Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Questo è il Vangelo dei poveri,
la liberazione dei prigionieri,
la vista dei ciechi,
la libertà degli oppressi.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dal vangelo di Matteo 23,13-22

Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrarci Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo proselito e, ottenutolo, lo rendete figlio della Geenna il doppio di voi.

Guai a voi, guide cieche, che dite: Se si giura per il tempio non vale, ma se si giura per l'oro del tempio si è obbligati. Stolti e ciechi: che cosa è più grande, l'oro o il tempio che rende sacro l'oro? E dite ancora: Se si giura per l'altare non vale, ma se si giura per l'offerta che vi sta sopra, si resta obbligati. Ciechi! Che cosa è più grande, l'offerta o l'altare che rende sacra l'offerta? Ebbene, chi giura per l'altare, giura per l'altare e per quanto vi sta sopra; e chi giura per il tempio, giura per il tempio e per Colui che l'abita. E chi giura per il cielo, giura per il trono di Dio e per Colui che vi è assiso.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Il Figlio dell'uomo
è venuto a servire,
chi vuole essere grande
si faccia servo di tutti.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Gesù continua il suo ultimo discorso alla folla. Sta parlando contro gli scribi e i farisei: non ha di mira le loro persone, quanto il comportamento e soprattutto la pretesa di essere guide del popolo. Il vero pastore è colui che dà la vita per le pecore, non chi pretende di rovesciare pesi e tradizioni esteriori sulle spalle della gente. L’amore di Gesù per quelle folle è davvero grande e non può sopportare che siano schiacciate dal peso delle tradizioni esteriori che gli scribi e i farisei impongono anche in nome di Mosè. Invece di aprire, sbarrano le porte alla felicità. Gesù è venuto a liberarli da questo giogo pesante. Le sette maledizioni che si susseguono con un ritmo incalzante, oggi ne ascoltiamo tre. Tutte sono tese a smascherare la falsità di chi pretende di essere pastore affermando se stesso sugli altri, magari imponendo norme e pratiche che nascono da un cuore povero di amore. Gesù si scaglia contro costoro con il primo "guai a voi". Con il loro atteggiamento ipocrita i farisei restringono le porte della misericordia per lasciare spazio solo al formalismo esteriore. Ma in questo modo costringono anche gli altri a restare fuori dalla religione dell’amore. Gesù continua a condannare una religiosità fanatica e intollerante. Non basta "percorrere il mare e la terra per fare un solo proselito" se il suo cuore viene viziato dall’arroganza di chi si sente superiore agli altri. Con il terzo "guai a voi" Gesù svela la falsa religiosità di chi si ferma alla casistica rituale e non tiene conto di Dio, potremmo dire di chi partecipa ai culti ma il cui cuore è lontano dal Signore. Ciò che conta non sono semplicemente i gesti, ma il cuore rivolto a Dio.


23/08/2010
Memoria dei poveri


Calendario della settimana
GIU
18
domenica 18 giugno
Festa del Corpo e Sangue di Cristo
GIU
19
lunedì 19 giugno
Preghiera per la pace
GIU
20
martedì 20 giugno
Preghiera con Maria, madre del Signore
GIU
21
mercoledì 21 giugno
Preghiera con i Santi
GIU
22
giovedì 22 giugno
Preghiera per la Chiesa
GIU
23
venerdì 23 giugno
Preghiera della Santa Croce
GIU
24
sabato 24 giugno
Vigilia del giorno del Signore
GIU
25
domenica 25 giugno
Liturgia della domenica