Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
19 Dicembre 2013 | ROMA, ITALIA

Nella crisi accanto ai poveri

Alcune storie raccolte al telefono della Comunità di Sant’Egidio

 
versione stampabile

"Mi chiamo M. ho 26 anni, nel 2006 è morto improvvisamente mio papà colpito da infarto fulminante a 49 anni mentre guidava automobile che poi ho dovuto vendere a causa dei debiti. Dal Gennaio 2011 sono disoccupato e, come tanti giovani della mia età, non riesco a trovare nessun lavoro. Vivo da solo con mia mamma anziana la cui pensione è solo 480 Euro al mese, la reversibilità del mio povero papà è 250 Euro al mese, abbiamo 600 euro di affitto da pagare ogni mese, le bollette e la spesa settimanale. Non ho amici giovani e nel week end non esco mai a divertimenti  anche a causa della mancanza di risorse economiche."

A. (Ucraina di 47 anni), ha perso il lavoro da circa due mesi e non riesce a trovarne un altro: è morta l'anziana da cui viveva e a cui faceva assistenza. Non ha parenti. I soldi che aveva messo da parte li sta spendendo per l’alloggio (400 euro al mese). Non ha cercato un altro lavoro per l'assistenza agli anziani perché, dopo la morte della signora che assisteva, vuole cambiare tipo di lavoro. Ha delle difficoltà di salute e non può fare grandi sforzi fisici. Ha studiato medicina naturale ma non è riuscita a lavorare in quel campo.

R. “Da quasi tre anni sto attendendo la risposta per il prepensionamento anticipato per problemi fisici, e mentre l'INPS si fa attendere il resto va avanti, come le bollette così anche l'affitto che da quasi due anni non riesco più a pagare e per questo, a giorni, dovrebbe passare l'ufficiale giudiziario per lo sfratto. In famiglia siamo in tre: io mia moglie e mio figlio, un ragazzo invalido.
Ogni mese andiamo avanti con 300 euro scarsi e anche solo per mangiare facciamo difficoltà ad arrivare a fine mese. Io nel frattempo ho cercato anche di arrangiarmi con qualche lavoro, ma da quando sono in causa con il mio ultimo datore di lavoro, il quale non mi ha pagato il dovuto, mi vengono chiuse tutte le porte, oltre al fatto che in cantiere a 63 anni nessuno ti prenderebbe.”

La signora S., di 48 anni, chiama per chiederci aiuto: ha perso il lavoro a settembre scorso (fino a maggio prossimo prenderà l'assegno di disoccupazione), è divorziata ed ha due figli, uno studente universitario e l'altra di 23 anni che da poco ha perso il lavoro anche lei. S. chiede di lavorare o di poter frequentare un corso per badante che però non potrebbe pagare.

P. 36 anni, lavora come precario dei Vigili del fuoco, ma ultimamente la durata dei contratti è molto diminuita per cui lavora meno di due mesi l'anno, inoltre lo stipendio viene pagato dopo qualche mese. Perciò sta cercando un altro lavoro. Nel frattempo, poiché ha difficoltà a pagare l'affitto, il padrone di casa gli ha chiesto di lasciare a breve la casa per cui ha anche paura di finire per strada. Ha due figli.

P., 58 anni, ha sempre lavorato con lavori saltuari come baby-sitter o con anziani, ora è rimasta senza lavoro così come il marito che lavorava come autotrasportatore ora anche lui disoccupato. Chiede aiuto per cercare un lavoro. Attualmente vengono un po’ aiutati dalla madre di lui, ma non può durare.



Divorziata, 64 anni, da alcuni mesi il giudice le ha decurtato gli alimenti, da 900 a 350 €, è disperata non sa più come fare fronte alle diverse difficoltà. Chiede un pacco alimentare, cerca lavoro come podologa, è molto sola, ha venduto tutto quel che possedeva. Chiede aiuto per un inserimento lavorativo come badante o soprattutto podologa

G. è una donna di 53 anni che da due anni è disoccupata. Ha sempre lavorato in imprese che si occupano di edilizia. Ha sempre lavorato in ufficio. Da due anni non riesce a trovare nessun lavoro. A questo punto comincia ad avere seri problemi economici. Ci chiede aiuto per trovare lavoro. Si è rivolta a molte parrocchie, è iscritta al centro per l'impiego ma non sa più a chi altro chiedere.

