Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Chiunque vive crede in me
non morrà in eterno.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dalla lettera di Paolo ai Filippesi 1,18-26

Ma questo che importa? Purché in ogni maniera, per convenienza o per sincerità, Cristo venga annunciato, io me ne rallegro e continuerò a rallegrarmene. So infatti che questo servirà alla mia salvezza, grazie alla vostra preghiera e all'aiuto dello Spirito di Gesù Cristo, secondo la mia ardente attesa e la speranza che in nulla rimarrò deluso; anzi nella piena fiducia che, come sempre, anche ora Cristo sarà glorificato nel mio corpo, sia che io viva sia che io muoia.
Per me infatti il vivere è Cristo e il morire un guadagno. Ma se il vivere nel corpo significa lavorare con frutto, non so davvero che cosa scegliere. Sono stretto infatti fra queste due cose: ho il desiderio di lasciare questa vita per essere con Cristo, il che sarebbe assai meglio; ma per voi è più necessario che io rimanga nel corpo. Persuaso di questo, so che rimarrò e continuerò a rimanere in mezzo a tutti voi per il progresso e la gioia della vostra fede, affinché il vostro vanto nei miei riguardi cresca sempre più in Cristo Gesù, con il mio ritorno fra voi.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Se tu credi, vedrai la gloria di Dio,
dice il Signore.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Paolo è animato da un grande desiderio e da una forte passione per il Vangelo. Per il Vangelo spende tutta la sua vita. Gli Atti degli Apostoli e le sue Lettere ne sono una chiara testimonianza. L'apostolo scrive ai cristiani di Filippi che è proprio questo il compito dei discepoli di Gesù: testimoniare il Vangelo. È un compito fondamentale e irrinunciabile, tanto che dice: "Purché in ogni maniera, per ipocrisia o per sincerità, Cristo venga annunciato, io me ne rallegro e continuerò a rallegrarmene". Comunicare il Vangelo infatti è far conoscere con le parole e con la vita l'amore di Dio che si è rivelato in maniera definitiva nel Signore Gesù. Questa passione di Paolo interroga profondamente i cristiani all'inizio di questo nuovo secolo. Non abbiamo spesso delegato ad altri questo compito, che invece Dio ha affidato a ciascun discepolo, nessuno escluso? Ognuno infatti, leggendo le pagine della Lettera ai Filippesi, dovrebbe poter dire: "Per me il vivere è Cristo e il morire un guadagno". E se il Signore ci dona la vita, noi viviamo per il Signore e per il Vangelo, perché solo così possiamo essere davvero di aiuto agli altri e al mondo.


29/10/2016
Vigilia del giorno del Signore


Calendario della settimana
GIU
25
domenica 25 giugno
Liturgia della domenica
GIU
26
lunedì 26 giugno
Preghiera per i poveri
GIU
27
martedì 27 giugno
Preghiera con Maria, madre del Signore
GIU
28
mercoledì 28 giugno
Preghiera con i Santi
GIU
29
giovedì 29 giugno
Preghiera degli Apostoli
GIU
30
venerdì 30 giugno
Preghiera della Santa Croce
LUG
1
sabato 1 luglio
Vigilia del giorno del Signore
LUG
2
domenica 2 luglio
Liturgia della domenica