tra i giovani presenti in sala.

Il presidente dell’Associazione, Qorbanali Esmaeli, ha detto:” Ringrazio la Comunità di Sant’Egidio per l’accoglienza e l’ospitalità offerta a tanti afgani nel centro Genti di pace e nella mensa di Via Dandolo, per l’amicizia con cui ci accompagna nella vita in Italia e per il supporto che da anni ci fornisce nel sostenere le nostre iniziative culturali e religiose. Auguro a tutti i nostri amici cristiani una Buona Pasqua. Il futuro per noi  - e speriamo  per l’Afghanistan, come per il mondo intero - è vivere in pace e nel dialogo tra cristiani e musulmani conoscendosi e rispettandosi a vicenda”.
Non poteva mancare il Qabuli uzbeki,  tradizionale piatto di questa festa cucinato con  riso e carne di montone; il ballo nazionale cui sono seguiti molti altri balli e musiche.
Ha detto Daud, afgano di 25 anni: “questo Capodanno rimarrà nella nostra memoria, anche se siamo lontani da casa, oggi ci siamo sentiti bene, contenti, in famiglia”.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

IT | ES | DE | FR | PT
21 Ottobre 2016

Immigrazione: diminuiscono gli arrivi per lavoro (che non c'è), crescono integrazione e cittadinanza

25 Agosto 2016
VILLA LITERNO, ITALIA

Memoria di Jerry Masslo, nell'anniversario della sua uccisione, nel 1989

10 Agosto 2016
VENTIMIGLIA, ITALIA

Accoglienza è ... insegnare il francese ai migranti alla frontiera di Ventimiglia. Lo fanno i Giovani per la Pace di Genova

IT | FR | HU
9 Agosto 2016
NAPOLI, ITALIA

Estate in Campania fa rima con solidarietà: la proposta di Sant'Egidio che fa bene a chi aiuta e chi è aiutato

23 Giugno 2016

Morire di speranza: preghiera in memoria di quanti perdono la vita nei viaggi verso l'Europa

IT | ES | FR | PT | CA
tutte le news
• STAMPA
22 Novembre 2016
Corriere della Sera

La casa di pace che accoglie tutti: l'utopia (possibile) di Sant'Egidio

21 Ottobre 2016
L'huffington Post

Immigrazione: diminuiscono gli arrivi per lavoro (che non c'è), crescono integrazione e cittadinanza

27 Aprile 2016
La Gazzetta del Mezzogiorno

Youssefi: storia di un clandestino diventato educatore e volontario

26 Aprile 2016
Corriere della Sera On Line

«Il Coraggio della Speranza», la storia di Dawood Yousefi

15 Marzo 2016
Avvenire

L`enfasi dello schiaffo ad Angela Merkel e la realtà: fate bene i conti, i tedeschi sono accoglienti

21 Febbraio 2016
Gazzetta di Parma

Dawood, dall'Afghanistan con il sogno della libertà

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

Le vittime dei viaggi della speranza - grafici

Le vittime dei viaggi della speranza da gennaio 2013 a giugno 2014

Appello di Genti di Pace contro la pena di morte e la violenza

tutti i documenti
• LIBRI

Il grande viaggio





Leonardo International
tutti i libri

FOTO

1135 visite

1093 visite

1117 visite

1112 visite

1193 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri