change language
sie sind in: home - pressearchiv kontaktnewsletterlink

Unterstützung der Gemeinschaft

  
28 März 2014

Filippine, storico «sì» alla pace a Mindanao

Firmato l'accordo governo-separatisti: 140mila le vittime in quarant'anni

 
druckversion

Una firma «storica». Nel pomeriggio di ieri a Manila il presidente Benigno Aquino III e il leader del Fronte islamico di liberazione Moro (Milf) Murad Ibrahim, presente il premier malese Najib Razak, hanno presenziato alla sigla del trattato di pace che non solo dovrebbe fermare le violenze a Mindanao, ma che aprirà la strada, entro la metà del 2016, alla nuova autonomia delle province a maggioranza musulmana nel meridione filippino. Un risultato raggiunto con la mediazione malese e di facilitatori internazionali (tra i quali la Comunità di Sant'gidio), che consentirà una sostanziale autodeterminazione al 10% della popolazione filippina di fede islamica, ma garantiranno anche sicurezza e uguali possibilità ai cristiani che con essa convivono.
Alla firma dell`Accordo complessivo per il Bangsamoro (nazione musulmana) nel palazzo presidenziale di Malacaliang, dove erano raccolti anche 500 membri del Fronte islamico di liberazione Moro, la consulente presidenziale per l`accordo di pace, Teresita Quintos-Deles ha definito l`iniziativa «una nuova alba» e ha promesso ai filippini «non più guerra, non più bambini in fuga per la salvezza, non più povertà e paura».
La firma delle 5 pagine dell`accordo da parte della responsabile governativa per le trattative Miriam Coronel-Ferrer e il capo-negoziatore del Milf Mohagher Iqbal è stata accompagnata da diverse iniziative dei musulmani. A migliaia erano presenti a Quiapo, nell`area del capitale e in numero ancora maggiore, hanno festeggiato in varie località di Mindanao. Se il trattato rappresenta in sé un passo importante, gli ostacoli sul cammino della vera normalizzazione a Mindanao sono notevoli. Il presidente dovrà convincere entro l`anno il Parlamento ad approvare una legge che dia vita alla regione autonoma del Bangsamoro, in tempo per potere prevedere un referendum nelle regioni meridionali che confermi la volontà popolare di proseguire sul cammino dell`autonomia secondo le modalità indicate.
Il rischio è che, avvicinandosi la scadenza del suo mandato, l`opposizione politica utilizzi la carta dell`autonomia per metterlo in difficoltà. Un ostacolo potrebbe essere anche l`opposizione dei cristiani che a Mindanao e in tutto il Sud sono una maggioranza, sebbene limitata in alcune aree. Il conflitto quarantennale che ha provocato almeno 140mila morti, continua a pesare. Il testo firmato ieri dovrebbe attenuare le resistenze a partire dalla sostanziale laicità del governo locale e dal fatto che Difesa, politica estera, valuta, attribuzione della cittadinanza, resteranno prerogativa di Manila. La regione autonoma sarà dotata di un proprio Parlamento e di autonomia fiscale; potrà disporre di una polizia locale e di risorse finanziarie derivanti dalla divisione con il governo centrale dei proventi dallo sfruttamento delle risorse naturali. 


 LESEN SIE AUCH
• NACHRICHTEN
1 Januar 2012

Veranstaltungen "Friede auf Erden"

IT | DE | FR | NL | RU
1 Januar 2012

1. Januar 2012 - Weltfriedenstag

IT | ES | DE | CA
10 Juni 2011

Manila (Philippinen) - Fest mit den Kindern der Schule des Friedens von Cainta

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL | RU
21 März 2011

Jos (Nigeria): Konferenz über Frieden, Dienst an den Armen und interreligiösen Dialog

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL
2 Januar 2011

Rom, der Papst grüßt die Teilnehmer des von der Gemeinschaft Sant'Egidio organisierten Marsches "Frieden auf der ganzen Erde"

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | CS
16 Juli 2010

Addis Abeba (Äthiopien): Unterzeichnung einer "Protokollarischen Vereinbarung über die Zusammenarbeit zwischen der Gemeinschaft Sant'Egidio und der Kommission der Afrikanischen Union".

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL | ID
all news
• DRUCKEN
27 März 2014
La Repubblica

Accordo con i ribelli islamici

29 März 2014
Avvenire

«Adesso la pace a Mindanao va coltivata»

22 September 2016
Agencia Latinoamericana y Caribeña de Comunicación

Sed de paz en La Habana

17 Juni 2015
Avvenire

I separatisti filippini consegnano le armi

6 April 2015
AlfayOmega

Entrevista con Andrea Riccardi, fundador de la Comunidad de San Egidio

alle pressemitteilungen
• GESCHEHEN
6 November 2017 | MAPUTO, MOZAMBIQUE

Celebrare la memoria guardando al futuro. Con mons. Matteo Zuppi

5 November 2017 | TREVISO, ITALIEN

Preghiera per la pace. Presiede mons. Mario Salviato

Alle sitzungen des gebets für den frieden
• DOKUMENTE

''Entente de Sant'Egidio'': Political Agreement for Peace in the Central African Republic

Libya: The humanitarian agreement for the region of Fezzan, signed at Sant'Egidio on June 16th 2016 (Arabic text)

Nuclear Disarmament Symposium on the 70 th anniversary of the atomic bomb. Hiroshima, August 6 2015

1st Asia Pacific Congress on Human Rights and Respect for the Dignity of Life - Speech of Mario Marazziti

alle dokumente