Riccardi Andrea: sur le web

Riccardi Andrea: sur les réseaux sociaux

Riccardi Andrea: revue de presse

change language
vous êtes dans: home - revue de presse contactsnewsletterlink

Soutenez la Communauté

  
3 Octobre 2017

Interessante serata a Romentino sul difficile fenomeno delle migrazioni

«Senza le Ong la gente continua a morire»

E c'è anche l'aspetto economico: «Il Mediterraneo vale un miliardo all'anno. In nero»

 
version imprimable

Nessun allarmismo, nessuna strumentalizzazione, informazione corretta: sono le coordinate intorno a cui è ruotato giovedì sera il dibattito promosso dall'Amministrazione comunale: "Oltremare. Dalla guerra, attraverso le mani dei trafficanti, allo sbarco: il dramma di chi fugge" nel salone del Centro culturale "Pio Occehtta".
Un incontro di stretta attualità voluto per «fare chiarezza su un tema - ha detto il sindaco Alessio Biondo - che anche nei nostri paesi e soprattutto sui social si presta a pregiudizi e fraintendimenti. Noi vogliamo parlarne dando voce a chi questi fenomeni li conosce da vicino perché li vive ogni giorno. Per capire che cosa sta succedendo nel Mar Mediterraneo».
Un filmato porta in primo piano la drammatica situazione nel Mar Libico. La prima voce è quella di Giampaolo Musumeci, giornalista e conduttore di "Nessun luogo è lontano" su Radio 24: la sua è una testimonianza sul campo. «Questa - e fa riferimento alle immagini proposte, con una imbarcazione che ha vagato in mare per giorni prima di essere intercettata - è solo la punta dell'iceberg. I trafficanti di esseri umani non fanno che approfittare di un vuoto: l'assenza istituzionale dà loro l'occasione per intervenire. Uno dei tanti trafficanti che ho intervistato mi ha detto, "Non fermerete mai i migranti. Io realizzo sogni". Ong e trafficanti lavorano su questa assenza. E una politica schizoide crea il terreno fertile per chi aiuta questi disperati a muoversi.

Nel 2016 via mare sono arrivate 362.000 persone. Con un costo di 3.000 euro a testa. Fate due conti: un miliardo. Il Mediterraneo vale in un anno un miliardo, ovviamente in nero. Al di là dell'aspetto umanitario viaggiano anche migliaia di euro e non si sa dove vanno. Un problema di finanza criminale sempre sottovalutato. Non c'è l'Europa e non ci sono vie alternative legali per i migranti. Nel mio lavoro io provo a ricostruire la dimensione dei fatti, ma tanti, troppo colleghi offrono una narrazione falsa, mossa da dolo o finalità politiche. E poi c'è la strumentalizzazione politica. Ogni volta che ci sono le elezioni si parla di migrazioni e sbarchi, fateci caso. Occorre fare più attenzione ai numeri, che non sono così spaventosi come qualcuno vuol far credere, e ai fatti, occorre soppesare le parole».
Paolo Narcisi, presidente di "Rainbow for Africa": «La gente scappa perché non siamo capaci di aiutarla a casa loro. Anzi, continuiamo a rubare e senza sviluppo, lavoro e sanità non ha alternative se non andarsene». Eloisa Franchi e Laura Pittana, medici di "Rainbow for Africa", sono salite sui barconi dei migranti. E hanno visto con i loro occhi situazioni drammatiche: «Gommoni stipati di gente, solo con i vestiti addosso o neanche, senza scarpe perché pesano. Mossa da una disperazione che le porta a vivere un vero e proprio calvario. La nostra presenza è stata contestata. Il nostro lavoro dovrebbe esaurirsi ma non è così. Non ci sono più imbarcazioni di Ong nel Mediterraneo. Ma anche se non c'è nessuno la gente continua a morire. Senza che noi lo sappiamo...».
Dalla fuga all'inserimento, anche sul territorio (avrebbe completato il quadro della serata una fotografia della situazione nel Novarese, a livello di arrivi e accoglienza): la voce della Comunità di Sant'Egidio. «Vuoto, disperazione e senso di impotenza- sono parole di Cristina Ticozzi - Come cristiani non possiamo essere indifferenti. Abbiamo cercato di rispondere a questo dramma. Con le chiese evangeliche, con i valdesi e con la Cei creando dei corridoi umanitari. Con molta fatica abbiamo stretto un accordo con il Governo italiano: 68 città di 17 regioni ci hanno dato una mano. Questo vuol dire accollarsi per due anni la famiglia straniera, garantendo protezione e inserimento. Due sono anche a Novara. Tanta gente così ha potuto avere una seconda chance di vita». Verso un futuro diverso: «In questo modo abbiamo dimostrato che è possibile fare qualcosa - così Piergiacomo Baroni -. Non solo: la presenza dei migranti ha fatto bene alla comunità ospitante perché ha creato una rete di solidarietà. Bisogna fare cultura e informazione perché la gente è imbottita di falsità». Partendo dai più piccoli per i quali è naturale stare con bambini che arrivano da altre parti del mondo: «Il più formidabile laboratorio di integrazione - chiosa Musumeci - è la scuola».


