change language
sei in: home - rassegna stampa newslettercontattilink

Sostieni la Comunità

  

Roma

7 Settembre 2016

La Comunità di Sant'Egidio: i nostri volontari segnalano decine di violenze

«Clochard aggrediti, è emergenza»

 
versione stampabile

NAPOLI. I fatti della scorsa settimana, con un volontario aggredito e mandato in ospedale per la "colpa" di aver preso le difese di un gruppo di senza fissa dimora aggredito da una baby gang sotto le volte della galleria Umberto - dove specie nelle ore serali i clochard sono soliti trovare riparo per la notte hanno messo a nudo la triste situazione dell'esercito degli "invisibili" sempre più vessati e sempre più al centro di aggressioni e minacce da parte delle ormai incontrollabili baby gang. Le maggiori criticità, sul fronte delle aggressioni, si registrano proprio sotto la galleria Umberto - decine le aggressioni segnalate dai volontari e a piazza Cavour, altro ritrovo di senza fissa dimora. Un problema, quello delle aggressioni, che nella maggior parte dei casi passa sotto silenzio per l'abitudine di non denunciare fatti di questo genere alle forze dell'ordine. «E' una problematica con la quale ci scontriamo da anni - denuncia Bendetta Ferone, responsabile della Comunità di Sant'Egidio per i senza fissa dimora- e che abbiamo segnalato più volte. Le baby gang cittadine ormai sono fuori da qualsiasi controllo e nelle ore serali si "divertono" aggredendo i clochard e, in qualche caso, mandandoli in ospedale. Qualche settimana fa a piazza Cavour, uno dei punti della città dove i clochard sono soliti raccogliersi, un senza fissa dimora è stato trovato morto. Non si può escludere che si sia trattata di una delle tantissime liti che sfociano in rissa che vedono questi disperati protagonisti -prosegue Benedetta Ferone - ma non si può nemmeno escludere che si tratti di una aggressione di qualche gruppo di giovani balordi». Alla base delle aggressioni non ci sarebbe nessun pregiudizio razziale o nessuna intento predatorio. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di un gioco perverso che vede le bande di giovani criminali "sfidarsi" tra loro aggredendo i senza fissa dimora. I volontari che da anni si occupano dei circa 1500 clochard che vivono stabilmente a Napoli sono sempre più in difficoltà contro un fenomeno che le stesse forze dell'ordine sembrano voler ignorare. Il ferimento o in qualche caso la morte - di un "barbone", sembra essere, nella scala dei valori di una città sempre più allo sbando, un avvenimento di poco conto, un trafiletto da leggere distrattamente sulle pagine di un quotidiano mentre, magari, si attende il proprio turno in pizzeria. «I banditi che mettono a segno queste aggressioni sembrano non aver paura di nulla- ha proseguito la responsabile della Comunità di Sant'Egidio - specie se si pensa che alcune aggressioni avvengono sotto gli occhi delle telecamere di videosorveglianza. In qualche caso l'intervento delle baby gang ha letteralmente fatto piazza pulita dei senza fissa dimora. È il caso della galleria Umberto dove, in passato, stazionavano decine di clochard e dove, ad oggi, restano meno di cinque persone. Troppo spesso conclude la cosiddetta società civile dimentica di trovarsi di fronte a degli esseri umani che pure hanno il diritto di vivere la loro vita senza essere aggrediti o, in qualche caso, uccisi solo perché vivono in situazioni di disagio».


 LEGGI ANCHE
• NEWS
6 Gennaio 2018

A Thiene, in Veneto, è stato istituito un indirizzo virtuale per chi è senza dimora: Via della Comunità di Sant'Egidio

5 Gennaio 2018

Inaccettabile la morte di tre persone senza dimora in un solo giorno: aumentino i rifugi notturni. Ognuno può aiutare chi vive per strada

12 Dicembre 2017
NAPOLI, ITALIA

Dove mangiare, dormire, lavarsi a Napoli e Campania 2018: presentata la nuova edizione della guida per i poveri

8 Novembre 2017
MOSCA, RUSSIA

Gli amici di Sant'Egidio aprono un centro per i senza dimora di Mosca

IT | DE | FR | PT | RU | HU
10 Ottobre 2017
ROMA, ITALIA

Quando la vita di un povero diventa segno di umanità: la storia di Valentin

IT | HU
18 Giugno 2016
NAPOLI, ITALIA

A Napoli aumentano i poveri ma cresce anche la solidarietà: pubblicata la guida DOVE 2016 in Campania

tutte le news
• STAMPA
26 Novembre 2017
Il Mattino

«Senza dimora, assistenza 24 ore su 24»

23 Novembre 2017
La Repubblica - Ed. Napoli

Da 25 anni in strada con i poveri: la solidarietà della Comunità di Sant'Egidio

10 Novembre 2017
Roma

Ma a Napoli sono tanti gli "invisibili"

26 Febbraio 2017
Il Mattino

Sant'Egidio: 270 clochard morti in Campania negli ultimi anni

15 Agosto 2016
Cronache di Napoli

Folla alle mense, la povertà non va in vacanza

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
27 Gennaio 2018 | NAPOLI, ITALIA

Naples without violence. La solidarietà cambia il mondo

7 Gennaio 2018

Per vincere l'isolamento di chi vive per la strada, domenica 7 gennaio a Roma pranzo e tombolata di solidarietà

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

La guida "Dove mangiare, dormire, lavarsi a Napoli e in Campania" 2016

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Dove Napoli 2015

Le persone senza dimora a Roma

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Padova 2014

La GUIDA "DOVE mangiare, dormire, lavarsi" 2014

tutti i documenti

FOTO

674 visite

242 visite

699 visite

246 visite

680 visite
tutta i media correlati