change language
vous êtes dans: home - revue de presse newslettercontactslink

Soutenez la Communauté

  
22 Novembre 2010

Al centro parrocchiale di Cresole una delegazione della Comunità di S. Egidio con un assegno da 10mila euro. Il parroco don Gaetano: «Ci ha dato la carica»

 
version imprimable

Nell'ambito delle iniziative per riprendere l'attività normale a Cresole sabato sono arrivati in parrocchia nella sala che di solito funziona come sede delle feste e della pesca di beneficenza un gruppo di 15 persone che fanno parte della Comunità di San Egidio, comunità ecclesiastica nata nel 1978 operante in 78 Paesi del mondo. Una comunità c'è anche a Schio. Si interessano a quanti hanno bisogno di aiuti spirituali ed economici. Da questo lato il loro quanti si muovano dalle loro realtà viene consegnato a mano alle comunità bisognose. Quelli arrivati a Cresole provenivano da Roma, Napoli e Messina. «Abbiano sentito di questa tragedia e ci ha colpito molto», commenta Silvia Marangoni di origini padovane e residente a Roma. «Abbiamo portato qui dei buoni spesa per comperare quello che serve oltre alla solidarietà». Il gruppo ha iniziato con una serie di preghiere a cui hanno partecipato un centinaio di persone di tutte le età. «Questo avvenimento», ha detto Don Gaetano, parroco di Cresole, «ci dà la carica per ricominciare. Oltre a dare un contributo a chi ne ha bisogno speriamo di rimettere in sesto anche la casa della nostra comunità. Sappiamo che c'è molto da fare ma ho visto volontari di tutte le estrazioni darci una mano. Questo significa che la gente vede la nostra sede come punto di riferimento».
Quindi la comunità di San Egidio ha consegnato nelle mani dell'assessore Meneguzzo, responsabile della Protezione Civile e anche lui alluvionato, un assegno di 10mila euro. Altri ventimila la comunità li ha consegnati a due parrocchie padovane che hanno subito come il paese vicentino la scorsa alluvione.
Poi il gruppo ha inscenato uno spettacolo di canti e ballate per finire con un rinfresco di prodotti napoletani e siciliani. Insomma in un momento così difficile per molti anche piccoli segnali come questi sono importanti per dare una mano.
Intanto continua il via vai di persone che arrivano in sede per consegnare materiale di tutti i tipi. Una delle suore responsabili comunica che le cose più richieste sono pentole, lavatrici, umidificatori. Il tutto mentre continua piovere un giorno si uno no e questo non aiuta molto vista l'umidità che c'è e che non permette ai muri delle strutture di risanarsi. Sarà un inverno molto duro per molti.


 LIRE AUSSI
• NOUVELLES
29 Novembre 2017

Une nouvelle mission de Sant'Egidio en partance pour les camps de Rohingya au Bangladesh

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID | PL
17 Juillet 2015
BERLIN, ALLEMAGNE

No more walls : les jeunes Européens à Berlin pour une Europe sans murs

IT | EN | ES | DE | FR | PT
14 Décembre 2017
LIBYE

Libye : des aides humanitaires aux hôpitaux dans la région du Fezzan

IT | ES | DE | FR | NL
7 Novembre 2017
BANGLADESH

Les premières aides de Sant'Egidio pour les réfugiés rohingya arrivent dans les camps au Bangladesh

IT | ES | DE | FR | CA | NL | RU
20 Septembre 2017
MYANMAR (BIRMANIE)

Aidons les réfugiés rohingyas au Bangladesh

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
3 Août 2017
BANGUI, RÉPUBLIQUE CENTRAFRICAINE

Mission humanitaire de Sant'Egidio à Bangui. La mise en oeuvre de l'accord de paix avance.

IT | ES | FR
toutes les nouvelles
• IMPRIMER
13 Novembre 2015
Sette: Magazine del Corriere della Sera

L'Europa non sarà islamica. Ma cambierà

3 Octobre 2015
el Periódico

El dilema de Europa

18 Septembre 2014
Avvenire

Polonia. Sant'Egidio con i giovani europei ad Auschwitz-Cracovia per il no alle guerre

1 Décembre 2013
SIR

Niente pacchi viveri per i nostri poveri nei primi mesi del 2014

8 Novembre 2013
La Repubblica - Ed. Genova

Pacco viveri, quattromila in coda raccolta alimenti in ogni quartiere

31 Octobre 2013
L'Amico Del Popolo

2013, ultimo anno per gli aiuti alimentari europei

tous les communiqués de presse
• DOCUMENTS

Hilde Kieboom: "L’amitié comme façon d’être église"

Jean Asselborn

Discours de Jean Asselborn, Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg

Hinao Nagao

« Le Japon de l’après-séisme : œuvrer pour que de ce nœud sortent de vigoureuses pousses », Hinao Nagao

tous les documents

PHOTOS

593 visites

183 visites

485 visites

355 visites

642 visites
tous les médias associés