news

Ci servono parole per amare: nelle poesie di Clotilde Morelli il cuore degli anziani, tra fede, ricordi e sentimenti

9 Maggio 2016 - MILANO, ITALIA

Anzianimilano

Un pomeriggio di incontro tra generazioni diverse, tra poesia, musica e riflessione sulla terza età

Condividi su

"Ci servono parole per amare" è il titolo del pomeriggio di festa promosso dalla Comunità di Sant'Egidio a Milano, che sabato 7 maggio ha raccolto anziani di diversi quartieri e degli istituti, insieme a bambini e giovani, per ascoltare le poesie di Clotilde Morelli, 87 anni, che vive in un istituto del capoluogo lombardo. La voce dell'attrice Gianna Coletti, l'intervento del poeta Stefano Raimondi, brani musicali eseguiti al pianoforte e arpa hanno accompagnato l'ascolto delle poesie.

Poesie sulla fede, sulla fatica della vecchiaia e sulla solitudine che si può sperimentare nella vita. Parole che la Comunità ha voluto raccogliere per rispondere con il calore dell'amicizia: per dire che tutti gli anziani nascondono un tesoro di ricordi e sentimenti, che non vogliamo lasciar cadere nel vuoto ma ascoltare, custodire e trasformare in una forza di bene da spendere per tutti.

Insieme alla Comunità, ha raccolto questo invito anche mons. Giuseppe Merisi, Vescovo emerito di Lodi, che ha lodato l'impegno di Sant'Egidio a fianco degli anziani e la capacità di Tilde di rendere nella poesia l'invocazione a Dio.