Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - rassegna stampa contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
22 Febbraio 2014

L'uomo domenica era alla messa in ricordo dei senzatetto deceduti come lui

Freddo e stenti, muore in strada un altro clochard

Stroncato da un'infarto. Riccardo Bonacina aveva 63 anni.

 
versione stampabile

GENOVA - Domenica mattina era andato alla messa in ricordo dei clochard morti per strada. Era la prima volta che partecipava a quella cerimonia, nella chiesa dell`Annunziata. E si era commosso quando i volontari della comunità di Sant`Egidio avevano iniziato a elencare, uno per uno, i nomi delle 140 persone uccise dagli stenti e dalla miseria negli ultimi vent`anni. Quella miseria, Riccardo Bonacina, 63 anni, la conosceva fin troppo bene. Per questo, a un certo punto, si era avvicinato all`altare e aveva acceso una candela. Poi la giornata era proseguita come al solito: il pranzo alla mensa dei poveri, qualche battuta scherzosa scambiata con i cuochi, il pomeriggio trascorso in silenzio sulle panchine di Brignole o del Porto Antico. Bonacina, l`altro ieri notte, se n`è andato senza fare rumore. Prima di raggiungere il dormitorio dove aveva trovato alloggio, si è fermato a prendere fiato, tra piazza San Teodoro e via Lazzaro Gagliardo. E lì, complice il freddo, si è sentito male. Un passante, poco dopo le 21, l`ha visto a terra, agonizzante, e ha lanciato l`allarme. I soccorritori sono arrivati in pochi minuti, ma non c`è stato nulla da fare: quando è arrivato al pronto soccorso del Galliera, il suo cuore si era fermato per sempre.

Della tragedia si sono occupati gli agenti della polizia, gli stessi che in queste settimane stanno indagando sul drammatico pestaggio avvenuto in piazza Piccapietra ai danni di quattro senzatetto slovacchi. L`autorità giudiziaria è stata informata solo ieri mattina. Al momento non è stato aperto alcun fascicolo, anche perché non ci sono dubbi sulle cause del decesso. Secondo i medici dell`ospedale di Carignano, il pensionato è morto a causa di un attacco di cuore. Sul suo corpo non sono stati trovati segni di violenza. La salma rimane comunque a disposizione dell`autorità giudiziaria.

Bonacina si era trasferito a Genova da pochi mesi: «Prima viveva con la moglie e la figlia a Primaluna, in provincia di Lecco - dice il volontario di un`associazione di beneficenza che lo aveva incontrato più volte negli ultimi tempi - Poi, da quando aveva iniziato la vita di strada, si era spostato di città in città, fino ad arrivare a Genova. Qui fa meno freddo che altrove, Riccardo lo ripeteva spesso. Si era trovato bene, anche se doveva fare i conti ogni giorno con mille difficoltà». Ultimamente, con l`arrivo del freddo, aveva ricevuto aiuto da diversi gruppi assistenziali: «Era una persona molto sensibile e aperta al dialogo - dice Maurizio Angelo Scala, colonna storica della Comunità di Sant`Egidio - L`ho visto l`ultima volta al centro "Genti di Pace" di via Vallechiara, dove distribuiamo vestiti e generi alimentari. Scherzosamente mi aveva detto che lo facevamo aspettare un po` troppo. E ci eravamo fatti due risate. E importante sorridere, soprattutto quando si combatte quotidianamente il disagio e la sofferenza». Da alcuni mesi Bonacina, che dormiva spesso all`addiaccio, si era rivolto al centro di ascolto della comunità di San Marcellino per trovare una sistemazione: «Ci eravamo occupati del suo caso dopo un primo contatto stabilito dai nostri operatori di strada - dice il responsabile Danilo De Luise - Ed eravamo riusciti a inserirlo nel programma di prima accoglienza, per fargli assegnare un alloggio e consentirgli di superare questo periodo difficile. Aveva trovato posto al Massoero, in via Dino Col, a Sampierdarena».

Per andarci, la sera, faceva sempre la stessa strada. E spesso, nel tragitto dai vicoli del centro storico al dormitorio, si fermava a San Teodoro. Dove l`altro ieri i suoi occhi si sono chiusi per sempre.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
18 Agosto 2011

Aperti per ferie: a Roma alla mensa di via Dandolo e nel quartiere Esquilino si fa festa con chi vive per stradae con gli anziani

26 Maggio 2011

Lima (Perù) - "Festa della Speranza" con gli amici che vivono per la strada

IT | EN | ES | DE | FR | PT | NL | RU
25 Marzo 2011

Würzburg (Germania) - Preghiera in memoria dei poveri morti per la vita in strada

IT | EN | DE | FR | PT | NL
1 Marzo 2011

Barcellona (Spagna) - Liturgia in memoria degli amici senza fissa dimora morti a causa della durezza della vita per strada

IT | ES | CA
27 Febbraio 2011

A Genova la memoria di Pietro e di tutti coloro che sono morti per la strada

IT | ES | DE | FR | CA | NL
22 Febbraio 2011

A Napoli la memoria di coloro che sono morti per la strada. IL VIDEO

IT | DE | FR | NL | RU
tutte le news
• STAMPA
23 Febbraio 2014
Avvenire

Sant'Egidio. In memoria dei senza dimora

21 Febbraio 2014
La Repubblica - Ed. Genova

Mense dei poveri, l'esercito degli italiani

5 Aprile 2017
Il Secolo XIX

Le mamme solidali cucinano torte per i senzatetto

19 Gennaio 2017
ANSA

Coperte per senzatetto raccolte a Genova

9 Aprile 2016
Il Secolo XIX

Colf e badanti fanno la coda alla mensa dei nuovi poveri

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
19 Ottobre 2017 | GENOVA, ITALIA

Un prete nel mirino dei narcos. Incontro con Alejandro Solalinde, difensore dei diritti dei migranti in Messico

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

La guida "Dove mangiare, dormire, lavarsi a Napoli e in Campania" 2016

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

La Guida Dove mangiare, dormire, lavarsi - Genova 2016: alcuni dati

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Genova 2016

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Le persone senza dimora a Roma

tutti i documenti

FOTO

1631 visite

1619 visite

1603 visite

1667 visite

502 visite
tutta i media correlati