Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - amicizia...i poveri - i più anziani - roma: "n...solidale contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Roma: "Noi ti vogliamo bene": gli anziani della casa alloggio di Via Fonteiana protagonisti di un messaggio contro l'intolleranza, per un quartiere amico e solidale


 
versione stampabile

Roma: "Noi ti vogliamo bene": gli anziani della casa alloggio di Via Fonteiana protagonisti di un messaggio contro l'intolleranza, per un quartiere amico e solidale
14 luglio 2009

Il 2 luglio, a Roma, nel quartiere di Monteverde, è avvenuto un grave episodio di razzismo: un giovane rifugiato congolese è stato aggredito mentre lavorava alla consegna di dépliant pubblicitari.

Un fatto inaccettabile, tanto che gli anziani che abitano la casa alloggio della Comunità in Via Fonteiana, al centro del quartiere, hanno deciso di aprire la porte della loro casa al quartiere, per offrire - con un momento di festa - un segno di reazione al clima di intolleranza e una proposta concreta per una convivenza pacifica, in un quartiere accogliente e non violento.

Gli anziani stessi, affiancati dagli amici più giovani, ma anche dai bambini - spesso figli degli operatori che volontariamente sostengono le attività della casa - si sono sparsi nelle strade del quartiere invitando tutti - conoscenti, vicini di casa, ma anche negozianti - ad un momento di incontro.
 
Anche Willy, il giovane che aveva subito l'aggressione, è stato invitato.

La casa è stata addobbata con lunghe strisce di stoffa colorate che dall’ultimo piano scendevano fino al cancello di ingresso, disegnando un arcobaleno che, visibile anche da lontano, segnalava l'evento. Nel giardino, circoli di sedie per consentire alle persone di sedersi e di parlare, bibite fresche, un' abbondante merenda.

All'appuntamento si sono presentati in tanti: chi attratto dall'arcobaleno, chi perchè aveva ricevuto l'invito, mostrando che il desiderio di un quartiere amico e non violento, non è di pochi: qualcuno ha perfino portato lo spumante per dare il suo contributo a un momento così speciale.

Il giardino della casa era gremito di persone di ogni età e ogni provenienza: italiani e immigrati di Genti di Pace (che hanno portato i manifesti della campagna contro il razzismo “Non aver paura. Apriti agli altri, apriti ai diritti” per raccogliere le firme di adesione) famiglie con bambini, giovani del quartiere, i disabili che abitano poco lontano.

Tutti hanno voluto conoscere Willy. Gli anziani lo hanno circondato con affetto quasi a proteggerlo. Qualcuno ha voluto anche "chiedere scusa a nome del quartiere".

Ringraziando per tutto questo, e per il coraggio che fin dal primo momento la vicinanza della Comunità gli ha dato, il giovane congolese ha detto: "l’amore è lo strumento più potente fra i popoli di Dio perché noi siamo il suo popolo e possiamo vivere insieme, aiutare gli altri. Io perdono, è la prima cosa, Dio ha perdonato per primo ed oggi io devo perdonare.  Ringrazio questa comunità di anziani che mi ha dato l’opportunità di venire in questa casa per condividere qualcosa di grande. E sono contento di essere qui".
Gli ha fatto eco Vincenzina, tra le più anziane presenti, che, a nome di tutti, ha affermato con forza "Noi ti vogliamo bene".

Immagini

I più Anziani

NO all'intolleranza e al razzismo

Tor Bella Monaca (Roma):  gli anziani della Comunità e il giovane bengalese vittima di una recente aggressione fanno festa insieme

------------------------------------
La Comunità di Sant'Egidio esprime dolore e sdegno per l'uccisione di una donna ROM a Kisleta, in Ungheria

NEWS CORRELATE
18 Gennaio 2017
ITALIA

Dopo il terremoto di Amatrice, Sant'Egidio aiuta gli anziani a non abbandonare la loro terra


Avviato nel Comune colpito dal sisma il programma Viva gli Anziani
20 Dicembre 2016
ITALIA

Terremoto: Sant'Egidio e Comune di Amatrice firmano un protocollo per sostenere gli anziani


''Favorire la permanenza nel contesto abituale di vita: la rinascita della città dopo il terremoto passa anche attraverso la sua memoria storica''
IT | FR | PT
14 Dicembre 2016

Un'icona tattile per gli anziani ciechi: dal nostro blog ''Amici dei poveri''


Sono passati alcuni mesi da quando C. disse: "Grazie per la bella descrizione di questa icona, ma la posso vedere? Posso toccarla?". E' cominciato così ...
10 Dicembre 2016

Oggi gran finale della mostra degli artisti con disabilità dei Laboratori d'Arte di Sant'Egidio. La premiazione


Marco Impagliazzo consegna il premio alle opere più votate dalle centinaia di persone che in questi giorni hanno visitato l'esposizione
9 Dicembre 2016
OSTIA, ITALIA

Artisti disabili danno forma e parole alla forza e alla fragilità degli anziani. In mostra a Ostia


Sabato 10 dicembre la premiazione delle opere più votate all'EX[de]PO’.
7 Dicembre 2016
LONDRA, REGNO UNITO

A Londra c'è una tavola apparecchiata per i poveri, si chiama ''Our Cup of Tea''. Il video della BBC


Il documentario della TV britannica sull'appuntamento fisso di anziani e persone senza dimora a Londra con la Comunità di Sant'Egidio.
IT | EN | ES | DE | FR | PT | NL | HU
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
7 Gennaio 2017
SIR
Periferie: Comunità Sant’Egidio, oggi pomeriggio flash mob al Corvetto di Milano per “un quartiere umano e vivibile”
21 Dicembre 2016
Radio Vaticana
Sisma: anziani, protocollo tra Sant'Egidio e Comune di Amatrice
20 Dicembre 2016
SIR
Terremoto: Comunità Sant’Egidio, firmato protocollo a sostegno anziani
5 Dicembre 2016
Corriere della Sera
La chiave sotto una campana di vetro. Misteriose opere di artisti disabili
3 Dicembre 2016
Avvenire
Corridoi umanitari, quota 500 Arrivano da Homs e Aleppo
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

1121 visite

1116 visite

1197 visite

1159 visite

1132 visite
tutta i media correlati