news

Un nuovo corridoio umanitario da Lesbo: Sant'Egidio felice di collaborare con la Santa Sede per l'ospitalità e l'integrazione

2 Dicembre 2019 - ROMA, ITALIA

Lesbos e SamosPapa Francesco
corridoi umanitari

Conferenza stampa a Fiumicino, mercoledì 4 dicembre alle ore 10:30. LIVE STREAMING

Condividi su

La Comunità di Sant’Egidio è felice di ospitare i profughi che Papa Francesco ha deciso di portare in salvezza con un corridoio umanitario da Lesbo, attraverso l’Elemosineria Apostolica, e di facilitarne l’integrazione in Italia. L’accoglienza a 33 rifugiati di diversa nazionalità (Afghanistan, Camerun e Togo), così come quella prevista per altri 10 nei prossimi giorni, in accordo con il ministero dell’Interno, ha l’obiettivo di offrire un futuro a chi vive – molti ormai da lungo tempo - nei campi profughi nell’isola greca.
Dopo la visita dello scorso mese di maggio insieme all’Elemosineria Apostolica, Sant’Egidio aveva organizzato d’estate (tra luglio e agosto) una presenza di volontari a Lesbo e a Samos per manifestare, attraverso numerose iniziative, la sua solidarietà ai profughi presenti nelle due isole.
 
Alle 10.30 di mercoledì 4 dicembre è previsto un benvenuto ai profughi in arrivo da Lesbo e una conferenza stampa all’interno dell’aeroporto, con arrivo per i giornalisti entro e non oltre le 9.30 alle partenze del Terminal 3 di Fiumicino (porta 3, accanto all’ufficio informazioni) per essere accompagnati nel luogo della conferenza.
 
Interverranno
il cardinale Konrad Krajewski, Elemosiniere di Sua Santità, e Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio.

 
Sarà presente il prefetto Michele Di Bari, Capo del Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione del Ministero dell’Interno

LA CONFERENZA STAMPA SARÀ TRASMESSA IN LIVE STREAMING SULLA NOSTRA HOMEPAGE E SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Il Comunicato stampa dell'Elemosineria Vaticana >>