Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 

Memoria del santo profeta Davide. A lui sono attribuiti alcuni salmi. Da secoli i salmi nutrono la preghiera degli ebrei e dei cristiani. Memoria di san Tommaso Becket, difensore della giustizia e della dignità della Chiesa.


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Gloria a Dio nel più alto dei cieli
e pace in terra agli uomini che egli ama

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dalla prima lettera di Giovanni 2,3-11

Da questo sappiamo di averlo conosciuto: se osserviamo i suoi comandamenti. Chi dice: "Lo conosco", e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e in lui non c'è la verità. Chi invece osserva la sua parola, in lui l'amore di Dio è veramente perfetto. Da questo conosciamo di essere in lui. Chi dice di rimanere in lui, deve anch'egli comportarsi come lui si è comportato.
Carissimi, non vi scrivo un nuovo comandamento, ma un comandamento antico, che avete ricevuto da principio. Il comandamento antico è la Parola che avete udito. Eppure vi scrivo un comandamento nuovo, e ciò è vero in lui e in voi, perché le tenebre stanno diradandosi e già appare la luce vera. Chi dice di essere nella luce e odia suo fratello, è ancora nelle tenebre. Chi ama suo fratello, rimane nella luce e non vi è in lui occasione di inciampo. Ma chi odia suo fratello, è nelle tenebre, cammina nelle tenebre e non sa dove va, perché le tenebre hanno accecato i suoi occhi.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Alleluia, alleluia, alleluia.
Alleluia, alleluia, alleluia.
Alleluia, alleluia, alleluia.

Alleluia, alleluia, alleluia !

La prima lettura dell'Eucarestia quotidiana di questo tempo di Natale ci invita a meditare la prima Lettera di Giovanni, come a volerci offrire le parole dell'amore che scaturiscono dal mistero stesso della nascita di Gesù. Solo un amore come quello di Dio può farci comprendere la bellezza e la forza del mistero del bambino ch'è nato. E c'è una corrispondenza profonda con quel desiderio di salvezza radicato nel profondo del cuore di ogni persona umana. È un desiderio che ci inquieta. Tale inquietudine è il primo passo per uscire da se stessi, dal proprio egocentrismo. E l'apostolo Giovanni ci indica una via semplice per conoscere il Signore. Non si tratta di fare sforzi speculativi ma semplicemente osservare i suoi comandamenti. È l'unica via per conoscere il Signore. Chi ascolta e mette in pratica la sua Parola dimora in Dio stesso, tanto da poter affermare che "in lui l'amore di Dio è perfetto". Non siamo noi per le nostre qualità ad essere perfetti, ma è perfetto l'amore che ci viene donato. Chi lo accoglie è anche lui sulla via della perfezione proprio perché guidato dall'amore stesso di Dio. L'apostolo sottolinea che il comandamento dell'amore è nuovo ma anche antico. È la sostanza stessa del Vangelo. L'amore di Dio divenuto carne in Gesù è la svolta radicale avvenuta nella storia umana. Con Gesù è stata impressa una nuova prospettiva all'umanità, una nuova visione è stata proposta, è "apparsa la luce vera" che dirada le tenebre che avvolgevano il mondo. È la luce dell'amore di Dio che porta ad amare tutti, senza eccezione alcuna, persino gli stessi nemici. Chi non accoglie e non vive questo amore resta "nelle tenebre e non sa dove va, poiché la tenebra ha accecato i suoi occhi". Il Vangelo dell'amore è la vera novità che cambia il mondo.


29/12/2015
Preghiera del tempo di Natale


Calendario della settimana
GIU
18
domenica 18 giugno
Festa del Corpo e Sangue di Cristo
GIU
19
lunedì 19 giugno
Preghiera per la pace
GIU
20
martedì 20 giugno
Preghiera con Maria, madre del Signore
GIU
21
mercoledì 21 giugno
Preghiera con i Santi
GIU
22
giovedì 22 giugno
Preghiera per la Chiesa
GIU
23
venerdì 23 giugno
Preghiera della Santa Croce
GIU
24
sabato 24 giugno
Vigilia del giorno del Signore
GIU
25
domenica 25 giugno
Liturgia della domenica