Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - cracovia 2009 - news dal meeting contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
6 Settembre 2009

News da Cracovia: Benedetto XVI a Sant'Egidio: intensificare gli sforzi per la pace a 70 anni dall'inizio della II guerra mondiale, nella memoria della Shoa e di Wojtyla

 
versione stampabile

Wojtyla, torna nella sua città, nel cuore dell’Europa, a 70 anni dall’inizio della seconda guerra mondiale e 20 da quell’ “89” che, con il crollo del muro di Berlino, dissolse la cortina di ferro, mise fine ai regime dittatoriali, aprì il mondo a nuove speranze. Alcuni mesi prima - era l’agosto dell’89 - i capi religiosi erano stati proprio a Varsavia e Cracovia, nella terza tappa dello spirito di Assisi, raccolto da Sant’Egidio e diffuso lungo nuove strade nel “cantiere della pace aperto a tutti” (come diceva Wojtyla), a quelli che vi lavorano con la forza debole e tenace della fede. Finito il  mondo diviso da due blocchi, si sarebbeevidenziata la distanza tra il nord e il sud del mondo, il conflitto nella ex Jugoslavia, fino all’irruzione nello scenario internazionale del terrorismo fondamentalista e della “guerra preventiva”. Lo spirito di Assisi, da Cracovia, dove sono riuniti in questi giorni i capi religiosi del mondo, lancia il suo messaggio a “un mondo inquieto”, spiega il
cardinale Stanisalw Dzwisz, che fu segretario di Giovanni Paolo II ed ora è metropolita di Cracovia, e lo fa con una “voce corale”. Ogni ricostruzione in Europa deve ripartire dalla memoria e per questo, nell’anniversario tragico dello scoppio della seconda guerra mondiale e nel ricordo della Shoa, i leader religiosi cristiani, ebrei e musulmani, andranno nei prossimi giorni come “pellegrini nel campo di concentramento di Aushwitz Birkenau, per onorare tutte le vittime dell’orrore della
guerra, del nazismo e dal male avvenuto nei lager”.

Tornare in Polonia è farsi messaggio agli altri. “L’invito - osserva Dzwisz – è stato accolto con grande entusiasmo, perché molti leader religiosi mondiali vogliono onorare la memoria del Santo Padre Giovanni Paolo II, nella patria che l’ha generato. Il Paese in cui ci riuniamo ha conosciuto anche l’umiliazione da parte dell’ideologia comunista che per decenni ha tentato di dominare le coscienze della gente, calpestando la loro dignitá, privandoli della libertà, promettendo di costruire il paradiso in terra” quest’ideologia ha lasciato dietro di sé macerie spirituali e materiali”. Adesso si tratta di ricostruire pazientemente “la casa distrutta dei valori umani e cristiani,  così come fanno altri popoli dell’Europa centrale e orientale”. Da qui viene un altro testimone della ricostruzione, Serafim, metropolita della Chiesa ortodossa di Romania. La sua voce percorre le volte del santuario della Divia Misericordia: “La fede - dice -  non è una teoria, nasce dall’incontro con la sofferenza e con i poveri”. Il pianeta ha bisogno di operatori di pace al di là di ogni frontiera di popoli, religioni e culture, che non si impongono con la forza, ma non si lasciano vincere da quelli che Serafim chiama i demoni “della secolarizzazione, del consumo sfrenato, del desiderio di denaro”. Lo spirito di Assisi ha resistito alla guerra, all’idea che la violenza serva.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
19 Novembre 2016

Il patriarca della Chiesa assira Mar Gewargis III visita Sant'Egidio: "Questa fraternità ci dà speranza"

IT | ES | DE | PT | CA | HU
4 Novembre 2016
LOME, TOGO

Lo Spirito di Assisi continua a soffiare in Africa: l'incontro ''Sete di Pace'' in Togo

IT | ES
3 Novembre 2016
BUDAPEST, UNGHERIA

Spirito di Assisi in Ungheria: cristiani, ebrei e musulmani si incontrano a tavola con i poveri di Budapest

IT | ES | DE | FR | RU
2 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Firmato l'Accordo di amicizia tra Sant'Egidio e Rissho Kosei-kai: dialogo e passione per le sfide del nostro tempo

IT | ES | DE | FR | PT | RU
27 Ottobre 2016

A 30 anni dalla preghiera per la pace di Assisi: l'impegno delle religioni necessario per arginare guerre e terrore

IT | ES | DE | FR
27 Ottobre 2016

Lo Spirito di Assisi ancor più necessario in un mondo lacerato da guerre e divisioni

IT | ES
tutte le news
• STAMPA
28 Novembre 2016
FarodiRoma

La preghiera per la pace da Wojtyla a Bergoglio in un libro di Paolo Fucili

18 Novembre 2016
Avvenire

Il convegno. Cattolici ed evangelici il dialogo «del fare»

18 Novembre 2016
L'Osservatore Romano

Insieme per la pace

18 Novembre 2016
SIR

Ecumenismo: mons. Spreafico, “una spinta per le nostre Chiese ad uscire”

3 Novembre 2016
Zenit

Sant’Egidio: accordo di amicizia con la Rissho Kosei-kai

27 Ottobre 2016
L'huffington Post

Marco Impagliazzo: A 30 anni dalla preghiera per la pace di Assisi l'impegno delle religioni è sempre più necessario per arginare guerre e terrore

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

ASSISI 2016 - il programma in pdf

Ahmad Al Tayyeb - Oriente e Occidente - Dialoghi di civiltà - Parigi 2016

Andrea Riccardi - Oriente e Occidente - Dialoghi di civiltà

Incontro di Preghiera per la Pace

tutti i documenti
• LIBRI

L'abbraccio di Gerusalemme





Paoline

il senso della vita





Francesco Mondadori
tutti i libri

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri