Riccardi Andrea: auf dem web

Riccardi Andrea: auf sozialen netzwerken

Riccardi Andrea: pressespiegel

change language
sie sind in: home - pressearchiv kontaktnewsletterlink

Unterstützung der Gemeinschaft

  

Agenzia Fides

25 September 2010

ASIA/PAKISTAN - La Comunità di Sant’Egidio: “Profughi anonimi, accampati perfino nel cimitero”

 
druckversion

Lahore (Agenzia Fides) – Raggiungeranno i profughi sulle barche, unico mezzo per soccorrere la popolazione di Kot Addu (nei pressi di Muzaffargahr, Sud Punjab), località ancora invasa dalle acque. I volontari della Comunità di Sant’Egidio – realtà ormai radicata da 10 anni in Pakistan, con una rete di oltre 200 aderenti in sei città – stanno approntando gli aiuti (cibo, acqua tende, kit igienici) che saranno consegnati nei prossimi giorni a 100 famiglie (oltre 400 persone) di Kot Addu.
Gli sfollati, per metà musulmani, per metà di famiglie cristiane e indù, si sentono abbandonati: “Non vi è stata alcuna registrazione da parte del governo. Sono solo le Ong private a occuparsi di queste persone”, racconta all’Agenzia Fides Sana Iqbal, coordinatrice della Comunità di Sant’Egidio a Lahore. Naturalmente non è nemmeno arrivata la “Watan card”, tessera per ricevere un contributo in denaro per la riabilitazione.
La Comunità di Sant’Egidio porta aiuti anche a Noshera e Charsadda, entrambe nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa (ex Provincia di Frontiera del Nordovest): “Abbiamo trovato delle città fantasma, totalmente distrutte: la situazione è davvero drammatica. I profughi sono ammassati nelle tendopoli, che si estendono a perdita d’occhio, organizzate dalla protezione civile pakistana o delea Ong. Alcuni vivono perfino in mezzo alle tombe, poichè il cimitero locale, costruito su una collinetta, si è salvato dall’alluvione”, racconta a Fides don Paolo Cristiano, sacerdote della Comunità, di ritorno da un viaggio per coordinare gli aiuti.
Don Paolo prosegue: “Nelle due città abbiamo portato aiuti umanitari a circa 300 famiglie, per un totale di 1.000 persone. I profughi sono per la maggior parte musulmani, ma ci sono anche le minoranze religiose. Le comunità tendono a ghettizzarsi. A volte ci siamo resi conto che i cristiani sono stati gli ultimi a ricevere assistenza: sappiamo che nel paese, generalmente, sono trattati come cittadini di seconda categoria”.
“Ma la presenza di problemi e difficoltà, come i ritardi negli aiuti, le discriminazioni, la corruzione, le infiltrazioni di gruppi islamici radicali, costituisce un ulteriore impulso a non abbandonare a se stessi questi sfollati. Gli ostacoli non possono essere un lavaggio di coscienza, per giustificare l’egoismo. La solidarietà è l’unica risposta”, conclude il sacerdote.


 LESEN SIE AUCH
• NACHRICHTEN
13 Oktober 2010

Pakistan: Die Hilfsgüter der Gemeinschaft erreichen weit abgelegene Gebiete des Landes

IT | EN | ES | DE | FR | CA
17 September 2010

Viele Hände für Pakistan: Neue Hilfsgüter für die Zeltstädte in der Region von Peshawar

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU | UK
13 September 2010

Pakistan: Bericht aus Charsadda in der Nähe von Peshawar, wo die Gemeinschaft Sant'Egidio Hilfen für die Flutopfer verteilt

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID
3 September 2010

Pakistan: Die ersten Hilfsgüter der Gemeinschaft Sant'Egidio sind am Zielort angekommen. Die Solidaritätsaktion für die Opfer der Überschwemmungen wird fortgesetzt.

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID
17 August 2010

Pakistan: Die Gemeinschaft Sant'Egidio hilft der von der Überschwemmungen betroffenen Bevölkerung

IT | EN | ES | DE | FR | CA | NL | ID | ZH
13 August 2009

Solidarität der Gemeinschaften von Sant'Egidio in Pakistan mit den Familien der Christen, die in Gojrah getötet wurden.

IT | ES | DE | FR | PT | NL | ID
all news
• DRUCKEN
29 September 2010
L'Osservatore Romano

In Pakistan non solo conflitti

20 September 2010
AICA

Islamabad (Pakistán) - Llegan las ayudas enviadas por la Comunidad de San Egidio

17 September 2010
Avvenire

Pakistan - «Islamici grati del nostro aiuto»

26 August 2010
Avvenire

Pakistan - Acqua e datteri. Viveri ai profughi da Sant'Egidio

26 August 2010
Radio Vaticana

Pakistan: la Chiesa cattolica nel mondo mobilitata per la popolazione alluvionata

alle pressemitteilungen
• KEINE TODESSTRAFE
25 März 2015
PAKISTAN

PAKISTAN: sospesa l'esecuzione di un condannato a morte minorenne

gehen keine todesstrafe
• DOKUMENTE

Libya: The humanitarian agreement for the region of Fezzan, signed at Sant'Egidio on June 16th 2016 (Arabic text)

alle dokumente

FOTOS

155 besuche

166 besuche

152 besuche
alle verwandten medien