“Mi chiamo A. ed io e la mia famiglia ci ritroviamo in una difficilissima situazione economica: io sono disoccupato, mio papà esodato, mia sorella studentessa che forse non potrà più continuare i suoi studi e mia mamma casalinga. Non recepiamo alcun reddito da molto tempo. Necessitiamo di un sostegno”.

L. E' vedova da 17 anni, invalida al 70%, convive con un figlio disabile e con una figlia di 25 anni che ha uno stipendio di 700 euro ed è l'unica fonte di reddito della famiglia. L. ha problemi alle gambe e soffre di depressione (è in cura al CSM) .


E. una donna di 40 anni, con due figli (8 e 15 anni); lavorava presso uno studio legale ma due settimane fa ha perso il lavoro. Deve mantenere i figli e vuole trovare un lavoro, in questa fase è disposta a cambiare e fare quello che trova, ma non sa come fare.

R. sta cercando lavoro disperatamente. Ha 63 anni, è vedova da circa un anno, dopo la morte del marito è morta anche una figlia di 38 anni e ora vive con una figlia 16enne con molti problemi. Vivono in periferia in una casa in affitto che costa 850 euro mensili, ma sono ormai vari mesi che non riesce a pagare perché ha solo una piccola riversibilità del marito. Ha sempre lavorato con delle cooperative come addetta alle mense. Anche questa estate ha fatto delle sostituzioni, ma solo per 4 mesi.

La sig.ra P, ha 5 figli di cui tre conviventi con lei, lavora come ATA in una scuola media e, avendo dovuto fare la cessione del quinto per pagare alcuni debiti, riceve solo 650 euro di stipendio mensile. Abita in una casa popolare fatiscente (dopo aver occupato alcuni locali) ma non ce la fa ad arrivare a fine mese. Oltre ad un bambino di 13 anni, degli altri due figli conviventi con lei uno è disoccupato ed un altro fa da apprendista presso un elettricista con un minimo di compenso che però non gli permette né di aiutare la madre né di provvedere a se stesso.  E' separata e il marito non l'aiuta in alcun modo.
Ha scritto al presidente della Repubblica ed al Papa, si è rivolta alla Caritas dove le danno un piccolo aiuto alimentare. I servizi sociali, avendo lei un minimo di reddito, le hanno detto che non possono aiutarla perché hanno poche risorse. Non ha parenti che la possano aiutare e non sa più cosa fare. 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
23 Gennaio 2017

Riscaldiamo l'inverno delle persone senza dimora: sono nostri amici, continuiamo ad aiutarli

IT | FR
18 Gennaio 2017
KIEV, UCRAINA

A Kiev la cena itinerante di Sant'Egidio a -11°C: pasti caldi e coperte per salvare la vita dei senzatetto

IT | DE | FR
17 Gennaio 2017

A Roma si aprono nuovi spazi per l'accoglienza ai senza dimora. Ma è urgente fare di più

IT | HU
16 Gennaio 2017

In questi giorni di tanto freddo penso e vi invito a pensare a tutte le persone che vivono per la strada

IT | EN | DE | FR | PT
14 Gennaio 2017
ROMA, ITALIA

Una chiesa diventa casa per i più poveri: san Calisto aperta da Sant'Egidio per l'emergenza freddo

IT | ES | DE | RU
12 Gennaio 2017
ROMA, ITALIA

Una notte al seguito di un gruppo di Sant'Egidio tra i senzatetto di Roma

IT | FR
tutte le news
• STAMPA
23 Gennaio 2017
Gazzetta di Parma

Servono coperte e giacche per i senzatetto

20 Gennaio 2017
Avvenire

Il convegno. La Chiesa di Francesco? In dialogo e senza paure

19 Gennaio 2017
ANSA

Coperte per senzatetto raccolte a Genova

16 Gennaio 2017
Avvenire

Roma. Emergenza freddo: per i senzatetto chiese aperte, auto e coperte

14 Gennaio 2017
L'Osservatore Romano

Per l'emergenza freddo. Senzatetto a San Calisto

13 Gennaio 2017
Vatican Insider

Una chiesa del Vaticano aperta per far dormire i senzatetto

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

La guida "Dove mangiare, dormire, lavarsi a Napoli e in Campania" 2016

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Roma 2016

"Non rassegnamoci al declino di Roma": l'intervento di Marco Impagliazzo alla manifestazione Antimafia Capitale

tutti i documenti
• LIBRI

La resistenza silenziosa





Guerini e Associati

Rapporto sulla povertà a Roma e nel Lazio 2012





Francesco Mondadori
tutti i libri