Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
4 Novembre 2013 | GENOVA, ITALIA

A Genova in tanti per dire che "non c'è futuro senza memoria"

Marcia in memoria della deportazione degli ebrei di Genova

 
versione stampabile

Domenica 3 novembre, duemila persone, adulti, anziani, bambini e moltissimi giovani, hanno percorso insieme la strada dalla Sinagoga al Teatro Carlo Felice, attraversando  i luoghi in cui avvenne, tra il 2 e il  3 novembre di settant’anni anni fa, la cattura di decine di ebrei genovesi.

La marcia "Non c'è futuro senza memoria", organizzata dalla Comunità Ebraica di Genova e dalla Comunità di Sant'Egidio ha visto la partecipazione di tanti genovesi, di molti immigrati e anche la presenza di rappresentanti della comunità islamica. La processione, iniziata con la preghiera in ricordo delle vittime della Shoah, guidata dal Rabbino capo nel Tempio di Passo Bertora, e dalla testimonianza di Gilberto Salmoni, sopravvissuto alla deportazione nei lager, è stata accompagnata dalle luci delle fiaccole e dai cartelli con i nomi dei campi di concentramento nazisti in Europa.
L’ incontro al Teatro Carlo Felice, ha visto la partecipazione del presidente del Centro Primo Levi, Piero dello Strologo, del sindaco Marco Doria, di Andrea Chiappori della Comunità di Sant'Egidio, di Ariel Dello Strologo in rappresentanza della Comunità Ebraica e del giornalista e scrittore Gad Lerner. 
«Bisogna fare la fatica di immedesimarsi: di chiedere che cosa avremmo fatto noi allora, di riportare quella memoria all’oggi», ha affermato Gad Lerner. E lo ha fatto complimentandosi per la grande presenza di giovani: «Tanti di voi sono impegnati nella solidarietà, nella difesa dei diritti – ha detto rivolgendosi agli studenti – questo significa lavorare per dare un futuro a questa memoria».
Nel silenzio della sala sono stati ricordati i tragici eventi di quel novembre 1943: la cattura in Sinagoga, avvenuta con l’inganno, la detenzione di intere famiglie nel carcere di Marassi, la deportazione verso Auschwitz, la ricerca sistematica da parte dei nazisti delle famiglie che erano riuscite a scampare alla prima razzia. Sono stati poi letti tutti i 261  nomi degli ebrei genovesi deportati. 
Il sindaco Marco Doria ha voluto ricordare nel suo intervento il nonno materno, ebreo di Verona che fu colpito dalle leggi razziali e morì in clandestinità a Milano nel 1944.
Andrea Chiappori, della Comunità Sant’Egidio, ha notato come ogni anno aumenti la partecipazione a questa marcia: «Aderire – ha spiegato – esprime la scelta di non perdere la memoria, ma di spendersi perché chi viene dopo la raccolga». E anche lui ha rivolto un accorato appello ai giovani «a non appiattirsi nella banalità e nelle ideologie, a non giustificare mai il male che si incontra, a non abbassare la guardia di fronte all'antisemitismo e al razzismo. Perché dalla ferita del 3 novembre 1943 nasca anche una sensibilità alle ferite e ai dolori di oggi».

 LEGGI ANCHE
• NEWS
1 Aprile 2017
TORINO, ITALIA

A Torino contro l'indifferenza: Sant'Egidio e Comunità ebraica marciano insieme per non dimenticare. Guarda il video

27 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

Anziani romani e migranti insieme per dire NO al razzismo

21 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

Lo sport contro il razzismo: il sogno di Seidu, profugo dal Mali, si avvera nella Trastevere calcio #norazzismo

20 Marzo 2017

Giornata contro il razzismo, Marco Impagliazzo: ''Contrastare l’intolleranza con il dialogo e l'integrazione''

IT | ES | DE | FR | PT
30 Gennaio 2017
MILANO, ITALIA

La cerimonia in memoria della deportazione degli ebrei al Binario 21 della Stazione di Milano

26 Gennaio 2017

Giornata della Memoria: No all’indifferenza, né complici di intolleranza e nuovi razzismi

IT | EN | ES | DE | PT | HU
tutte le news
• STAMPA
27 Aprile 2017
Il Mattino di Padova

Messa del vescovo per i morti in povertà

24 Aprile 2017
L'Osservatore Romano

Nella basilica romana di San Bartolomeo all’Isola Tiberina il Papa prega per i nuovi martiri - Uccisi solo perché discepoli di Gesù

20 Aprile 2017
FarodiRoma

Francesco e la Comunità di Sant’Egidio insieme per ricordare i “nuovi martiri"

14 Aprile 2017
Radio Vaticana

Sant'Egidio: con Francesco uniti ai copti e ai nuovi martiri

12 Aprile 2017
Roma sette

Santa Maria in Trastevere, preghiera per i martiri del nostro tempo

12 Aprile 2017
Avvenire

Quelle vittime come «tizzoni di speranza»

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
29 Settembre 2014
ANSA

Obama contro le discriminazioni razziali in America. Anche pena di morte applicata su base razziale

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla veglia di preghiera "Morire di Speranza"

Per un mondo senza razzismo – per un mondo senza violenza

L'appello finale del pellegrinaggio dei giovani europei ad Auschwitz (IT)

Matteo Zuppi

"IL SIGNORE CI AIUTI A VIVERE INSIEME" - Omelia di Mons. Matteo Zuppi

tutti i documenti
• LIBRI

Milano, 30 gennaio 1944





Guerini e Associati

Al filo de Holocausto





Ediciones Invisibles
tutti i libri

VIDEO FOTO
3:11
Clochard aggrediti selvaggiamente a Genova
6:36
Giornata della memoria: non dimentichiamo la Shoah

600 visite

559 visite

668 visite

663 visite

677 visite
tutta i media correlati