Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 

La Chiesa d'Occidente e la Chiesa d'Oriente ricordano la nascita di Giovanni Battista, il "più grande tra i nati di donna", che preparò la strada al Signore.


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Voi siete una stirpe eletta,
un sacerdozio regale, nazione santa,
popolo acquistato da Dio
per proclamare le sue meraviglie.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dal vangelo di Luca 1,57-66.80

Per Elisabetta intanto si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio. I vicini e i parenti udirono che il Signore aveva manifestato in lei la sua grande misericordia, e si rallegravano con lei.
Otto giorni dopo vennero per circoncidere il bambino e volevano chiamarlo con il nome di suo padre, Zaccaria. Ma sua madre intervenne: "No, si chiamerà Giovanni". Le dissero: "Non c'è nessuno della tua parentela che si chiami con questo nome". Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse. Egli chiese una tavoletta e scrisse: "Giovanni è il suo nome". Tutti furono meravigliati. All'istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava benedicendo Dio. Tutti i loro vicini furono presi da timore, e per tutta la regione montuosa della Giudea si discorreva di tutte queste cose. Tutti coloro che le udivano, le custodivano in cuor loro, dicendo: "Che sarà mai questo bambino?". E davvero la mano del Signore era con lui.
Il bambino cresceva e si fortificava nello spirito. Visse in regioni deserte fino al giorno della sua manifestazione a Israele.


 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Voi sarete santi
perché io sono santo, dice il Signore.

Alleluia, alleluia, alleluia !

La Chiesa festeggia oggi la nascita di Giovanni Battista. È una festa molto antica. Assieme a Maria, Giovanni Battista è l'unico santo di cui si ricorda anche il giorno della nascita. E questo perché la loro vita è inspiegabile senza il riferimento a Gesù: sono nati per Gesù. Maria per esserne la madre e Giovanni per preparargli la via. Nella iconostasi bizantina tutti e due sono raffigurati accanto a Cristo, chini verso di lui. L'una da una parte e l'altro dall'altra, con un gesto della mano, invitano i fedeli a rivolgere il proprio sguardo verso il Salvatore. Giovanni è nato per indicare agli uomini la via a Gesù. È venerato anche nell'Islam: sue reliquie sono custodite nella odierna moschea degli Omayyadi a Damasco, l'antica cattedrale. L'evangelista Luca ne narra la nascita in modo parallelo a quella di Gesù. Anche su di lui si è posato lo sguardo del Signore. L'angelo appare a Zaccaria mentre svolge il suo servizio nel Tempio e gli annuncia la nascita del figlio. Un annuncio che appare a Zaccaria assolutamente inverosimile visto che sua moglie, Elisabetta, è avanti negli anni e quindi ormai sterile. L'angelo insiste e suggerisce a Zaccaria anche il nome che dovrà dare al bambino: "Lo chiamerai Giovanni" (nome che significa "Dio è benevolo"). Così avvenne. Al momento della nascita, Zaccaria ritrovò la parola e diede al bambino il nome di Giovanni. La nascita di questo bambino – cantata in modo mirabile nel noto inno recitato da Zaccaria e che la Chiesa ripete quotidianamente, il Benedictus – inaugura una nuova vita per i due anziani genitori, mentre ogni speranza sembrava ormai svanita a causa della sterilità di Elisabetta. Quel figlio però è anzitutto frutto della parola dell'angelo e il suo nome è completamente nuovo: viene al mondo per indicare Gesù agli uomini del suo tempo. Il suo esempio, la sua testimonianza, aiutano anche noi e i cristiani di ogni tempo: tutti – come il Battista – siamo frutto dell'amore di Dio, nessuno di noi è nato per caso. E siamo nati per essere discepoli di Gesù e per preparare i cuori degli uomini ad accoglierlo come il Salvatore del mondo.


24/06/2015
Memoria dei Santi e dei Profeti


Calendario della settimana
MAR
26
domenica 26 marzo
Liturgia della domenica
MAR
27
lunedì 27 marzo
Preghiera per i poveri
MAR
28
martedì 28 marzo
Preghiera con Maria, madre del Signore
MAR
29
mercoledì 29 marzo
Preghiera con i Santi
MAR
30
giovedì 30 marzo
Preghiera per la Chiesa
MAR
31
venerdì 31 marzo
Preghiera della Santa Croce
APR
1
sabato 1 aprile
Vigilia del giorno del Signore
APR
2
domenica 2 aprile
Liturgia della domenica