change language
jesteś w: strona gŁÓwna - archiwum prasowe kontaktynewsletterlink

Support the Community

  
13 Październik 2013

Chiese Europee

Spagna, Portogallo, Polonia

 
wersja do druku

Spagna, mobilitazione contro povertà nel mondo

Le organizzazioni cattoliche di cooperazione allo sviluppo, Caritas, "Confe?', "Justicia y Paz", "Manos Unidas" e "Redes", appoggiano la Settimana di mobilitazione contro la povertà convocata dal Coordinamento spagnolo delle organizzazioni non governative per lo sviluppo (Congde) e che si celebra fino al 20 ottobre con il motto "Contro la ricchezza che impoverisce, agisci". Tra le diverse attività che si promuovono su tutto il territorio nazionale e nell'impegno comune della lotta alla povertà Caritas, "Confer", "Justicia y Paz", "Manos Unidas" e "Redes" si uniscono alla Settimana di mobilitazione con un gesto simbolico: invitare a far si che nella celebrazione eucaristica di domenica 13 ottobre, si appenda nelle chiese un nastro bianco che è il simbolo della povertà zero in tutto il mondo, si suonino le campane e si realizzi un appello a favore della solidarietà per le persone escluse. "Come negli anni passati - scrivono in un comunicato le cinque organizzazioni cattoliche di cooperazione allo sviluppo - invitiamo a diffondere questa iniziativa su tutto il territorio per dare testimonianza della fraternità e della dimensione universale del nostro impegno e insistere nel fatto che, a dispetto della crisi che stiamo soffrendo nel nostro Paese, la cooperazione allo sviluppo continua a essere necessaria per 1.300 milioni di persone che vivono in situazioni di povertà estrema in tutto il mondo". Quindi l'appello finale delle cinque organizzazioni cattoliche: "Vi invitiamo a celebrare, con i mezzi a vostra disposizione, questo gesto nelle parrocchie delle vostre diocesi. Come organizzazioni di cooperazione allo sviluppo, vogliamo associarci, proprio a partire da questo gesto, alla scommessa globale di tutte le organizzazioni allo sviluppo per lo sradicamento della povertà".

Portogallo: campagna europea in difesa della vita 

La Conferenza episcopale portoghese (Cep) ha appoggiato la Giornata nazionale di raccolta di firme legata alla Petizione europea "Uno di noi", indetta domenica scorsa 6 ottobre, "contro il finanziamento di azioni dirette alla distruzione di embrioni umani". Trattandosi di un'iniziativa promossa della società civile in tutti i paesi dell'Unione europea, "per la promozione e la difesa della vita e della sua dignità, in tutte le sue età e situazioni", l'istituzione cattolica ha esortato il popolo cristiano e le persone di buona volontà ad aderire a "un impegno positivo e concreto", che ha avuto anche l'esplicito sostegno di Papa Francesco e della Santa Sede. Nelle ultime settimane, infatti, molti vescovi portoghesi hanno scritto lettere pastorali ai fedeli delle diocesi chiedendo loro di firmare la petizione. L'Iniziativa dei cittadini è uno strumento legislativo dell'Unione europea, approvato dal Trattato di Lisbona, che si propone di avvicinare le istituzioni dei diversi Paesi, e di migliorare la convivenza democratica. Alla petizione "Uno di noi" ha aderito anche la Federazione portoghese per la vita, la cui finalità statutaria è quella di "offrire protezione giuridica alla dignità, al diritto alla vita, e all'integrità di ogni essere umano dal suo concepimento, in tutte quelle aree di competenza nelle quali tale diritto si mostri necessario e rilevante". In tal senso, e in relazione al progetto europeo, la Federazione ha organizzato la quarta "Camminata per la vita in difesa dell'embrione umano", svoltasi il 5 ottobre a Lisbona. 

Polonia: Varsavia ospita il "Cortile del dialogo"

Il cardinale Gianfranco Ravasi, insieme ad Andrea Riccardi della Comunità di Sant'Egidio (Roma), 1'11 e 12 ottobre prenderanno parte a Varsavia al "Cortile del dialogo", due giorni di discussioni e dibattiti organizzati dal Pontificio Consiglio per la cultura, il Centro Giovanni Paolo Il e la metropoli polacca. L'iniziativa, con il patrocinio del presidente della Polonia Bronislaw Komorowski, avrà come tema centrale la responsabilità per il mondo di ogni essere umano, indipendentemente dalla fede e dalle opinioni. Oltre agli incontri ufficiali, numerosi saranno i siti internet e i blog che permetteranno a tutti di seguire e prendere parte alla discussione, preparata sin dai primi di settembre con vari dibattiti aperti al pubblico e dedicati alle tematiche di fede e al dialogo del sacro con la cultura popolare. L'arcivescovo di Varsavia Kazimierz Nycz ha sottolineato che durante i numerosi incontri nell'ambito del "Cortile" la Chiesa "desidera portare avanti il dialogo con le persone di opinioni e fedi diverse così come con i non credenti".


 PRZECZYTAJ TAKŻE
• AKTUALNOŚCI
1 Październik 2016

Modlitwa, która może przenosić góry

IT | ES | FR | PL | HU
17 Listopad 2017
RZYM, WŁOCHY

''Sant'Egidio w Polsce uczy miłości do ubogich''. Podziękowania kardynała Nycza w czasie modlitwy w kościele Matki Bożej na Zatybrzu

IT | PL
20 Październik 2017
POLSKA

„Umrzeć z nadziei”. Już po raz trzeci Polacy modlili się za uchodźców

IT | ES | DE | RU | PL
7 Październik 2016
POLSKA

„Ciągle robimy za mało”. Polska modli się za uchodźców

IT | ES | DE | PL | HU
12 Maj 2016
WARSZAWA, POLSKA

Radykalne świadectwo męczenników

IT | EN | ES | DE | FR | PT | PL
17 Luty 2016
WARSZAWA, POLSKA

Za Janka, Pawła, Kamilę...

wszystkie wiadomości
• PRINT
10 Kwiecień 2014
Avvenire

La Chiesa e i "mali" di Roma, 40 anni di impegno

10 Kwiecień 2014
RomaSette.it

In città: Il convegno del ’74, «scossa per Roma»

14 Luty 2014
Avvenire

Roma 1974 terra di missione

8 Listopad 2016
Vatican Insider

Spagna, affidata a Sant’Egidio la chiesa di Nostra Signora delle Meraviglie

2 Marzec 2016
La Vanguardia

Sant Egidi presenta ‘la guía Michelin de los pobres’

wszystkie komunikaty prasowe
• DOKUMENTY

GDZIE zjeść, spać, umyć się. Warszawa 2016

wszystkie dokumenty

ZDJĘCIA

598 wizyt

616 wizyt

746 wizyt

717 wizyt
wszystkie związane z mediów