Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Io sono il buon pastore,
le mie pecore ascoltano la mia voce
e diventeranno
un solo gregge e un solo ovile.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Salmo 85 (84), 9-14

9 Ascolterò che cosa dice Dio, il Signore:
egli annuncia la pace
per il suo popolo, per i suoi fedeli,
per chi ritorna a lui con fiducia.

10 Sì, la sua salvezza è vicina a chi lo teme,
perché la sua gloria abiti la nostra terra.

11 Amore e verità s'incontreranno,
giustizia e pace si baceranno.

12 Verità germoglierà dalla terra
e giustizia si affaccerà dal cielo.

13 Certo, il Signore donerà il suo bene
e la nostra terra darà il suo frutto;

14 giustizia camminerà davanti a lui:
i suoi passi tracceranno il cammino.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Vi do un comandamento nuovo:
che vi amiate l'un l'altro.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Oggi preghiamo con la seconda parte del Salmo 85. È un Salmo che riflette la gioia del momento del ritorno dall'esilio babilonese: «Hai fatto tornare i deportati di Giacobbe» (v. 2), ma può riferirsi a ogni situazione di ritorno a una vita nuova dopo particolari calamità, come le guerre, le pestilenze, le carestie. Il popolo d'Israele in questi momenti digiunava, si vestiva di sacco e si cospargeva il capo di cenere, nella certezza che il Signore avrebbe cancellato il peccato e ridato a tutti una vita segnata dalla pace. Il credente sa che Dio non lo abbandona. Tutte le pagine delle Sante Scritture narrano la fedeltà e la bontà del Signore per il suo popolo, anche quando si è allontanato dall'alleanza per seguire altri dèi. È su questa fedeltà incrollabile di Dio che poggia la fede di Israele. Il Signore arriva a cancellare e persino a dimenticare il peccato del suo popolo: «Hai perdonato l'iniquità del tuo popolo, hai cancellato ogni loro peccato» (v. 3). Il credente sa che Dio, nel suo amore fedele, guida la storia verso la salvezza, e rivolgendosi a Dio può dirgli: «Tu nostra salvezza» (v. 5). Il peccato in effetti non è altro che il tentativo di cercare la salvezza al di fuori di Dio, mentre la conversione è tornare a confidare in Dio. Le parole di questo Salmo acquistano un senso di grande attualità se volgiamo i nostri occhi sulla triste situazione del mondo che vede crescere chiusure, diffidenze, ingiustizie e conflitti. E noi credenti accogliamo l'esortazione del salmista: «Ascolterò che cosa dice Dio, il Signore: egli annuncia la pace per il suo popolo, per i suoi fedeli, per chi ritorna a lui con fiducia» (v. 9). Mai come oggi sentiamo il rumore dei conflitti. E quindi il bisogno che si affretti la pace. Il salmista consegna anche a noi la sua visione: «Amore e verità s'incontreranno, giustizia e pace si baceranno. Verità germoglierà dalla terra e giustizia si affaccerà dal cielo» (vv. 11-12). Oggi, purtroppo, sembra accadere l'esatto contrario. È rara la verità – quanta menzogna! – e ancor più raro l'amore. Ed è difficile anche solo pensare al "bacio" tra la giustizia e la pace. Sembra crescere sempre più la distanza tra i ricchi e i poveri che diventano sempre più poveri. E non è certo la «gloria del Signore» ad abitare la terra. Essa appare abitata sempre più dalla dittatura di un materialismo che travolge i popoli. C'è bisogno che i credenti invochino con insistenza la pace e che con generosa creatività percorrano le vie del mondo per cercare di disarmare i violenti e creare ovunque incontri di dialogo e ponti di pace. Il salmista canta: «I suoi passi tracceranno il cammino» (v. 14). Seguano i credenti i passi del Signore. Potremmo dire che il Signore ha affidato anche a noi – con tutte le nostre fragilità, ma anche con tutto il suo aiuto – il cammino della pace. Accogliamo il suo invito, sapendo che è qui la nostra beatitudine, come Gesù stesso disse: «Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio» (Mt 5,9).


15/06/2017
Preghiera per la Chiesa


Calendario della settimana
LUG
16
domenica 16 luglio
Liturgia della domenica
LUG
17
lunedì 17 luglio
Preghiera per la pace
LUG
18
martedì 18 luglio
Preghiera con Maria, madre del Signore
LUG
19
mercoledì 19 luglio
Preghiera con i Santi
LUG
20
giovedì 20 luglio
Preghiera per la Chiesa
LUG
21
venerdì 21 luglio
Preghiera della Santa Croce
LUG
22
sabato 22 luglio
Vigilia del giorno del Signore
LUG
23
domenica 23 luglio
Liturgia della domenica