news

Immigrazione, Sant’Egidio inaugura con il ministro Fedeli due corsi universitari per mediatori interculturali

15 Marzo 2017 - ROMA, ITALIA

ImmigrazioneScuola di linguaMarco Impagliazzo

I corsi attivati presso l’Università per Stranieri di Reggio Calabria, in collaborazione con i ministeri dell’Istruzione e dell’Interno, favoriranno l'integrazione di immigrati e rifugiati

Condividi su

Verranno inaugurati domani, giovedì 16 marzo, alle ore 17,00 presso la Scuola di lingua e cultura italiana della Comunità di Sant’Egidio, in via di San Gallicano 25, due innovativi percorsi di formazione dedicati ai mediatori interculturali. All’inaugurazione parteciperanno Valeria Fedeli, ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il viceprefetto Maria Eleonora CorsaroMarco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio, e Salvatore Berlingò, rettore dell’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria.

I corsi, di livello universitario, intendono formare operatori capaci di svolgere la preziosa attività di mediazione tra i cittadini immigrati, i rifugiati, le istituzioni e la società civile, rafforzando la preparazione di una figura professionale, quella del mediatore, che svolge un ruolo chiave per favorire l’integrazione dei nuovi italiani. Il Corso di Laurea sperimentale per “Mediatori per l’intercultura e la coesione sociale in Europa” e il Corso di Alta Formazione per Mediatori Interculturali sono stati promossi da Sant’Egidio in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e con il Ministero dell’Interno, che ha contribuito al finanziamento con il FAMI (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione), e si basano su un’esperienza maturata lo scorso anno presso l’Università per Stranieri di Perugia.

I due corsi, attivati presso l’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria, hanno già numerosi iscritti, di cui oltre duecento provenienti dalla Scuola di lingua e cultura italiana della Comunità di Sant’Egidio, e hanno tasse d’iscrizione molto basse per favorire la partecipazione di studenti immigrati.