news

L'appello di Sant'Egidio per l'Africa sulla stampa

30 Aprile 2020

Africacoronavirus
Marco ImpagliazzoCovid-19

L'esperienza di DREAM al servizio delle popolazioni africane per far fronte al Covid

Condividi su

La Comunità di Sant'Egidio ha annunciato in conferenza stampa un impegno molto importante per la prevenzione del COVID-19 in Africa, in previsione di un'onda lunga e un picco di contagi a partire dalla seconda metà di maggio. È preoccupante la fragilità della situazione africana, a partire dalla scarsità di posti letto in terapia intensiva. Sant'Egidio vuole mettere a disposizione tutti i suoi strumenti di conoscenza del terreno africano, che sono universalmente noti per una presenza capillare della Comunità in più di 30 Paesi africani.

Parte di questa rete è il programma DREAM di Sant'Egidio per la cura di HIV, tubercolosi, malaria e altre patologie. I centri di salute DREAM si sono attivati per contrastare la diffusione del virus mettendo in atto un piano articolato di attività necessarie per prevenire il diffondersi della pandemia.
Accanto a tutta questa opera sanitaria ce n'è anche una sociale che si esprime nella solidarietà: grandi distribuzioni di cibo, oltre che  di mascherine, di gel disinfettanti, di guanti e di tutto ciò che è necessario in particolare alle persone più povere.

La conferenza stampa da Sant'Egidio con Marco Impagliazzo
Coronavirus: intervenire con urgenza in Africa. Proposte per la prevenzione - VIDEO

Una breve rassegna stampa

Avvenire
Sant'Egidio. Covid-19: «Africa, picco dopo metà maggio, pronti per prevenire e curare»

Vatican News
La pandemia in Africa, l’allarme di Sant’Egidio che interviene con Dream

Famiglia cristiana
Pandemia: Sant'Egidio si mobilita per l'Africa

Formiche
Solo la prevenzione salverà l’Africa (picco virale in arrivo). L’allarme di Sant’Egidio