news

Coronavirus: lettera della Merkel a Riccardi. “Ne sia certo: la Germania e l'Europa stanno dalla parte dell'Italia, necessario fare di più". Il ringraziamento alla Comunità

30 Aprile 2020

Condividi su

A seguito di una lettera che il fondatore della Comunità di Sant’Egidio, Andrea Riccardi, aveva inviato ad Angela Merkel sui gravi effetti, sia sociali che economici, della crisi prodotta dall’epidemia da coronavirus in Italia, e sulla necessità di una forte solidarietà nei confronti del nostro paese, la Cancelliera tedesca ha inviato questa sua risposta:

“La ringrazio molto per la sua lettera nella quale mi descrive le gravi conseguenze della pandemia Covid in Italia. Tale pandemia rappresenta una sfida senza eguali, a livello mondiale, in Europa e per ogni singolo Paese. In Germania abbiamo seguito con grande partecipazione gli sviluppi delle ultime settimane in Italia. Siamo coscienti della situazione difficile nella quale il Suo Paese si trova attualmente.
Ancor più bisogna rendere omaggio all'impegno della Comunità di Sant'Egidio e dei tanti volontari e volontarie. Vi impegnate nell'aiuto prezioso a persone che stanno particolarmente male e che hanno bisogno di un forte sostegno. Per questo vi ringrazio molto.
Ne sia certo: la Germania e l'Europa stanno con forza dalla parte dell'Italia. Vari ospedali tedeschi hanno accolto pazienti italiani, il governo federale ha inviato aiuti sanitari all'Italia. Allo stesso tempo sappiamo che in considerazione delle conseguenze economiche della pandemia sarà necessario fare di più e anche in questo siamo pronti ad agire nello spirito della solidarietà europea. L'accordo dell'eurogruppo su un pacchetto di misure preso il 9 aprile lo mostra chiaramente.
Per il Suo lavoro importante auguro a Lei e a tutti coloro che sono impegnati nella Comunità di Sant'Egidio, tanta forza, resilienza e successo”.