Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
2 Gennaio 2014

Un abbraccio per iniziare l’anno nel nome della pace.

L'intervento di Marco Impagliazzo alla marcia "Pace in tutte le terre" 2014

 
versione stampabile

Abbiamo ascoltato Alice a nome di tanti giovani, io vorrei salutare anche i tanti giovani europei che sono qui oggi a Roma per un pellegrinaggio.
C’è un grande movimento di giovani e di persone che vengono da altri paesi del nostro mondo, che si sta muovendo qui a Roma e in tante città d’Italia. E’ un movimento per la pace, è un movimento per il vivere insieme e, se dovessimo dirlo oggi con le parole di papa Francesco, un movimento di fraternità.
Si, perché oggi il messaggio del papa è incentrato sul tema della fraternità. Quanto sarebbe bello il nostro mondo se fossimo tutti più fratelli e sorelle, questo è il cuore del messaggio del papa.
 E allora questo significa per la nostra città, per ciascuno di noi un vedere gli altri non come diversi, come nemici, come concorrenti, ma vedere sempre gli altri come fratelli da accogliere e da abbracciare, così come noi oggi abbracciamo Lula e tutte le sorelle e i fratelli che dall’Eritrea, dall’Etiopia, dalla Somalia, vengono nel nostro paese.
Il messaggio di oggi è: dobbiamo abbracciarci di più, dobbiamo allargare di più le nostre braccia nell’accoglienza. Ed è vergognoso ciò che accade su tante frontiere del nostro mondo e anche nel nostro mare Mediterraneo.
Quando manca l’abbraccio, ci ha detto Lula, c’è la morte. E allora l’abbraccio significa la vita e noi vogliamo abbracciare tutti i fratelli e le sorelle che hanno bisogno, tutti coloro che fuggono dalla guerra. Noi diciamo che la guerra è madre di tutte le povertà e abbiamo visto nella frontiera di Lampedusa quali sono le conseguenze tragiche della guerra. Bambini, giovani, giovanissimi, costretti a scappare per trovare un futuro migliore.
Allora io volevo anche soffermarmi un breve momento su un anniversario. Voi sapete che nel 1914, cioè esattamente 100 anni fa, in Europa iniziò la prima guerra mondiale, una guerra che ha provocato milioni e milioni di morti, che, iniziata in Europa, si è diffusa nel mondo. E poi a questa guerra ne è seguita una seconda, la seconda guerra mondiale.
Questo anniversario ci fa riflettere su che cos’è il nostro continente, l’Europa. E lo dico qui davanti a tanti giovani che vengono dal Belgio, dalla Germania, dall’Olanda, dalla Francia, dalla Spagna. Lo dico davanti a tanti italiani e a tanti nuovi europei che sono qui tra noi.
La guerra ha seminato morte e distruzione nel nostro continente e noi, a cento anni da questo anniversario, vogliamo veramente ripetere con tutta la nostra forza: mai più la guerra! Mai più la guerra!
Abbiamo già sofferto abbastanza, anche noi europei, i nostri nonni, i nostri bisnonni, i nostri padri, hanno troppo sofferto per la guerra per aprire un futuro triste per i nostri figli.
Il papa ci ha detto che la pace è il destino comune, la fraternità è un destino comune e noi questo destino vogliamo costruirlo a partire dai gesti quotidiani, come dicevo all’inizio: accogliere e abbracciare le persone che ci sono vicine come fratelli.
Per questo vi propongo: scambiamoci un abbraccio di pace per iniziare l’anno nel nome della pace. Grazie.

 

Marco Impagliazzo
Presidente Comunità di Sant'Egidio


 LEGGI ANCHE
• NEWS
16 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

Sulla strada con Sant'Egidio: famiglie, studenti e nuovi europei insieme per una città più umana

IT | DE | PT
13 Maggio 2017
ROMA, ITALIA

Per una città senza violenza: in memoria delle tre sorelle rom morte nel rogo di Centocelle

12 Maggio 2017

In tanti per la memoria della giovani rom vittime della violenza. I VIDEO

9 Maggio 2017

More Youth, more peace: a Barcellona la prossima tappa degli incontri dei Giovani per la Pace #EuropeDay #festaEuropa

IT | ES | DE | CA
29 Aprile 2017

Il nostro compito è quello di pregare gli uni per gli altri domandando a Dio il dono della pace

IT | ES | DE | FR | PT
26 Aprile 2017
BERLINO, GERMANIA

Firmato oggi a Berlino un accordo di cooperazione tra la Comunità di Sant'Egidio e il Governo tedesco

IT | ES | DE | FR | PT | RU
tutte le news
• STAMPA
21 Maggio 2017
Deutsche Welle

Bundesregierung will Religionen stärker in die Pflicht nehmen

18 Maggio 2017
Famiglia Cristiana

Bruciate vive? Erano rom.

14 Maggio 2017

Die "Uno von Trastevere" wirkt auch in Berlin

14 Maggio 2017
Domradio.de

Die "Uno von Trastevere" wirkt auch in Berlin

12 Maggio 2017
Il Messaggero

La tragedia di Centocelle. Il dolore della madre

12 Maggio 2017
La Repubblica - Ed. Roma

Rom uccise, dolore e polemiche

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
28 Maggio 2017 | MANILA, FILIPPINE

Preghiera per le vittime del terrorismo e la violenza in #Marawi (Mindanao) e in tutto il mondo

12 Maggio 2017 | ROMA, ITALIA

Preghiera a Centocelle sul luogo dove hanno perso la vita le tre sorelline rom

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Appello di Pace 2016

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Roma 2016

"Non rassegnamoci al declino di Roma": l'intervento di Marco Impagliazzo alla manifestazione Antimafia Capitale

Nuclear Disarmament Symposium on the 70 th anniversary of the atomic bomb. Hiroshima, August 6 2015

tutti i documenti
• LIBRI

La forza disarmata della pace





Jaca Book

Religioni e violenza





Francesco Mondadori
tutti i libri