Memoria di Gesù crocifisso

Condividi su

Memoria di san Bonifacio, vescovo e martire. Annunciò il Vangelo in Germania e fu ucciso durante un viaggio missionario in Frisia (+754).


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Questo è il Vangelo dei poveri,
la liberazione dei prigionieri,
la vista dei ciechi,
la libertà degli oppressi.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dalla seconda lettera di Paolo a Timoteo 3,10-16

Tu invece mi hai seguito da vicino nell'insegnamento, nel modo di vivere, nei progetti, nella fede, nella magnanimità, nella carità, nella pazienza, nelle persecuzioni, nelle sofferenze. Quali cose mi accaddero ad Antiòchia, a Icònio e a Listra! Quali persecuzioni ho sofferto! Ma da tutte mi ha liberato il Signore! E tutti quelli che vogliono rettamente vivere in Cristo Gesù saranno perseguitati. Ma i malvagi e gli impostori andranno sempre di male in peggio, ingannando gli altri e ingannati essi stessi.
Tu però rimani saldo in quello che hai imparato e che credi fermamente. Conosci coloro da cui lo hai appreso e conosci le sacre Scritture fin dall'infanzia: queste possono istruirti per la salvezza, che si ottiene mediante la fede in Cristo Gesù. Tutta la Scrittura, ispirata da Dio, è anche utile per insegnare, convincere, correggere ed educare nella giustizia,

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Il Figlio dell'uomo
è venuto a servire,
chi vuole essere grande
si faccia servo di tutti.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Paolo ha appena avvertito Timoteo che negli ultimi tempi ci saranno momenti difficili a causa di un decadimento generale dei costumi: "Gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanitosi, orgogliosi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, empi, senza amore, sleali, calunniatori, intemperanti, intrattabili, disumani, traditori, sfrontati, accecati dall'orgoglio, amanti del piacere più che di Dio, gente che ha una religiosità solo apparente, ma ne disprezza la forza interiore". Paolo lo avverte: "Guardati bene da costoro!". E lo invita a ricordare - visto che lo ha "seguito da vicino" - il suo esempio, il suo modo di vivere con fede, con amore, con magnanimità, e anche a tener conto delle persecuzioni e delle sofferenze che ne conseguono. Anzi, l'apostolo con chiarezza afferma che "tutti quelli che vogliono rettamente vivere in Cristo Gesù saranno perseguitati". Timoteo deve essere consapevole - e noi con lui - che tutti i discepoli avranno la stessa sorte di Gesù. Per questo, con paterna sollecitudine, Paolo esorta il discepolo: "Tu però rimani saldo in quello che hai imparato e che credi fermamente". La nostra forza viene tutta dall'ascolto delle Sante Scritture. Esse, infatti, sono state ispirate da Dio per essere fonte viva e pura di una nuova saggezza: le Sante Scritture sono utili per insegnare, per convincere, per correggere e per formare alla giustizia. Il loro ascolto fedele e continuo forma il discepolo secondo il pensiero stesso di Dio. Ci sono state inviate da Dio stesso "perché l'uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona".