change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
26 Novembre 2013

I martiri, fratelli e sorelle in situazioni limite.

Nel loro rischio hanno scelto per il Signore, con un cuore grande, senza interesse personale, senza meschinità.

 
versione stampabile

Quando noi sentiamo la vita dei martiri, quando noi leggiamo sui giornali le persecuzioni contro i cristiani, oggi, pensiamo a questi fratelli e sorelle in situazioni limite, che fanno questa scelta. Loro vivono in questo tempo. Loro sono un esempio per noi e ci incoraggiano a gettare sul tesoro della Chiesa tutto quello che abbiamo per vivere.

Nel loro rischio hanno scelto per il Signore, con un cuore grande, senza interesse personale, senza meschinità. Non avevano un atteggiamento meschino. Il Signore è tutto e loro si affidarono al Signore. E questo non l’hanno fatto per una forza – mi permetto la parola – fanatica, no. Si sono affidati perché sapevano che il Signore è fedele. Si sono affidati a quella fedeltà che sempre c’è, perché il Signore è sempre è fedele, non può non essere fedele, non può rinnegare se stesso.

Omelia a Santa Marta, 25 novembre 2013