change language
vous êtes dans: home - revue de presse contactsnewsletterlink

Soutenez la Communauté

  
8 Novembre 2013

L'emergenza: Sempre più famiglie alle prese con la povertà. Ma l'Unione Europea taglia i fondi

Pacco viveri, quattromila in coda raccolta alimenti in ogni quartiere

 
version imprimable

LA SETTIMANA del signor Michele è ben scandita: la sua mappa della sopravvivenza non ha bisogno di scriverla. La sa a memo ria. «Ho imparato gli orari: al mattino vado alla chiesa di via Balbi. A pranzo, mi metto in coda a Vallechiara, per il panino di Sant'Egidio. E un giovedì alme - se prendo il pacco al Ghetto - racconta - basta organizzarsi. Che poi, il pacco non lo uso per me: ho due figli, tutti e due disoccupati. E quattro nipoti». Nonno Michele, come lo chiamano tutti nei centri d'ascolto dove è di casa, ha 65 anni. Vive con 400  euro al mese di pensione di invalidità, 200 gli vanno nell'affitto. Senza questo aiuto non riuscirebbe a sopravvivere.

E come lui, le quattromila persone che usufruiscono dei pacchi alimentari in centro storico: il 4,5  per cento della popolazione. Ma a fine anno, il rischio  è che il pacco resti vuoto: perché il cibo arriva per quasi il 70 per cento dal Banco alimentare Agea, che da gennaio si vedrà drasticamente ridurre i fondi dall'Unione Europea.  Nasce per questo, per supplire alla scure sul programma europeo "Dead" di aiuti alimentari- che decadrà il 31 dicembre - , il progetto di solidarietà "Girasol" messo a punto dal Municipio Centro Est e Ats 42 (amplio territoriale sociale centro est) in collaborazione con la Caritas Diocesana genovese: una rete di solidarietà con un programma  scandito di raccolte quartiere per quartiere, ogni volta Prè e dalla Stiva di San Siro, che distribuisce il cibo  usando tessere nominative (al momento, ne sono attive 120). «Il progetto GiraSol, che sta per "Gira la Solidarietà",  ha l'obiettivo di creare una rete solidale - spiega l'assessore Maria Carla Italia - una relazione di vicinanza tra supermercati, i cittadini che vorranno dare una mano e i Centri di Ascolto del nostro Vicariato. Stiamo completando il calendario per il 2014, che prevede una raccolta mensile ogni volta in un diverso supermercato». Per ora, nei pacchi ci saranno pasta, riso, scatolame (tonno, carne, pelati) e  poi latte, farina, caffè e biscotti. «Il prossimo passo - anticipa l'assessore - sarà ampliare il tipo di  prodotti: da quelli per l'igiene alla cancelleria». in un diverso supermercato del municipio. La prime saranno il 14 e il 21 dicembre.

A vivere di assistenza come Michele, in centro storico sono tanti. Sempre di più: «I Centri di Ascolto del solo Vicariato Centro Est distribuiscono in media  1.045 pacchi viveri al mese - spiega l'assessore Maria Carla Italia con Franco Catani, responsabile della Caritas Diocesana - i beni distribuiti vengono per il 67 per cento dal Banco alimentare Agea, per i128 vengono acquistati e raccolti dai Centri di Ascolto e per il 5 per cento dalla Colletta del Banco Alimentare». I pacchi sono distribuiti dai centri d'ascolto vicariali, ma anche dalla Comunità di Sant'Egidio, dal centro di Emergenia




 


 LIRE AUSSI
• NOUVELLES
21 Octobre 2013
N'DJAMENA, TCHAD

Sant'Egidio aux côtés des enfants des rues au Tchad

IT | EN | ES | DE | FR | CA
16 Juin 2012
NAPLES, ITALIE

Faire l'histoire à partir des pauvres

IT | ES | DE | FR | NL
29 Novembre 2017

Une nouvelle mission de Sant'Egidio en partance pour les camps de Rohingya au Bangladesh

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID | PL
17 Juillet 2015
BERLIN, ALLEMAGNE

No more walls : les jeunes Européens à Berlin pour une Europe sans murs

IT | EN | ES | DE | FR | PT
7 Novembre 2017
BANGLADESH

Les premières aides de Sant'Egidio pour les réfugiés rohingya arrivent dans les camps au Bangladesh

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
20 Septembre 2017
MYANMAR (BIRMANIE)

Aidons les réfugiés rohingyas au Bangladesh

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
toutes les nouvelles
• IMPRIMER
1 Décembre 2013
SIR

Niente pacchi viveri per i nostri poveri nei primi mesi del 2014

28 Octobre 2013
Gazzetta del Lunedì

Una nuova mensa per i bisognosi. L'idea di Sant'Egidio

2 Mars 2016
La Vanguardia

Sant Egidi presenta ‘la guía Michelin de los pobres’

1 Mars 2016
VilaWeb

La comunitat de Sant Egidi estima que hi ha 3.000 persones sense llar a Barcelona

1 Mars 2016
El Mundo

En Barcelona faltan lugares para que los sin techo puedan dormir y ducharse

tous les communiqués de presse
• NON LA PEINE DE MORT
10 Octobre 2017

On 15th World Day Against the Death Penalty let us visit the poorest convicts in Africa

7 Octobre 2015
ÉTATS-UNIS

The World Coalition Against the Death Penalty - XIII world day against the death penalty

5 Octobre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

24 Septembre 2015

Pope Francis calls on Congress to end the death penalty. "Every life is sacred", he said

12 Mars 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

12 Mars 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

9 Mars 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

9 Mars 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 Mars 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

28 Février 2015
ÉTATS-UNIS

13 Ways Of Looking At The Death Penalty

15 Février 2015

Archbishop Chaput applauds Penn. governor for halt to death penalty

11 Décembre 2014
MADAGASCAR

C’est désormais officiel: Madagascar vient d’abolir la peine de mort!

aller à pas de peine de mort
• DOCUMENTS

Hilde Kieboom: "L’amitié comme façon d’être église"

tous les documents

VIDEO PHOTOS
9:37
Il pranzo di Natale 2013

565 visites

271 visites

600 visites

639 visites

652 visites
tous les médias associés