news

A Berlino, due persone senza dimora vittime di violenza: Sant'Egidio chiama alla preghiera e alla solidarietà

27 Luglio 2018

violenza
Homeless

Condividi su

Domenica sera alla stazione berlinese di Schöneweide due uomini senza fissa dimora sono stati cosparsi di liquido infiammabile e incendiati da persone ancora sconosciute mentre dormivano. Entrambi hanno riportato gravi ferite; uno dei due è in ospedale in terapia intensiva e tuttora in pericolo di vita. I due, Lothar di 62 anni e Andy di 47, dormivano da tempo sul marciapiede nei pressi della stazione ed erano conosciuti e benvoluti da molti passanti. Il giorno dopo il ferimento alcuni cittadini, che conoscono i due uomini, hanno organizzato nel luogo dell'attentato una manifestazione di solidarietà, esprimendo il proprio sdegno per quanto è accaduto.

La Comunità di Sant'Egidio, che li conosce da tempo, ha partecipato alla manifestazione unendosi alla preoccupazione di molti cittadini per il crescente clima di intolleranza nei confronti dei poveri e degli immigrati che ha provocato già in passato gesti violenti e gravi. Martedì sera, nella chiesa della Santa Famiglia, nel quartiere berlinese di Prenzlauer Berg, dove si tiene regolarmente la preghiera della Comunità, lin tanti hanno pregato per la guarigione dei due uomini e perché al clima di intolleranza e alla violenza si risponda con la solidarietà e l'impegno di tutti per una città più umana in cui tutti siano rispettati e accolti.

 Guarda il video