Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Io sono il buon pastore,
le mie pecore ascoltano la mia voce
e diventeranno
un solo gregge e un solo ovile.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dalla lettera di Paolo ai Romani 3,21-30a

Ora invece, indipendentemente dalla Legge, si è manifestata la giustizia di Dio, testimoniata dalla Legge e dai Profeti: giustizia di Dio per mezzo della fede in Gesù Cristo, per tutti quelli che credono. Infatti non c'è differenza, perché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, per mezzo della redenzione che è in Cristo Gesù. È lui che Dio ha stabilito apertamente come strumento di espiazione, per mezzo della fede, nel suo sangue, a manifestazione della sua giustizia per la remissione dei peccati passati mediante la clemenza di Dio, al fine di manifestare la sua giustizia nel tempo presente, così da risultare lui giusto e rendere giusto colui che si basa sulla fede in Gesù.
Dove dunque sta il vanto? È stato escluso! Da quale legge? Da quella delle opere? No, ma dalla legge della fede. Noi riteniamo infatti che l'uomo è giustificato per la fede, indipendentemente dalle opere della Legge. Forse Dio è Dio soltanto dei Giudei? Non lo è anche delle genti? Certo, anche delle genti! Poiché unico è il Dio che giustificherà i circoncisi in virtù della fede e gli incirconcisi per mezzo della fede.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Vi do un comandamento nuovo:
che vi amiate l'un l'altro.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Paolo sino ad ora ha affermato che Dio ha rivelato la sua giustizia, ma gli uomini non l'hanno accolta. I pagani non l'hanno riconosciuta né nei segni del creato né nella loro coscienza. Israele, che pure ha ricevuto la legge, ha fatto di questa non un modo per aderire a Dio con tutto il cuore, ma uno strumento di autogiustificazione. Paolo afferma che Israele non è un'eccezione tra i popoli: tutti gli uomini sono uguali davanti a Dio. L'elezione, pertanto, non è un privilegio di cui gloriarsi. È piuttosto una scelta che chiede una risposta d'amore. Se Israele non risponde, tradisce l'alleanza. Dio, però, nonostante il tradimento, non scioglie la sua alleanza con Israele. L'elezione resta salda; certo, non per la fedeltà del popolo, ma per quella di Dio. L'amore indefettibile di Dio è uno dei cardini che percorre l'intera vicenda d'Israele sino ad arrivare al suo culmine con Gesù che, per amore, dona tutta la sua vita. Paolo esorta i cristiani di Roma a non disprezzare la legge, ma soprattutto chiede che amino con tutto il cuore la nuova alleanza stabilita da Dio con tutti gli uomini attraverso la fede in Cristo. Questa alleanza è nuova perché basata non sulla legge ma sulla fede: "L'uomo è giustificato per la fede, indipendentemente dalle opere della legge". La fede, dono gratuito fatto al popolo della prima alleanza, attraverso Gesù è stata proposta a tutti gli uomini di qualsiasi lingua e nazione. Paolo può così affermare che la legge non viene distrutta. Tuttavia, viene indicata la via nuova di salvezza basata sulla fede.


15/10/2015
Memoria della Chiesa


Calendario della settimana
OTT
15
domenica 15 ottobre
Liturgia della domenica
OTT
16
lunedì 16 ottobre
Preghiera per la pace
OTT
17
martedì 17 ottobre
Preghiera con Maria, madre del Signore
OTT
18
mercoledì 18 ottobre
Preghiera degli Apostoli
OTT
19
giovedì 19 ottobre
Preghiera per la Chiesa
OTT
20
venerdì 20 ottobre
Preghiera della Santa Croce
OTT
21
sabato 21 ottobre
Vigilia del giorno del Signore
OTT
22
domenica 22 ottobre
Liturgia della domenica