Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 

Preghiera per l'unità dei cristiani. Memoria particolare delle Chiese della Comunione anglicana.


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Chiunque vive crede in me
non morrà in eterno.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Salmo 47 (46), 2-3.6-9

2 Popoli tutti, battete le mani!
Acclamate Dio con grida di gioia,

3 perché terribile è il Signore, l'Altissimo,
grande re su tutta la terra.

6 Ascende Dio tra le acclamazioni,
il Signore al suono di tromba.

7 Cantate inni a Dio, cantate inni,
cantate inni al nostro re, cantate inni;

8 perché Dio è re di tutta la terra,
cantate inni con arte.

9 Dio regna sulle genti,
Dio siede sul suo trono santo.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Se tu credi, vedrai la gloria di Dio,
dice il Signore.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Il Salmo descrive una solenne liturgia che probabilmente si svolgeva in un giorno particolarmente festoso nel quale il popolo celebrava il suo re: la processione partiva dalla valle del Cedron e saliva cantando a Gerusalemme, fin sulla collina del tempio; giunti alle porte scoppiava l'entusiasmo dei fedeli fra battimani, grida di gioia e suoni di trombe. La tradizione cristiana interpreta questo canto nella festa dell'Ascensione di Gesù che sale al cielo ed entra nella gloria di Dio. Gesù viene esaltato: «Terribile è il Signore, l'Altissimo, grande re su tutta la terra» (v. 3); «Dio è re di tutta la terra» (v. 8); «a Dio appartengono i poteri della terra» (v. 10). La ragione è la sua regalità. Il Signore è il re di tutta la terra e di tutti i popoli: «I capi dei popoli si sono raccolti come popolo del Dio di Abramo» (v. 10). Il salmista unisce l'elezione di Abramo all'universalità della salvezza. Dio infatti sceglie Abramo non per separare i popoli ma per unirli in un unico destino. L'elezione di Israele, e poi quella della Chiesa, è in funzione dell'universalità della salvezza: Dio è il grande re, l'Altissimo; tutte le nazioni gli appartengono; tutti i re e i principi della terra vengono a rendergli omaggio. Egli è al di sopra di tutti e di tutto; il suo regno è universale. In questo orizzonte va compreso anche il variegato popolo islamico che riconosce Abramo come "padre dei credenti". Questa universalità della salvezza è la buona notizia da portare a tutte le nazioni, soprattutto in questo tempo mentre sempre più si parla di conflitti tra i popoli e tra le civiltà, mentre si alzano muri e si rafforzano barriere. La fede nell'unico Dio è la radice della dignità di ogni uomo e della fraternità di tutti i popoli. Dio è il Signore di tutti; anche i potenti della terra appartengono a lui (v. 10). Nessuno, al di fuori di lui, può erigersi al di sopra degli altri popoli, né il grande Egitto e neppure la grande Babilonia. Il Signore ha scelto Israele, la più piccola tra le nazioni, perché confidasse in lui e annunciasse a tutti la forza e la potenza dell'unico Dio. Questa fede, ossia che il popolo di Israele è stato chiamato a vivere e a testimoniare, ha trovato in Gesù il suo compimento. Chi ascolta il profeta di Nazareth e segue la sua parola riconosce Dio come suo unico Signore ed è quindi liberato dalla schiavitù degli idoli del denaro, del potere, della forza, degli interessi di parte, dell'amore solo per se stessi. Tutti questi idoli rinchiudono le singole persone e i singoli popoli in se stessi. E si mettono gli uni contro gli altri. Ma il Signore sottraendo gli uomini all'egoismo e alla paura, superando ogni barriera e ogni confine, li rende liberi di amarsi.


21/01/2017
Vigilia del giorno del Signore


Calendario della settimana
APR
30
domenica 30 aprile
Liturgia della domenica
MAG
1
lunedì 1 maggio
Preghiera per i malati
MAG
2
martedì 2 maggio
Preghiera con Maria, madre del Signore
MAG
3
mercoledì 3 maggio
Preghiera degli Apostoli
MAG
4
giovedì 4 maggio
Preghiera per la Chiesa
MAG
5
venerdì 5 maggio
Preghiera della Santa Croce
MAG
6
sabato 6 maggio
Vigilia del giorno del Signore
MAG
7
domenica 7 maggio
Liturgia della domenica