Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Lo Spirito del Signore è su di te,
chi nascerà da te sarà santo.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dal libro del profeta Isaia 7,1-9

Nei giorni di Acaz, figlio di Iotam, figlio di Ozia, re di Giuda, Resin, re di Aram, e Pekach, figlio di Romelia, re d'Israele, salirono contro Gerusalemme per muoverle guerra, ma non riuscirono a espugnarla. Fu dunque annunciato alla casa di Davide: "Gli Aramei si sono accampati in Èfraim". Allora il suo cuore e il cuore del suo popolo si agitarono, come si agitano gli alberi della foresta per il vento.
Il Signore disse a Isaia: "Va' incontro ad Acaz, tu e tuo figlio Seariasùb, fino al termine del canale della piscina superiore, sulla strada del campo del lavandaio. Tu gli dirai: "Fa' attenzione e sta' tranquillo, non temere e il tuo cuore non si abbatta per quei due avanzi di tizzoni fumanti, per la collera di Resin, degli Aramei, e del figlio di Romelia. Poiché gli Aramei, Èfraim e il figlio di Romelia hanno tramato il male contro di te, dicendo: Saliamo contro Giuda, devastiamolo e occupiamolo, e vi metteremo come re il figlio di Tabeèl.
Così dice il Signore Dio: Ciò non avverrà e non sarà!
Perché capitale di Aram è Damasco
e capo di Damasco è Resin.
Ancora sessantacinque anni
ed Èfraim cesserà di essere un popolo.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Ecco, Signore, i tuoi servi:
avvenga a noi secondo la Tua Parola.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Il piccolo regno di Giuda rischia di entrare presto in guerra. Si comprende l'agitazione della casa reale, la casa di Davide, che si pone alla ricerca di possibili alleati per potersi difendere dalla potente nazione assira. Il Signore, attraverso il profeta, vuole salvare Israele dalla distruzione. Isaia è invitato a presentarsi dal re Acaz assieme al suo figlio, il cui nome, Seriasùb, significa "un resto tornerà". In lui il re deve vedere il segno di una speranza per il popolo di Giuda. Il profeta dice al re: "Fai attenzione e stai tranquillo, non temere e il tuo cuore non si abbatta". È l'invito a non avere paura del pericolo che si sta affacciando: "Fa attenzione e sta tranquillo, non temere e il tuo cuore non si abbatta per quei due avanzi di tizzoni fumanti". Ma la tranquillità del credente ha senso solo se poggia sulla certezza della fede in Dio che non abbandona il suo popolo. Più avanti Isaia dirà: "Nella conversione e nella calma sta la vostra salvezza, nell'abbandono confidente sta la vostra forza" (30,15). L'appello alla fede è centrale in tutta la vicenda biblica, come anche in questo passaggio del profeta. La forza della fede è sconosciuta a chi è abituato a confidare solo in se stesso e nelle proprie forze. La fede in Dio è il contrario della paura che, invece, è conseguenza dell'orgoglio arrogante. Non saranno né le alleanze umane né l'agitata ricerca di sicurezze, che potranno proteggere e garantire un futuro di pace. Gli uomini e le donne di fede possono essere costruttori di pace e di sicurezza se si affidano a Dio e alla sua Parola. Non solo saranno liberi dalla paura che porta sempre a diffidare degli altri, ma potranno resistere al male e vincerlo per edificare un mondo di solidarietà e di pace. Non dimentichiamo mai l'affermazione che chiude questa pagina: "Ma se non crederete, non resterete saldi".


12/07/2016
Preghiera con Maria, madre del Signore


Calendario della settimana
MAR
26
domenica 26 marzo
Liturgia della domenica
MAR
27
lunedì 27 marzo
Preghiera per i poveri
MAR
28
martedì 28 marzo
Preghiera con Maria, madre del Signore
MAR
29
mercoledì 29 marzo
Preghiera con i Santi
MAR
30
giovedì 30 marzo
Preghiera per la Chiesa
MAR
31
venerdì 31 marzo
Preghiera della Santa Croce
APR
1
sabato 1 aprile
Vigilia del giorno del Signore
APR
2
domenica 2 aprile
Liturgia della domenica