news

Videocorso dei Laboratori d'Arte di Sant'Egidio, perché gli artisti con disabilità proseguano la loro produzione artistica

22 Maggio 2020

Gli AmiciArteARTeDISABILITÀ
Persone con disabilità

Condividi su

In questo tempo in cui, mentre seguiamo con attenzione l'andamento dei contagi, si rIaprono molte attività, tante persone fragili sono tuttavia ancora costrette a casa: la chiusura prolungata delle scuole e dei centri diurni ha accentuato le difficoltà delle persone con disabilità e delle loro famiglie.

Per questo, i Laboratori d’Arte di Sant’Egidio in Italia e in Europa hanno trovato altre modalità di lavoro in attesa della loro riapertura progressiva, per continuare a #restareamici, a disegnare e dipingere.

Sfruttando mezzi digitali differenti, dagli smartphone, ai tablet e ai computer e coinvolgendo i  familiari,  gli assistenti domiciliari, i badanti, hanno avviato la produzione di video-lezioni.

Si tratta non solo di studio delle tematiche artistiche, ma anche di esercizi per la realizzazione di opere e di approfondimenti sulla grande questione dell’ecologia integrale, tema scelto per le prossime mostre.  

La prima lezione, che possiamo vedere in video, è dedicata all'artista Paul Klee, che ha già fornito ispirazione per alcune opere dei nostri artisti.

Il calendario delle lezioni si protrarrà oltre l’estate, con interessanti approfondimenti su artisti e tecniche.



Videocorso dei Laboratori d'Arte di Sant'Egidio, perché gli artisti con disabilità proseguano la loro produzione artistica
Videocorso dei Laboratori d'Arte di Sant'Egidio, perché gli artisti con disabilità proseguano la loro produzione artistica
Videocorso dei Laboratori d'Arte di Sant'Egidio, perché gli artisti con disabilità proseguano la loro produzione artistica