 LIRE AUSSI
• NOUVELLES
17 Juin 2015
ROME, ITALIE

Réfugiés, Sant'Egidio : la dégradation n'est pas le fait de ceux qui fuient les guerres, mais de ceux qui ne sont pas capables d'accueillir et d'intégrer

IT | ES | FR
2 Novembre 2015
RIMINI, ITALIE

Couloirs humanitaires : Sant’Egidio, Église vaudoise et Communauté Jean XXIII ensemble pour sauver des vies humaines

IT | ES | DE | FR | PT | CA | RU
9 Mars 2016
NOVARA, ITALIE

Marche pour la paix des enfants de Novara : « Même ceux qui font la guerre vont nous entendre ! »

IT | EN | DE | FR | PT | RU
3 Février 2016
ROME, ITALIE

Conférence Etats-Unis-Italie sur les migrations : l’intégration renforce la démocratie et construit une culture commune

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
15 Décembre 2015
ROME, ITALIE

Pour la première fois en Italie, des couloirs humanitaires pour les réfugiés : conférence de presse à Sant’Egidio

IT | ES | DE | FR | CA
3 Septembre 2015
BUDAPEST, HONGRIE

Seule la paix peut arrêter les réfugiés : Sant’Egidio en Hongrie demande des lois qui respectent les droits humains.

IT | EN | ES | DE | FR | PT
toutes les nouvelles
• IMPRIMER
24 Août 2017
La Repubblica - Ed. Roma

Diecimila abusivi in 76 palazzi occupati: la mappa del disagio

8 Juillet 2017
Avvenire

Stop alla «clandestinità» per legge si governino «flussi» e si creino opportunità

20 Octobre 2016
Corriere di Novara

S. Egidio: «Dobbiamo ipotizzare un nuovo modello di accoglienza»

13 Mai 2016
Il Nostro Tempo

"Casa Scalfaro" aperta ai poveri e ai rifugiati

10 Mars 2016
Famiglia Cristiana

La sua casa in dono ai poveri

tous les communiqués de presse
• ÉVÉNEMENTS
19 Octobre 2017 | GÊNES, ITALIE

Un prete nel mirino dei narcos. Incontro con Alejandro Solalinde, difensore dei diritti dei migranti in Messico

Toutes les réunions de prière pour la paix
• NON LA PEINE DE MORT
10 Octobre 2017

On 15th World Day Against the Death Penalty let us visit the poorest convicts in Africa

7 Octobre 2015
ÉTATS-UNIS

The World Coalition Against the Death Penalty - XIII world day against the death penalty

5 Octobre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

24 Septembre 2015

Pope Francis calls on Congress to end the death penalty. "Every life is sacred", he said

12 Mars 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

12 Mars 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

9 Mars 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

9 Mars 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 Mars 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

28 Février 2015
ÉTATS-UNIS

13 Ways Of Looking At The Death Penalty

15 Février 2015

Archbishop Chaput applauds Penn. governor for halt to death penalty

11 Décembre 2014
MADAGASCAR

C’est désormais officiel: Madagascar vient d’abolir la peine de mort!

aller à pas de peine de mort
• DOCUMENTS
Comunità di Sant'Egidio

Cinque proposte sull’immigrazione

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

Le vittime dei viaggi della speranza - grafici

tous les documents

VIDEO PHOTOS
14:27
Martin Schulz incontra i rifugiati a Sant'Egidio

359 visites

382 visites

362 visites

463 visites

441 visites
tous les médias associés