change language
sie sind in: home - pressearchiv kontaktnewsletterlink

Unterstützung der Gemeinschaft

  
9 März 2014

La sfida del nostro paese il futuro dell'italia si costruisce tra i banchi

La scuola è fondamentale anche per l'integrazione degli immigrati

 
druckversion

Non basta ringiovanire il Governo (cosa ottima), ma bisogna guardare ai bambini e ai giovani. Il loro futuro non è roseo in un'Italia che declina. Il declino avviene a causa dei nuovi scenari storici, ma anche per la debolezza di una politica senza visione. I ragazzi sono il cuore della visione del futuro. Questo ci porta immediatamente a parlare di scuola.  A dire il vero si parla molto di scuola, ma che si fa? Non si tratta solo di riforme. Anzi la scuola è un organismo stressato dalle numerose (talvolta contraddittorie) riforme. Bisogna investire economicamente sulla scuola, non ridurne la durata. Lo stato, sovente penoso, di tanti edifici scolastici è una questione urgente. Inoltre gli insegnanti, una classe spesso umiliata, debbono recuperare ruolo sociale e prestigio. Certo, la scuola forgia attitudini e conoscenze utili per gli sbocchi lavorativi dei giovani. Ma c'è un aspetto da non trascurare: il sapere umanistico rende liberi e creativi. Non si deve umiliare questo sapere nel corso scolastico.

QUESTIONE DI CITTADINANZA. Bisogna investire sulla scuola, dare dignità agli insegnanti, coltivare il mondo scolastico come luogo di formazione in una società dove sono deperite tante agenzie socializzanti e formative. Non va dimenticata la funzione decisiva della scuola per l'integrazione dei giovani immigrati e figli d'immigrati. In proposito non posso non segnalare con soddisfazione come, in questi giorni, è stata ripresa la proposta da me avanzata: dare la cittadinanza italiana ai minori, figli di stranieri, che hanno frequentato cinque anni di scuola primaria, in nome dello ius culturae. Non si tratta dello "ius soli", troppo automatico in un Paese di passaggio come l'Italia. Né dell'attuale ius sanguinis, inadeguato e restrittivo. Attraverso lo ius culturae i bambini non di origine italiana potranno affrontare, riconosciuti italiani, i successivi cicli scolastici, la socializzazione da adolescenti, l'impatto con il lavoro. Troppo si è fatto aspettare questi ragazzi a causa di una politica becera che lucrava consenso elettorale sulla carta degli immigrati. Invece questi giovani, se integrati, possono dare un contributo umano e dinamico al Paese. Anche in questa prospettiva la scuola ha un ruolo decisivo, per costruire la società di domani. "


 LESEN SIE AUCH
• NACHRICHTEN
3 Februar 2016
ROM, ITALIEN

Konferenz USA-Italien über Migration - Integration stärkt die Demokratie und baut eine gemeinsame Kultur auf

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
9 August 2017

Immigration, Menschenhändler, Menschenrechte, die libysche Frage. Ein Interview mit Andrea Riccardi in La Stampa

IT | ES | DE | FR | CA
14 November 2011

Im Auditorium Antonianum in Rom fand am 13. November die Eröffnung des neuen Schuljahrs der Schule für italienische Sprache und Kultur und die Zeugnisverleihung statt

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
7 Juli 2011

Caserta (Italien): Zeugnisübergabe in der Schule für italienische Sprache und Kultur

IT | ES | DE | FR | CA | NL
25 Juni 2011

Padua (Italien): Sterben auf dem Weg der Hoffnung - Namen und Geschichten von Migranten, die auf den Wegen nach Europa ums Leben kamen, bei der Gebetswache in San Luca

IT | DE | FR | NL | RU
17 Juni 2011

"Sterben auf dem Weg der Hoffnung": Namen und Geschichten von Flüchtlingen, die auf den Reisen nach Europa gestorben sind. Gebetswache zu ihrem Gedenken in Santa Maria in Trastevere

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL
all news
• DRUCKEN
22 August 2017
Corriere della Sera

Per il Papa l’integrazione è il processo chiave

8 Juli 2017
Il Fatto Quotidiano

Andrea Riccardi: "Non è un'invasione, servono altri toni"

27 Februar 2017
L'huffington Post

Andrea Riccardi: Un anno di corridoi umanitari. L'integrazione protegge più dei muri

9 Juni 2016
Gazzetta del Sud

Riccardi: «Senza Mediterraneo non c'e Europa»

30 November 2017
Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Europa e giovani migranti, il futuro va creato in Africa

16 September 2017
SIR

Cortile di Francesco: Riccardi, “non dare la cittadinanza significa marginalizzare”

alle pressemitteilungen
• GESCHEHEN
3 Dezember 2017

Incontro con Andrea Riccardi, oggi alle 12.15 e alle 20:30 a Soul, TV2000

Alle sitzungen des gebets für den frieden
• DOKUMENTE

Andrea Riccardi - Oriente y Occidente - Diálogos de civilización

alle dokumente

FOTOS

1492 besuche

1498 besuche

1518 besuche

1459 besuche

1509 besuche
alle verwandten medien