Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 

Memoria di san Callisto papa (+222). Amico dei poveri, fondò la casa di preghiera sulla quale sorgerà Santa Maria in Trastevere.


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Questo è il Vangelo dei poveri,
la liberazione dei prigionieri,
la vista dei ciechi,
la libertà degli oppressi.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dalla lettera di Paolo agli Efesini 1,11-14

In lui siamo stati fatti anche eredi,
predestinati - secondo il progetto di colui
che tutto opera secondo la sua volontà -
a essere lode della sua gloria,
noi, che già prima abbiamo sperato nel Cristo.
In lui anche voi,
dopo avere ascoltato la parola della verità,
il Vangelo della vostra salvezza,
e avere in esso creduto,
avete ricevuto il sigillo dello Spirito Santo che era stato promesso,
il quale è caparra della nostra eredità,
in attesa della completa redenzione
di coloro che Dio si è acquistato a lode della sua gloria.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Il Figlio dell'uomo
è venuto a servire,
chi vuole essere grande
si faccia servo di tutti.

Alleluia, alleluia, alleluia !

L'apostolo pone all'inizio della sua Lettera un inno di benedizione. Lo sguardo di fede lo porta a magnificare il Signore per il disegno di salvezza che ha concepito per l'intero universo. Le tre Persone della Trinità operano assieme: il Padre, origine e promotore di questo disegno salvifico; il Cristo, mediatore attraverso cui Egli lo realizza; e lo Spirito Santo che orienta tutto verso il compimento finale. La benedizione è diretta a Dio perché Egli ci ha benedetti "con ogni benedizione spirituale". In genere, siamo noi a chiedere a Dio la sua benedizione; qui è l'apostolo che benedice il Padre per l'amore con cui ci ha amato. Tale amore è la benedizione per noi. Infatti, siamo stati scelti da Dio sin dall'eternità; e scelti "in Cristo", ossia membri della comunità dei suoi discepoli. Dio non ha mai pensato Cristo senza la Chiesa, e quindi non ha mai pensato noi senza la comunità. Di qui la nostra gratitudine al Signore, sapendo di "esistere" perché amati personalmente da Lui e destinati ad essere "santi ed immacolati". Lo scopo dell'Incarnazione del Figlio è "ricapitolare" tutti e tutto in Gesù. Il Crocifisso, con la risurrezione è stato posto a capo dell'intera creazione. In Lui l'universo intero e la storia degli uomini trova coesione e significato. Egli porta a compimento quel sogno d'unità presente in Dio sin dalla creazione: veniamo tutti da Dio e a Lui tutti dobbiamo tornare. Tale disegno è stato rivelato in modo del tutto nuovo quando Gesù ci ha mostrato Dio come suo "Padre". Nel Figlio risorto Dio ha aperto la sua paternità a tutti gli uomini. Noi credenti viviamo perciò già da ora nel Risorto, sino a poter dire che il Padre ci ha già portato "nei cieli", là dove si trova il Cristo. Per questo la lotta contro le potenze del male non è vana: il credente partecipa già ora alla vittoria finale di Cristo, e sa che più nulla potrà separarlo dall'amore di Dio. In Cristo, Dio ha concepito, realizzato e portato a termine l'intero disegno di salvezza. Egli è l'Alfa perché è 1'Omega, era all'origine e ora ricapitola in sé tutte le cose. A noi credenti viene donato lo "Spirito Santo della promessa", ossia quello promesso ai profeti (Cfr. Ez 36,25ss), che per noi è anche "caparra" (v. 14), acconto, anticipo del pieno compimento dell'opera divina a nostro favore.


14/10/2016
Preghiera della Santa Croce


Calendario della settimana
OTT
15
domenica 15 ottobre
Liturgia della domenica
OTT
16
lunedì 16 ottobre
Preghiera per la pace
OTT
17
martedì 17 ottobre
Preghiera con Maria, madre del Signore
OTT
18
mercoledì 18 ottobre
Preghiera degli Apostoli
OTT
19
giovedì 19 ottobre
Preghiera per la Chiesa
OTT
20
venerdì 20 ottobre
Preghiera della Santa Croce
OTT
21
sabato 21 ottobre
Vigilia del giorno del Signore
OTT
22
domenica 22 ottobre
Liturgia della domenica