Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
25 Agosto 2014 | NEW YORK, STATI UNITI

Nei centri di accoglienza alla frontiera tra Messico e Stati Uniti con Sant'Egidio

Una delegazione della Comunità ha visitato i luoghi dove sostano i migranti provenienti dall'America Latina, in prevalenza minori

 
versione stampabile

Nel mese di agosto alcuni membri della Comunità di Sant'Egidio negli Stati Uniti hanno visitato i centri di accoglienza alla frontiera fra il Texas e il Messico per portare la solidarietà della Comunità ed esplorare modi in cui possiamo aiutare.
Negli ultimi mesi sono c’è stato un costante flusso di minori che viaggiano soli e cercano rifugio dalla crescente violenza, specialmente da El Salvador e dall’Honduras. Il loro numero è di oltre 60.000.

Dopo un lungo e pericoloso viaggio - spesso sui vagoni del treno detto “la Bestia’, da cui molti cadono perdendo la vita o rimanendo gravemente segnati - devono attraversare aree desertiche per raggiungere gli Stati Uniti. Quelli che riescono a passare sono di solito radunati in centri di detenzione e poi avviati in diverse città dove poi verrà esaminato il loro caso in modo definitivo.

Particolarmente toccante è stata la visita ad una amica della Scuola della Pace di San Salvador, arrivata negli Stati Uniti con la nipotina di quattro anni. Mentre la bambina ha potuto ricongiungersi alla mamma, lei è ancora in un centro di detenzione, una vera e propria prigione, in attesa che il suo caso sia analizzato e venga deciso se accoglierla o rimandarla indietro.

Una condizione di incertezza e di angoscia. Le visite e le lettere che ha ricevuto sono state l'unica fonte di speranza per lei e per tanti altri che hanno sentito la Comunità vicina, in un momento in cui sono abbandonati e soli dopo tutte le difficoltà che hanno dovuto affrontare.

 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Marzo 2017
PRINCETON, STATI UNITI

Seeking Refuge: il dramma dei profughi in un convegno con Sant'Egidio alla Princeton University

IT | EN | ES | DE | NL
17 Giugno 2015
ROMA, ITALIA

Profughi, Sant'Egidio: il degrado non è di chi fugge dalle guerre, ma di chi non è capace di accogliere e integrare

IT | ES | FR
6 Luglio 2017
ROMA, ITALIA

Madri e figli rifugiati: dall'accoglienza all'inclusione. Non un'utopia ma una realtà possibile

28 Gennaio 2017

Profughi, corridoi umanitari: lunedì mattina altri 40 arrivi a Fiumicino

IT | DE | FR
19 Giugno 2017

Giornata Mondiale del Rifugiato 2017. Dichiarazione ecumenica congiunta: superare la paura dello straniero

IT | EN | ES | DE
tutte le news
• STAMPA
12 Luglio 2016
OSCE

Beyond Good Intentions: Creating Safe Passage to Italy

17 Settembre 2017
La Vanguardia

Corredores de paz

6 Luglio 2017
Vida Nueva

Francia ya cuenta con su corredor humanitario para refugiados

24 Giugno 2017
Magyar Kurir

„Akik a remény útján haltak meg” – Ökumenikus imaórát tartottak Budapesten a menekültekért

20 Novembre 2016
Catalunya Cristiana

«Ser refugiada és començar de zero»

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
25 Agosto 2017 | VILLA LITERNO, ITALIA

Memoria di Jerry Masslo e di tutti i profughi morti nei viaggi verso l'Europa

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• NO PENA DI MORTE
29 Settembre 2014
ANSA

Obama contro le discriminazioni razziali in America. Anche pena di morte applicata su base razziale

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

tutti i documenti

FOTO

201 visite

231 visite

227 visite

244 visite

207 visite
tutta i media correlati