Riccardi Andrea: on the web

Riccardi Andrea: on social networks

Riccardi Andrea: press review

change language
you are in: home - press review contact usnewsletterlink

Support the Community

  

Il Fatto Quotidiano

November 23 2016

Libia. La comunità di S. Egidio al lavoro in una zona trascurata dagli osservatori

Non solo faide, al Sud si parla di pace

Mauro Garofalo: "Sono state le stesse tribù a coinvolgerci e ora lavoriamo a una mediazione fra Tuareg e Toubou, poi cercheremo l'attenzione dei Ghaddafa"

 
printable version

La Libia non è lo "scatolone di sabbia" di Salvemini. Lontano dalle luci dei media e della politica, distante dal Mediterraneo degli scafisti, dei migranti e delle sanguinarie azioni propagandistiche dell'Isis, pulsa il cuore profondo del Paese. Quello dove tutte le rotte si incrociano ben prima di sfociare sulla costa. Rotte del commercio e quindi di trafficanti di uomini, di droga e di tutto quello che si può illegalmente trasportare tra un confine e l'altro del Sahara. Ma dove c'è anche chi lavora per ricomporre un quadro che resta instabile, nonostante la facciata degli accordi diplomatici.
"Senza il Sud non c'è la pace", spiega Mauro Garofalo, responsabile delle relazioni internazionali della comunità di S. 
Egidio. Da anni ormai dopo l'intervento occidentale, la caduta di Gheddafi e l'esplodere del caos, l'organizzazione cattolica sta operando nel grande sud dimenticato della Libia: la regione occidentale del Fezzan. "Il Paese rimane profondamente diviso. Ma se dal Nord arrivano cattive notizie, quelle buone vengono sicuramente dal Sud. All'inizio siamo stati tirati dentro dalle stesse tribù del Sud, lavorando prima alla mediazione tra Tuareg e Toubou". Partendo da lì gli operatori hanno aperto spazi di dialogo tra altre tribù e le milizie, "come dei cerchi concentrici entro cui vorremmo coinvolgere anche la tribù araba e quella dei Ghaddafa".
Prosegue Garofalo: "Lo scorso giugno abbiamo raggiunto un accordo generale tra i gruppi per permettere l'accesso ai centri sanitari della zona. Così con i cooperanti italiani siamo riusciti a portare medicine dove mancavano da tempo. Solo poche settimane fa, poi, abbiamo favorito il ritorno degli studenti nei luoghi di formazione: un elemento essenziale sulla strada della stabilizzazione". Insomma, "non è possibile pensare al dialogo nazionale senza che lo stesso sud della Libia sia protagonista. S. 
Egidio non ha fatto altro che portare alla ribalta questa realtà", conclude Garofalo.
Per capire quanto l'entroterra libico abbia un impatto diretto sull'Italia e l'Europa basterebbe considerare la traiettoria delle
rotte dei migranti, che si muovono inizialmente dalla Costa d'Avorio, dal Senegal, dal Niger o dalla Nigeria prima di passare in Libia. Eppure, siamo abituati a concentrare l'attenzione sul Nord della Libia. La narrativa del terrore ha amplificato la delimitazione geografica della Libia alle sue sponde mediterranee. Basti ricordare il video dell'esecuzione da parte dell'Isis dei prigionieri cristiani, con tanto di sangue che scorreva in mare o l'allarme sulla presenza jihadista nella città di Sirte, dove continua la battaglia. Sull'enfasi verso il Nord ha giocato anche il rapporto storico tra l'Italia e Tripoli. S. Egidio invece ha fatto una scelta che parte da un assunto geopolitico preciso: quello di considerare la Libia parte integrante del continente africano. L'interesse per la crisi libica sembra però destinato a uscire dal radar dello scacchiere internazionale. Con Donald Trump alla Casa Bianca, sarà da verificare se Washington si occuperà principalmente di trovare un buon accordo con Putin sul destino della Siria e di Assad.


 ALSO READ
• NEWS
June 18 2016
ROME, ITALY

Libya: humanitarian agreement signed at Sant'Egidio by all political and ethnic groups of the south of the country

IT | EN | ES | DE | FR | PT
April 21 2016

Libya, joint declaration of the Touareg and Tebou tribes supporting the the Government of Serraj for national pacification

IT | EN | DE | PT
January 20 2016
ROME, ITALY

Martin Kobler, the UN special envoy for Libya, in Sant'Egidio: the road to peace goes through dialogue

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU
October 4 2017
ROME, ITALY

A Conference remembering the 25 years from the signing of the peace in Mozambique: The Italian model that has given hope to Africa

IT | EN | DE | PT
October 4 2017

25 years of peace in Mozambique: the history of a country getting out of war and poverty

IT | EN | ES | DE | PT | ID
October 5 2016

5th October, World Teacher’s Day: All to school…of peace!

IT | EN | ES | DE | PT | RU | ID | HU
all news
• PRESS
December 8 2016
Vatican Insider

Libia, Sant’Egidio: prima riconciliazione tra Misurata e Zintan

October 7 2016
Avvenire

Accordo raggiunto a Sant'Egidio per pacificare le tribù nel Fezzan

October 6 2016
Avvenire

Libia, pace a Sebha grazie a Sant'Egidio

September 22 2016
Agencia Latinoamericana y Caribeña de Comunicación

Sed de paz en La Habana

August 12 2016
Avvenire

«In Libia diplomazia, non truppe»

all press releases
• NO DEATH PENALTY
October 10 2017

On 15th World Day Against the Death Penalty let us visit the poorest convicts in Africa

October 7 2015
UNITED STATES

The World Coalition Against the Death Penalty - XIII world day against the death penalty

October 5 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

September 24 2015

Pope Francis calls on Congress to end the death penalty. "Every life is sacred", he said

March 12 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

March 12 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

March 9 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

March 9 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

March 9 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

February 28 2015
UNITED STATES

13 Ways Of Looking At The Death Penalty

February 15 2015

Archbishop Chaput applauds Penn. governor for halt to death penalty

December 11 2014
MADAGASCAR

C’est désormais officiel: Madagascar vient d’abolir la peine de mort!

go to no death penalty
• DOCUMENTS

''Entente de Sant'Egidio'': Political Agreement for Peace in the Central African Republic

Libya: The humanitarian agreement for the region of Fezzan, signed at Sant'Egidio on June 16th 2016 (Arabic text)

LIBYA - Joint declaration of Touareg and Tebou tribes supporting the Presidency Council of the Government of National Agreement in Tripoli - ARABIC

Nuclear Disarmament Symposium on the 70 th anniversary of the atomic bomb. Hiroshima, August 6 2015

all documents