Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - rassegna stampa contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
13 Luglio 2017

Con il portale Airbnb

Apri la porta di casa ai rifugiati

 
versione stampabile

Non c'è solo chi alza i muri e vuole chiudere i porti. C'è anche chi apre, gratuitamente, casa propria ai profughi. Da oggi è possibile in tutta Italia grazie al patto per l'accoglienza tra Comunità di Sant'Egidio, Refugees Welcome e Airbnb, il più importante portale al mondo che mette in contatto chi cerca un alloggio o una camera con persone che dispongono di uno spazio extra da affittare. Spiega il suo co-fondatore Joe Gebbia: «Di fronte a grandi sfide globali come quella dei rifugiati, ci sono azioni che chiunque di noi può fare: aprire la propria casa per poche notti può cambiare la vita a una persona che ha dovuto lasciarsi tutto alle spalle». Promuovendo la campagna, la società mira a fornire ospitalità per 100 mila profughi nel mondo in cinque anni.
Chiunque desideri condividere i propri spazi può farlo all'indirizzo airbnb.it/welcome/refugees. Con pochi click metterà a disposizione il proprio annuncio a costo zero. Refugees Welcome, che in Italia ha già un'esperienza di 40 famiglie che hanno ospitato profughi, e la Comunità di Sant'Egidio potranno accedere al portale per verificare e prenotare posti letto adatti alle esigenze del momento.
«Ci occuperemo», spiegano le due associazioni, «di accompagnare tutte le fasi dell'accoglienza domestica, a partire dall'incontro iniziale».
Fino a oggi, a soli pochi giorni dall'annuncio, i risultati sono incoraggianti: sono 6 mila nel mondo le persone che hanno accettato di partecipare al programma, oltre un centinaio le prime adesioni in Italia. «Queste prime offerte», spiegano dalla Comunità di Sant'Egidio, «dimostrano che, se è vero che la xenofobia e il razzismo sono contagiosi, la solidarietà lo è altrettanto».
Secondo la Comunità, «dal 2013 abbiamo davanti a noi a due Europe: da un lato quella dei muri, dei fili spinati, dei respingimenti e di chi è indifferente ai morti in mare; dall'altro quella delle associazioni e dei tanti cittadini che vogliono aiutare in modo solidale i profughi».
Sono due Europe entrambe vere, anche se paradossalmente opposte l'una all'altra: «Progetti come quello realizzato insieme con Airbnb contribuiscono a costruire l'Europa dei ponti e non dei muri, oltre ad aprire varchi nell'immobilismo del nostro continente».
Il valore del progetto, a cui partecipa anche il Comune di Milano, è anche quello di sperimentare nuove forme innovative di Welfare.
Proprio insieme all'Amministrazione del capoluogo lombardo, Airbnb ha ospitato l'anno scorso 90 familiari di pazienti ricoverati presso gli ospedali milanesi e provenienti da altre regioni.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
26 Gennaio 2016
MILANO, ITALIA

Giovani artisti narrano il Binario 21 da simbolo della deportazione a luogo di accoglienza

17 Luglio 2017
MILANO, ITALIA

Il Memoriale della Shoah di Milano riapre le porte per l'accoglienza ai profughi

IT | ES
22 Maggio 2017
MILANO, ITALIA

Milano risponde al razzismo con un #20maggiosenzamuri: il realismo dell’accoglienza

IT | ES | CA
18 Settembre 2015
MILANO, ITALIA

La rivincita della storia: ad oggi più di 3000 profughi accolti da Sant'Egidio nel Memoriale della Shoah di Milano

IT | ES | FR
3 Luglio 2015
ROMA, ITALIA

L'integrazione si fa anche a tavola: nella tendopoli dei profughi sulla Tiburtina si cena e si fa festa con Sant'Egidio

IT | FR
21 Settembre 2015

Sant’Egidio in Repubblica Ceca accanto ai rifugiati

IT | ES
tutte le news
• STAMPA
17 Settembre 2017
La Vanguardia

Corredores de paz

9 Settembre 2017
La Repubblica - Ed. Milano

Al Binario 21 dove i migranti trovano un rifugio

17 Agosto 2017
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Sotto la stazione, contro l'indifferenza

27 Luglio 2017
Corriere della Sera - Ed. Milano

Scritte naziste davanti al Memoriale della Shoah

6 Luglio 2017
Vida Nueva

Francia ya cuenta con su corredor humanitario para refugiados

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Milano 2015: Preghiera e incontri ecumenici con i poveri

Gli aiuti umanitari in Siria e Libano

tutti i documenti
• LIBRI

Milano, 30 gennaio 1944





Guerini e Associati
tutti i libri

FOTO

920 visite
tutta i media correlati