change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Io sono il buon pastore,
le mie pecore ascoltano la mia voce
e diventeranno
un solo gregge e un solo ovile.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dal libro degli Atti 17,1-14

Percorrendo la strada che passa per Anfìpoli e Apollònia, giunsero a Tessalònica, dove c'era una sinagoga dei Giudei. Come era sua consuetudine, Paolo vi andò e per tre sabati discusse con loro sulla base delle Scritture, spiegandole e sostenendo che il Cristo doveva soffrire e risorgere dai morti. E diceva: "Il Cristo è quel Gesù che io vi annuncio". Alcuni di loro furono convinti e aderirono a Paolo e a Sila, come anche un grande numero di Greci credenti in Dio e non poche donne della nobiltà. Ma i Giudei, ingelositi, presero con sé, dalla piazza, alcuni malviventi, suscitarono un tumulto e misero in subbuglio la città. Si presentarono alla casa di Giasone e cercavano Paolo e Sila per condurli davanti all'assemblea popolare. Non avendoli trovati, trascinarono Giasone e alcuni fratelli dai capi della città, gridando: "Quei tali che mettono il mondo in agitazione sono venuti anche qui e Giasone li ha ospitati. Tutti costoro vanno contro i decreti dell'imperatore, perché affermano che c'è un altro re: Gesù". Così misero in ansia la popolazione e i capi della città che udivano queste cose; dopo avere ottenuto una cauzione da Giasone e dagli altri, li rilasciarono. Allora i fratelli, durante la notte, fecero partire subito Paolo e Sila verso Berea. Giunti là, entrarono nella sinagoga dei Giudei. Questi erano di sentimenti più nobili di quelli di Tessalònica e accolsero la Parola con grande entusiasmo, esaminando ogni giorno le Scritture per vedere se le cose stavano davvero così. Molti di loro divennero credenti e non pochi anche dei Greci, donne della nobiltà e uomini. Ma quando i Giudei di Tessalònica vennero a sapere che anche a Berea era stata annunciata da Paolo la parola di Dio, andarono pure là ad agitare e a mettere in ansia la popolazione. Allora i fratelli fecero subito partire Paolo, perché si mettesse in cammino verso il mare, mentre Sila e Timòteo rimasero là.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Vi do un comandamento nuovo:
che vi amiate l'un l'altro.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Paolo si ferma a Tessalonica, capitale della provincia romana della Macedonia, ed entra come di consueto nella sinagoga. Era un importante centro politico, economico, culturale e religioso. Paolo (assieme a Sila e Timoteo), per tre sabati consecutivi, partendo dalle Scritture, annuncia ai presenti che "il Cristo è quel Gesù che io vi annuncio". Anche qui alcuni degli ascoltatori si lasciano toccare il cuore dalla predicazione di Paolo. Anzi, si aggiungono ad essi anche greci e donne di famiglie altolocate. C'è, invece, un altro gruppo di ebrei che, mosso dall'invidia per il successo che Paolo continua ad ottenere, provoca una sommossa contro di lui costringendolo a fuggire verso Berea con i suoi compagni. Qui essi sono accolti dagli ebrei del luogo con uno spirito di grande apertura. Purtroppo, quelli di Tessalonica lo vengono a sapere e si trasferiscono nella città provocando anche qui dei disordini. Come appare chiaramente, l'inizio della Chiesa sul suolo d'Europa è per l'apostolo Paolo una dolorosa catena di amare esperienze assieme. L'accusa, che si ripete, è di provocare disordini pubblici e di ribellione contro lo stato. È il cammino di sempre della Chiesa e di ogni comunità cristiana. Il Signore tuttavia ha promesso che non lascerà mai soli i discepoli e non farà mancare loro l'aiuto. Queste pagine degli Atti ci dicono comunque che la vita cristiana è sempre una vita di lotta contro il male. Sappiamo però che la consolazione che sgorga dall'amicizia con il Signore fa superare ogni difficoltà e ostacolo.


19/10/2017
Preghiera per la Chiesa


Calendario della settimana
GEN
21
domenica 21 gennaio
Liturgia della domenica
GEN
22
lunedì 22 gennaio
Preghiera per i poveri
GEN
23
martedì 23 gennaio
Preghiera con Maria, madre del Signore
GEN
24
mercoledì 24 gennaio
Preghiera con i Santi
GEN
25
giovedì 25 gennaio
Preghiera degli Apostoli
GEN
26
venerdì 26 gennaio
Preghiera della Santa Croce
GEN
27
sabato 27 gennaio
Vigilia del giorno del Signore
GEN
28
domenica 28 gennaio
Liturgia della domenica