Riccardi Andrea: al web

Riccardi Andrea: a les xarxes socials

Riccardi Andrea: revista de premsa

change language
vostè està en: home - recull de premsa com contactar-nosnewsletterlink

Ajuda la Comunitat

  
26 Febrer 2014

L'intervista: «Così strumentalizzano la religione»

 
versió per imprimir

ROMA. Il dottor Benjamin Argak Kwashi si trincera dietro un sorriso e sta attento ad usare parole che potrebbero spezzare il sottile filo del "dialogo" con i terroristi di Boko Haram. È vescovo anglicano di Jos, nel nord della Nigeria. Dopo gli attacchi alle Chiese cristiane prese con coraggio posizione contro tanta violenza che semina terrore nello Stato di Plateau. Per questo ha subito tre attentati insieme alla moglie. Si è fatto promotore nella sua diocesi della Christian-Muslin community skill aquisition iniziative, un progetto che riunisce cristiani e musulmani in piccoleattività imprenditoriali. Nella sua residenza dà ospitalità a trenta orfani. A Roma ha partecipato al recente incontro inter religioso promosso dallaComunità di Sant'Egidio.

Reverendo Kwashi, com'è adesso la situazione nella sua diocesi? Alcuni giorni fa gli uomini di Boko Haramhanno attaccato alcuni villaggi e  sono morte più di novanta persone. Questo rende l'idea di cosa succede ancora in Nigeria. Boko Haram sta semplicemente continuando a fare quello che ha minacciato di fare.

E il dialogo? Formalmente è ancora aperto. Come si sa, il presidente Goodluck Ebele Jonathan ha dato loro la possibilità di dialogare,gli ha offerto anche un'amnistia, ma loro hanno rifiutato. Il fatto è che questo è successo un anno e mezzo fa. Il presidente ha poi formato un comitato per andare in giro e parlare con loro. Questo comitato si è mosso, ma non ha ancora raggiunto un risultato concreto.

Ha paura per la sua persona?  Preferisco non parlarne non perché abbia timore, ma per una questione di fiducia reciproca tra me e loro. Noi continuiamo a fare la nostra vita pastorale come sempre, senza sentirci intimoriti.

È una questione di coraggio, allora? Nemmeno. Dipende dai punti di vista. Io sono un prete. La mia vita è nelle mani di Dio. Che posso dire? Che la mia vita sia buona o cattiva, poco importa. Devo continuare a lavorare e servire la gente.

In che modo la comunità internazionale può aiutare la Nigeria? Se il dibattito che su questi temi ha sempre promosso la Comunità di Sant'Egidio venisse conosciuto da tutti, se fosse portato all'attenzione dei politici e se Dio ci aiuta, si possono fare molti passi avanti. Ma i politici devono farsi sentire ed essere i primi a fare passi decisivi.

Fino a che punto in Boko Haram gioca la componente religiosa? La religione per loro non è importante. Loro usano la religione, la stumentalizzano. Quanto fanno non credo abbia un legame con il Corano: strangolano le persone, tagliano le teste, fanno sacrifici umani... Tutte queste cose non hanno nulla a che vedere con la religione islamica.

Pensa che ci sia ancora un margine di discussione? Il problema è che c'è gente che li sostiene e non vuole fermarli. Anche questo rende difficile il dialogo. Il problema è questo: quanti sostengono la lotta armata.

Sono in tanti a sostenerli? È un gruppo certamente numeroso. Se pensiamo alle armi che hanno, al denaro di cui dispongono. Si capisce che hanno un sostegno importante. 


 LEA TAMBÉ
• NOTÍCIES
20 Febrer 2014
ROMA, ITÀLIA

Un PACTE COMÚ de les religions per la pau

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
21 Març 2011

Jos (Nigèria): Conferència sobre la pau, el servei als pobres i el diàleg interreligiós

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
23 Febrer 2012

44è aniversari de la Comunitat de Sant’Egidio a Nàpols

IT | ES | CA
24 Octubre 2011

L'Esperit d'Assís: 25 anys de pregària per la pau

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
24 Juny 2011

Nàpols (Itàlia): Una nova casa de la Comunitat de Sant'Egidio al barri de Ponticelli

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
14 Juny 2011

Dresden (Alemanya): Compromís per la vida i defensa dels gitanos, temes de Sant'Egidio al Kirchentag 2011 de l'Església evangèlica alemanya

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
totes les notícies
• IMPRIMIR
16 Gener 2016
Avvenire

«Lo spirito di Sant'Egidio importante per l'Europa»

5 Desembre 2015
OnuItalia

Sant’Egidio: diplomazia discreta in Centrafrica precede visita Papa

4 Desembre 2015
Internazionale

La diplomazia discreta di Sant'Egidio

29 Novembre 2015
Avvenire

Riuniti insieme i leader politici

11 Octubre 2014
AICA.ORG

San Egidio: Encuentro interreligioso de oración por la paz

13 Juny 2014
AICA

El papa Francisco visitará el domingo a la Comunidad de San Egidio

tots els comunicats de premsa
• NO PENA DE MORT
10 Octubre 2017

Nella Giornata mondiale contro la pena di morte visitiamo i condannati più poveri in Africa

15 Abril 2017
ESTATS UNITS

Fermate le esecuzioni in Arkansas in seguito all'esposto di un'azienda farmaceutica

18 Febrer 2016
ROMA, ITÀLIA

IX Congresso Internazionale dei Ministri della Giustizia per un mondo senza pena di morte, il 22 febbraio a Roma

27 Octubre 2015
JAPÓ

Il supplizio di Iwao, da 47 anni nel braccio della morte

20 Octubre 2015
JAPÓ

Giustizia e diritti umani per una società senza pena di morte - #NoJusticewithoutlife in Giappone

10 Octubre 2015
ESTATS UNITS

La Comunità di Sant'Egidio lancia la prossima "Giornata Mondiale delle città per la vita"

5 Octubre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

12 Març 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

12 Març 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

9 Març 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 Març 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 Març 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

anar a cap pena de mort
• DOCUMENTS

Andrea Riccardi - Oriente y Occidente - Diálogos de civilización

tots els documents