Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 

Memoria di san Giuseppe lavoratore e festa del lavoro.


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Voi siete una stirpe eletta,
un sacerdozio regale, nazione santa,
popolo acquistato da Dio
per proclamare le sue meraviglie.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dalla lettera di Paolo ai Filippesi 1,12-26

Desidero che sappiate, fratelli, che le mie vicende si sono volte piuttosto a vantaggio del vangelo, al punto che in tutto il pretorio e dovunque si sa che sono in catene per Cristo; in tal modo la maggior parte dei fratelli, incoraggiati nel Signore dalle mie catene, ardiscono annunziare la parola di Dio con maggior zelo e senza timore alcuno. Alcuni, è vero, predicano Cristo anche per invidia e spirito di contesa, ma altri con buoni sentimenti. Questi lo fanno per amore, sapendo che sono stato posto per la difesa del vangelo; quelli invece predicano Cristo con spirito di rivalità, con intenzioni non pure, pensando di aggiungere dolore alle mie catene. Ma questo che importa? Purché in ogni maniera, per ipocrisia o per sincerità, Cristo venga annunziato, io me ne rallegro e continuerò a rallegrarmene. So infatti che tutto questo servirà alla mia salvezza, grazie alla vostra preghiera e all'aiuto dello Spirito di Gesù Cristo, secondo la mia ardente attesa e speranza che in nulla rimarrò confuso; anzi nella piena fiducia che, come sempre, anche ora Cristo sarà glorificato nel mio corpo, sia che io viva sia che io muoia.

Per me infatti il vivere è Cristo e il morire un guadagno. Ma se il vivere nel corpo significa lavorare con frutto, non so davvero che cosa debba scegliere. Sono messo alle strette infatti tra queste due cose: da una parte il desiderio di essere sciolto dal corpo per essere con Cristo, il che sarebbe assai meglio; d'altra parte, è più necessario per voi che io rimanga nella carne. Per conto mio, sono convinto che resterò e continuerò a essere d'aiuto a voi tutti, per il progresso e la gioia della vostra fede, perché il vostro vanto nei miei riguardi cresca sempre più in Cristo, con la mia nuova venuta tra voi.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Voi sarete santi
perché io sono santo, dice il Signore.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Paolo è animato da un grande desiderio e da una forte passione per il Vangelo. Per il Vangelo spende tutta la sua vita. Gli Atti degli Apostoli e le sue epistole ne sono una chiara testimonianza. L’apostolo scrive ai cristiani di Filippi che è proprio questo il compito dei discepoli di Gesù: testimoniare il Vangelo. È un compito fondamentale e irrinunciabile, tanto che dice: “Purché in ogni maniera, per ipocrisia o per sincerità, Cristo venga annunciato, io me ne rallegro e continuerò a rallegrarmene”. Comunicare il Vangelo infatti è far conoscere con le parole e con la vita l’amore di Dio che si è rivelato in maniera definitiva nel Signore Gesù. Questa passione di Paolo interroga profondamente i cristiani all’inizio di questo nuovo secolo. Non abbiamo spesso delegato ad altri questo compito, che invece Dio ha affidato a ciascun discepolo, nessuno escluso? Ognuno infatti, leggendo le pagine della Lettera ai Filippesi, dovrebbe poter dire: “Per me il vivere è Cristo e il morire un guadagno”. E se il Signore ci dona da vivere, noi viviamo per il Signore e per il Vangelo, perché solo così possiamo essere davvero di aiuto agli altri e al mondo.


01/05/2013
Memoria dei Santi e dei Profeti


Calendario della settimana
MAR
19
domenica 19 marzo
Liturgia della domenica
MAR
20
lunedì 20 marzo
Preghiera per la pace
MAR
21
martedì 21 marzo
Preghiera con Maria, madre del Signore
MAR
22
mercoledì 22 marzo
Preghiera con i Santi
MAR
23
giovedì 23 marzo
Preghiera per la Chiesa
MAR
24
venerdì 24 marzo
Preghiera della Santa Croce
MAR
25
sabato 25 marzo
Vigilia del giorno del Signore
MAR
26
domenica 26 marzo
Liturgia della domenica