change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
29 Luglio 2014 | MESSINA, ITALIA

#estatedisolidarietà è anche accoglienza ai profughi che arrivano dal mare

Storie di dolore e di speranza nel racconto di chi, ogni giorno, aiuta chi è riuscito a raggiugnere le coste della Sicilia

 
versione stampabile

"Provengono da tutto il Sud del mondo i nostri amici che affollano la Scuola media Pascoli di Messina, ormai centro stabile di accoglienza. Sono uomini, donne e bambini che arrivano da Siria, Pakistan, Afghanistan, Mali, Niger, Etiopia, Eritrea … e qualcuno anche da Gaza.

Vestiti con abbigliamento di fortuna, qualcuno indossa ancora il giubbotto salvagente come maglietta ed una coperta avvolta alla vita come pantalone. E tutti, proprio tutti, sono scalzi, pur avendo un grosso bagaglio sulle loro spalle: emerge dai loro occhi impauriti e dalle storie che raccontano, è il peso del terrore provato durante il loro lungo viaggio, un  viaggio segnato da una violenza atroce. In molti hanno raccontato alla polizia di come gli scafisti scegliessero a caso le loro vittime, e di come ne avessero uccise almeno una sessantina, perché consumavano aria nella stiva affollata! I superstiti hanno visto i corpi di connazionali, amici e parenti, accoltellati o storditi a mani nude, sparire poi tra le onde. Tutti minacciati ed impossibilitati a muoversi, nel terrore di ricevere lo stesso trattamento mortale.

Molti di loro hanno perso familiari: la madre, il fratello, un amico caro… Un papà e una mamma hanno perso il loro figlioletto di due anni. Tutti ci chiedono di poter telefonare a casa o contattare via internet i loro familiari  per poter dare loro notizie: noi lo facciamo e loro si sentono sollevati e ad un nostro sorriso ci rispondono con un sorriso.

Provvediamo a portare vestiti, scarpe e generi di prima necessità (latte, acqua, biscotti) e inoltre tutte le mattine la Comunità si è impegnata, in particolare, a dare loro il buongiorno servendo la colazione. Lavoriamo insieme a tanti: la Comunità di Sant’Egidio con numerose associazioni di Messina; e ancora, molti sono stati i cittadini che sono passati dalla scuola lasciando vestiti, offerte in denaro e tanto altro, per aiutarci  a pensare alle loro necessità.

In questi giorni la nostra famiglia è cresciuta: si è arricchita di tanti fratelli e sorelle più sfortunati di noi. Ci siamo mischiati a loro, e tutte le volte che ci siamo salutati abbiamo raccomandato loro che, nel caso non ci fossimo più rivisti e li avessero mandati in un’altra città,  di cercare la Comunità di Sant’Egidio..  perché lì avrebbero ritrovato la nostra famiglia che li avrebbe sempre aiutati e  sostenuti. Per questo, un’amica si è preoccupata di scrivere su un biglietto, donato poi a tutti, il nome della Comunità.

La Comunità sta lavorando, insieme al Comune, alla Caritas, alla Comunità Islamica e molte associazioni di volontariato, per organizzare le esequie di Hamed, bambino di due anni, siriano di Damasco, morto annegato sotto gli occhi impotenti dei  genitori: si terranno martedì 29 luglio alle ore 17,00 in Piazza Unione Europea (Piazza Municipio)".


 LEGGI ANCHE
• NEWS
23 Giugno 2016

Morire di speranza: preghiera in memoria di quanti perdono la vita nei viaggi verso l'Europa

IT | ES | FR | PT | CA
17 Giugno 2015
ROMA, ITALIA

Profughi, Sant'Egidio: il degrado non è di chi fugge dalle guerre, ma di chi non è capace di accogliere e integrare

IT | ES | FR
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

IT | ES | DE | FR | PT
15 Dicembre 2015

Cosa sono i corridoi umanitari? Intervista a Daniela Pompei

IT | EN | ES
21 Settembre 2015

Sant’Egidio in Repubblica Ceca accanto ai rifugiati

IT | ES
1 Luglio 2015
GENOVA, ITALIA

Gli studenti di Genova accanto ai profughi, dalla scuola di italiano alla preghiera per chi "muore di speranza"

tutte le news
• STAMPA
19 Ottobre 2017
La Croix

Migrants: « le pape François appelle les politiques à sortir du cynisme ». Entretien avec Marco Impagliazzo

17 Settembre 2017
La Vanguardia

Corredores de paz

4 Agosto 2017
Corriere.it

I “Giorni senza frontiere” dell’integrazione

6 Luglio 2017
Vida Nueva

Francia ya cuenta con su corredor humanitario para refugiados

24 Giugno 2017
Magyar Kurir

„Akik a remény útján haltak meg” – Ökumenikus imaórát tartottak Budapesten a menekültekért

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

tutti i documenti
• LIBRI

Il grande viaggio





Leonardo International
tutti i libri

FOTO

441 visite

1590 visite

429 visite

1524 visite

495 visite
tutta i media correlati