Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più giovani - il paese...cobaleno - il paese...ocumenti - io ho un...r inform - america latina - storia di beatriz contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Storia di Beatriz


 
versione stampabile

"Io ho un sogno… andare a scuola"
MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE 
PER IL DIRITTO ALLO STUDIO
dossier informativo

AMERICA LATINA
Storia di Beatriz

Io mi chiamo Beatriz, ho cinque fratelli, vivo a San Esteban nella parte nord occidentale del paese dove si trovano bellissime montagne e appartengo all'etnia quichè.

I miei genitori mi hanno raccontato che, quando arrivarono qui, non c'era proprio niente: per trovare lo spazio per costruire la nostra casa e per avere del terreno da coltivare hanno dovuto tagliare gli alberi.

Quando ero molto più piccola, rimanevo con la mia famiglia solo quattro mesi l'anno nella nostra casa di San Esteban. Gli altri mesi dovevamo spostarci sulla costa per coltivare il caffè: ricordo che tutti i miei fratelli lavoravano nelle piantagioni, e così non sono mai andati a scuola. Io sono fortunata perché ora non ci dobbiamo più spostare e posso andare a scuola.

Certo, prima di andare a scuola ho tante cose da fare: la mattina mi alzo alle quattro e aiuto la mamma a badare alle pecore, alle galline e a qualche altro piccolo animale; poi l'aiuto a cucinare per il resto della famiglia. Quando ho finito di fare tutte queste cose, anche se sono già un po' stanca, vado a scuola.

Io arrivo a scuola dopo due ore di cammino, molti miei compagni impiegano più tempo. La mia scuola non è molto alta, perché un vento molto forte, come ce ne sono spesso da queste parti, può sollevarla e portare via tutto; perciò è piccola, con pareti di canne, che vengono piantate nel terreno e legate con della corda. Neppure a scuola c'è l'elettricità, come a casa mia.

Nella mia classe siamo in quaranta, la materia che preferisco è il quiché, che è la mia lingua. Studio anche lo spagnolo, ma per me è molto difficile. Mamma e papà non mi possono aiutare ad impararlo, perché non sono mai andati a scuola, e non lo sanno parlare. Io ho buoni voti, ma tanti miei compagni sono stati bocciati e poi non sono più tornati a scuola. A me piacerebbe tanto studiare anche dopo le elementari, ma la scuola secondaria è lontana, è in città, e forse dovrò aiutare i miei genitori nel lavoro dei campi e non ci potrò andare.

I più Giovani

I documenti


NEWS CORRELATE
20 Novembre 2016

Giornata mondiale dei diritti dell'infanzia: Sant'Egidio dalla parte dei bambini


Le Scuole della Pace, il programma "Bravo!", i centri nutrizionali, il programma DREAM... come la Comunità protegge i diritti dei più piccoli. E alcune storie
IT | ES | DE | PT | HU
16 Novembre 2016
ADJUMANI, UGANDA

Un nuovo anno ricco di novità per i bambini profughi della School of Peace di Nyumanzi


Nuove classi, sostegno nutrizionale e tanti progetti per la scuola elementare realizzata da Sant'Egidio nel campo profughi vicino a Adjumani in Nord Uganda
IT | EN | ES | DE | PT | ID
9 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Ecco dove a Roma l'ecologia incontra la solidarietà: la Città Ecosolidale e il mercato vintage di Sant'Egidio

9 Ottobre 2016
BERLINO, GERMANIA

No More Walls - 10 anni di Scuola della Pace a Berlino


Festa nel quartiere di Neukölln per una cultura del vivere insieme
IT | ES | DE | FR
5 Ottobre 2016

5 ottobre, World Teacher's day: Tutti a scuola... della pace!


E grazie a tutti coloro che fanno scuola, gratuitamente e volentieri, ai bambini di ogni parte del mondo. Il video della Scuola della Pace di Antwerpen
IT | EN | ES | DE | PT | RU | ID | HU
5 Ottobre 2016
MOHALES HOEK, LESOTO

Si cresce alla Scuola della Pace anche in Lesotho, il piccolo paese nel sud dell'Africa


Nel Paese africano con un'altissima incidenza di AIDS, molti bambini sono orfani di entrambi i genitori. Con loro Sant'Egidio ha recentemente celebrato il Giubileo della Misericordia
IT | ES | DE | FR | PT
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
28 Ottobre 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera
Andrea Riccardi. Il paradosso della Chiesa di Francia
5 Ottobre 2016
Avvenire
Marco Impagliazzo: Nel tempo del noi
9 Settembre 2016
La Nazione
«Soltanto la cultura ci salverà»: la speranza di Andrea Riccardi
9 Settembre 2016
Popoli e Missione
William Quijano: Nel paese degli scontri un giovane coltiva l’arte dell’incontro
22 Agosto 2016
La Stampa
Andrea Riccardi: "Pagare per la cittadinanza europea questa è la peggior globalizzazione"
tutta la rassegna stampa correlata

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri